advertisement

Workshop progettare ipertesti_med_elba

50 %
50 %
advertisement
Information about Workshop progettare ipertesti_med_elba
Finance

Published on May 8, 2012

Author: MedToscana

Source: slideshare.net

Description

Presentazione utilizzata per il laboratorio "Progettare ipertesti" nell'ambito del convegno "A scuola di Media Education" tenutosi a Marina di Campo (Elba) 2-3 maggio 2012
advertisement

A scuola diMedia Education Sguardi interdisciplinari sulleducazione ai media Marina di Campo, 2-3 maggio 2012

Workshop focus Progettare ipertesti ● ipertestualità ● produzione ● condivisione ● logiche 1.0 ● web 2.0 ● LIM

Workshop focus IPERTESTO

Word list IPERTESTO ... ...

DefinizioniCosa è un ipertesto?E la straordinaria possibilità (offerta dal computer) di organizzareun testo secondo le associazioni logiche dei contenuti.Essenzialmente un ipertesto consta di una struttura costituita danodi (nuclei di contenuto e/o lessìe) tra cui vengono stabiliti deicollegamenti (link) che consentono l’interattività del lettore.Il primo ad ipotizzarne lafattibilità fu Vannevar Bushquando (nel 1945) immaginòil Memex, una sorta diantesignano del computer.

DefinizioniVannevar Bush con la sua "lesson learned"AS WE MAY THINK fece scalpore. E sua lidea del link!La locuzione ipertesto fu invece introdotta venti anni dopo da TheodorHolm Nelson per definire una scrittura non sequenziale“che si dirama e consente al lettore di scegliere la rotta".

Definizionimultimedia ● quando le informazioni sono affidate a più media (testi, immagini, suoni, video, animazioni) ● e la lettura può avvenire solo seguendo il senso predefinitoipermedia ● quando le informazioni (affidate ugualmente a testi, immagini, suoni, video, animazioni) sono collegate da una logica ipertestuale ● e la lettura è interattiva e quindi dipende dalle scelte “di senso” operate dal lettore

AbstractIl laboratorio, a partire da alcuni cenni su unesperienza discrittura ipertestuale tipica di un ambiente di apprendimentosostenuto dalluso delle tecnologie secondo logiche 1.0cercherà:- di focalizzare lattenzione sulle dinamiche del processocollaborativo- di avviare una riflessione sulla trasferibilità di tale esperienzapuntando sulle opportunità offertedalla LIM e dalle applicazioni tipiche del web 2.0

Orienteering FONDAMENTI TEORICI IPERTESTO 1.0 IPERTESTO 2.0

Media Education Perché progettare e costruire ipertesti?

La Media Education L’educazione ai media è insieme una pratica e un processo di tipo educativo destinato a permettere ai membri di una collettività di partecipare in modo creativo e critico (a livello di produzione, distribuzione e presentazione) all’uso dei mezzi elettronici e tradizionali,allo scopo di sviluppare e liberare gli individui e la collettività e di democratizzare la comunicazione. (CLEMI Centre de Liaison de lEnseignement et des Medias dInformation) Da questo assunto ha preso corpo lesperienza di scrittura collaborativa di cui parleremo

La Società dellInformazione Parlare di democrazia, oggi, significa fare i conti con le tecnologie della comunicazione. Le ICT e la società della rete sono parte essenziale e performante del nostro vivere e ciò implica anche un modo diverso di concepire la conoscenza. Superata lidea di una sua strutturazione lineare, tutta interna al soggetto, la conoscenza è chiaramente:● reticolare e complessa● distribuita, dislocata al di fuori del soggetto● più negoziata e contestualizzata● significativa, prodotta in contesti applicativi in stretta integrazione tra teoria e pratica

Il laboratorio di Media Education La progettazione di ambienti di apprendimento improntati alla didattica laboratoriale supportata dai new mediapermette di fare, al tempo stesso e con molta naturalezza,co-costruzione di conoscenza ed esercizio di democrazia. Lavorare a più mani alla scrittura di un ipertestochiama in causa un elevato grado di coinvolgimento nella complessitàche si gioca sui piani cognitivo, relazionale ed emozionale mobilitando capacità, conoscenze, abilità, competenze.

Ipertesti metafora di complessità Gli allievi misurandosi con la complessità delle soluzioni e dei punti di vista sperimentano la necessità di confronto, di decisione, di condivisione fanno esperienza di partecipazione e di cittadinanza non in virtù di un mero e fittizio gioco di simulazionema in un vero “gioco giocato” in vista di un risultato atteso. Un gioco tutto da giocare quando lapprendimento si fa esperienziale, attivo, cooperativo

Apprendimento esperienziale Problema Focus sulle ● non prestazioni semplici, competenze basate sulla riproposizione di conoscenze e abilità Esperienza “scolastiche” ● ma prestazioni complesse che mobilitano tutte le Applicazione Comunicazione risorse del soggetto coinvolto attivamente nellelaborazione di prodotti, nella ricerca di soluzioni a questioni Generalizzazione Analisi emergenti e ciò senza soluzione di continuità tra scuola e mondo realerif. modello di Pfeiffer J. W., Jones, J. E. (1975) rilettura Kolb (1984) LeBoterf G. (2000) Trinchero (2006)

Orienteering FONDAMENTI TEORICI IPERTESTO 1.0 IPERTESTO 2.0

EsperienzaProgettare e costruire ipertesti in classe desiderio di approfondire pensiero reticolareapertura ritagli, riporti, salti,nuovi associazioniorizzonti negoziazione costruzione collaborativa condivisione processo democratico delle scelte ipertestualità in responsabilitàcommistione di idee classe individuale e collettiva condivisione personalizzazione diritto di cittadinanza vs per tutte le proposte standardizzazione scambio confronto produttivo spiragli di partecipazione attiva nei bambini meno sicuri legami relazionali forti

Co-costruzione di un ipermediaIl posto dove vivoè lesito di un progetto didattico che ha coinvolto dueclassi della scuola primaria di Marina di Campo pertre lunghi anni scolastici dalla terza alla quintaLa pubblicazione rende contodi una lenta e puntuale ricerca,di unattenta ricognizione sul territorioper rintracciare, nell’abitato e neidintorni, segni di connotazionereligiosa quindi anche storica,culturale ed artistica http://www.maestraliana.it/prodotti/posto dove vivo/index.html

Step by step● Scegliere l’argomento e ipotizzare uno schema di massima dell’ipertesto● Definire gli obiettivi da raggiungere in riferimento ai soggetti cui lipertesto è rivolto● Raccogliere documentazioni relative all’argomento di studio: testi, immagini, disegni, suoni, animazioni, ...● Costituire uno o più gruppi di lavoro e stabilire i compiti di ciascuno● Ordinare tutti i documenti che costituiscono i nodi dell’ipertesto● Definire la struttura dell’ipermedia, la gerarchia degli argomenti● Stabilire i collegamenti (link) tra i vari nodi● Procedere alla realizzazione dell’ipertesto● Effettuare una verifica finale sul funzionamento dell’ipertesto

Nodi e legami

Scrivere: scelta del software

IWB ... cioè la LIMProgettare e costruire ipertesti con la LIMProgettare? Costruire?

Nodi e legami sulla LIMProgettare...

Nodi e legami sulla LIMProgettare...

Scrivere sull IWB ... cioè la LIM homeCostruire...

Orienteering FONDAMENTI TEORICI IPERTESTO 1.0 IPERTESTO 2.0

Facciamo il punto Lambiente di apprendimento di cui si è parlato finora è stato sostenuto dalluso delle tecnologie Ci sono secondo logiche 1.0 altre ed è stato giocato nella normale aula con evidenti possibilità? vantaggi per la supervisionedellinsegnante e il controllo Riflessioni... della sicurezza - web 2.0 - media education

Media Education e... competenza mediale analisi lettore scrittore smontaggio costruzione produzione COMPETENZA MEDIALE DI BASE punti di vista visionipartecipazione valoricondivisionecontributo critico cittadino stile di consumo scelta fruitore per approfondire PRIMI PASSI pag.23

Web 2.0 cioè ... twitting blogging socialwebwriting networking sharing bookmarking tagging slidesharing cloud computing

Web 2.0 e cittadinanza digitale

Cloud ComputingProgettare e costruire ipertesti con la testasulla... nuvola

Nodi e legami sul web

Scrivere in Internet

Scrivere in Internet https://medelba.wikispaces.com/

Riflessioni conclusiveLa co-costruzione di un ipertesto....è laboratorio per lo studente- partecipazione attiva- impegno distribuito- assunzione di responsabilità- confronto e nascita del senso critico- costruzione identità- condivisione democratica- esercizio di cittadinanzae diventa spazio di ricerca per il docente

Riferimenti bibliograficiCeretti, Felini, Giannatelli, Primi passi nella Media Education. Curricolo dieducazione ai media per la scuola primaria, Erickson Trento 2006, percorso“Ipermedia” pp. 175-192Peria, Costruire un ipermedia per sviluppare partecipazione democratica in“Dirigenti Scuola” - n.4, 2009/2010, pp.89-93, Editrice La Scuola, BresciaPeria, L ipertesto “Il posto dove vivo. Andando in cerca di tracce spirituali, in“Media Education. Studi, ricerche e buone pratiche” - n.1 /2010 pp.71-85,Erickson, TrentoRanieri, Le insidie dellovvio. Tecnologie educative e critica della retoricatecnocentrica, Edizioni ETS, Pisa, 2011Trinchero, Valutare la competenza mediale, in Parola A. (a cura di), Territorimediaeducativi, Erickson,Trento, 2008, pp. 327-337

Grazie! Liana Peria - MED Toscana lianaperia@gmail.com

Utilityhttps://medelba.wikispaces.com/https://docs.google.comhttp://www.mindomo.com/it/index.htm#editorhttps://www.dropbox.comhttp://tagcrowd.com/http://www.qurify.com/it/

Add a comment

Related presentations

Les changements sur le marché du distressed aux Etats-Unis et en Europe

Main Sections of the Report 1) Nifty Technical View 2) 4 Large Cap Trade Ide...

This presentation consits the yearly results of Kinepolis Group