Trapani @mare il mare - Follow-up

50 %
50 %
Information about Trapani @mare il mare - Follow-up
Entertainment

Published on December 1, 2008

Author: K2net

Source: authorstream.com

Slide 2: La globalizzazione dei mercati che mette in concorrenza il Mediterraneo con le marinerie del Sud America e dell’Asia; Il prezzo sempre più alto del carburante che incide quasi per il 70% sui costi della pesca; La continua diminuzione degli stock ittici; La drastica diminuzione dei fondi pubblici a sostegno del comparto; Alcuni cambiamenti hanno determinato negli ultimi anni una profonda crisi del settore ittico particolarmente presente in provincia di Trapani. I principali sono: Considerazioni preliminari Slide 3: Le PMI non possono sostenere da sole il peso di queste criticità in quanto piccole e frammentate : è necessario affrontare l’argomento in maniera sistemica e strutturale. Considerazioni preliminari Slide 4: Obiettivi del progetto Principi e linee guida Slide 5: Principi e linee guida Slide 6: La coesione permette di unire le forze delle imprese in una concentrazione in cui il totale è maggiore della somma dei singoli La condivisione di una Mission e di concreti obiettivi comuni permette di non disperdere le forze e di concentrarle per la realizzazione obiettivi prefissati. 1. Coesione e condivisione Slide 7: > A Un distretto industriale Obiettivi condivisi Da > Singole aziende Pluralità di obiettivi Tensione Evolutiva 1. Coesione e condivisione Slide 8: PMI Aggregare le imprese non basta. Le problematiche che riguardano lo sviluppo, vanno affrontate con una visione sistemica. È necessario, quindi, mettere in relazione tutti i soggetti che concorrono allo sviluppo, come Enti di Ricerca, Istituzioni, PMI per trovare soluzioni condivise ai problemi comuni. 2. Relazione Slide 9: Ma oltre alla imprese, alle istituzioni e agli enti di ricerca anche altri soggetti possono intervenire per portare le loro competenze al servizio della Mission. Anche con questi Stekeholders è necessario, utile e doveroso relazionarsi. 2. Relazione Slide 10: 2. Relazione Da > Visione settoriale Relazioni sporadiche Tensione Evolutiva > A Una visione sistemica Relazioni stabili e continuative Slide 11: La comunicazione è un principio strategico che non solo permette la messa in atto dei primi due, ma va oltre. 3. Comunicazione Slide 12: La comunicazione interna verso le PMI: Promuovere la vision del progetto Aggregare le imprese attorno ad una mission La comunicazione esterna verso gli stakeolders: Stimolare e aumentare le relazioni La comunicazione verso l’estero: Aprire nuovi mercati commerciali, nuove fonti di approvvigionamento 3. Comunicazione Slide 13: Obiettivi del progetto “Trapani @mare il mare” Slide 15: Maggiore potere: contrattuale, commerciale, Istituzionale; di investimento in innovazione e sviluppo 1. Aggregare le forze produttive e coinvolgere gli operatori della filiera - Risultato Ottenuto: 142 imprese, 2.200 addetti, 280 MILIONI di fatturato di cui 40 MILIONI di Export 56 tra: enti, associazioni, università, centri di ricerca e di cultura. Slide 16: 2. Cementare le relazioni - Risultato ottenuto: L’osservatorio della pesca Al fine di cementare le relazioni fra gli attori dello sviluppo attorno ai temi cogenti del comparto, viene istituito l’osservatorio della pesca del Mediterraneo coordinato dall’ing. Pernice del Cnr. L’Osservatorio ha tenuto numerose sedute plenarie ed ha sviluppato una serie di iniziative culminate nel 2008 con la creazione del “Forum per il Mediterraneo”, al quale collaborano eminenti personalità politiche e scientifiche della Repubblica Araba di Egitto, della Repubblica di Tunisia, della Repubblica della Grande Jamahiria Araba di Libia, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Algeria, e della Repubblica del Marocco. Il Forum prevede anche la partecipazione di osservatori della Siria, del Libano e della Giordania e di altri paesi costieri dell’Africa, nonché di operatori di altre filiere dell’agroalimentare, di rappresentanti dei Governi dei Paesi interessati e dell’Unione Europea. Slide 17: 2. Cementare le relazioni - Risultato ottenuto: Protocolli interdistrettuali Sono state attivate relazioni a livello nazionale in un ottica interdistrettuale per favorire collaborazioni e lo scambio di esperienze. Queste relazioni interdistrettuali si sono concretizzate con la firma di un protocollo interdistrettuale sottoscritto da: Il Distretto Produttivo della Pesca Il Parco Agroalimetare di San Daniele Il Distretto di Gragnano. Ciò ha consentito altresì di redigere un progetto di Co-Marketing. Slide 18: Le attività di promozione e comunicazione sono andate oltre la semplice stampa di brochure e manifesti, e si sono sviluppate seguendo tre direttrici: Comunicazione digitale, Comunicazione frontale, Comunicazione del gusto. 3. Realizzare azioni di promozione e comunicazione. Comunicare è condividere le informazioni e mettere in relazione soggetti senza limiti di spazio. Slide 19: Comunicazione digitale - Risultato ottenuto: Il Portale Slide 20: Comunicazione frontale - Risultato Ottenuto: I seminari di sensibilizzazione Argomenti trattati Intenazzionalizzazione; FEP; Parco Agroalimentare; Finanza di distretto; Innovazione tecnologica; sviluppo sostenibile ed ambiente; Incontri intenazionali B2B. Relatori 5 ministri e sottosegretari di cui 3 internazionali (Libia Egitto Tunisia); 10 rappresentanti delle istituzioni; 10 professionisti del mondo accademico; 6 rappresentati di enti e commissioni; 5 rappresentanti internazionali Autorità militari Hanno partecipato circa 1.000 tra Imprenditori locali ed operatori economici; Rappresentatnti del mondo scientifico e ricercatori; Buyers nazionali; Associazioni datoriali; Consulenti;; Rappresentanze armatoriali; Rappresentanti della stampa e dei media. Slide 21: Per promuovere e posizionare il prodotto ittico e la tipicità della cucina locale, piuttosto che in pubblicità si è preferito investire nella direzione del marketing esperienziale, così chiamato in quanto si basa più sull’esperienza del consumo che sul prodotto in sé. 3. Comunicazione del gusto - Risultato ottenuto: Le degustazioni Teorizzato da Bernd Schmitt, professore alla Columbia University, il marketing esperienziale ha l’obiettivo di individuare che tipo di esperienza valorizzerà al meglio il prodotto: secondo Schmitt esistono cinque diversi tipi di esperienza (Strategic Experiential Modules): SENSE experiences ovvero esperienze che coinvolgono la percezione sensoriale; FEEL experiences ovvero esperienze che coinvolgono i sentimenti e le emozioni; THINK experiences ovvero esperienze creative e cognitive; ACT experiences ovvero esperienze che coinvolgono la fisicità; RELATE experiences ovvero esperienze risultanti dal porsi in relazione con un gruppo. Slide 22: Partendo da questi principi sono stati organizzati numerosi eventi di degustazione. L’incontro con i diversi target è avvenuto con il supporto dei migliori chef del territorio e, in occasione delle fiere internazionali di Bruxelles e Dubai, una delegazione dei migliori gourmet ha realizzato eccellenti preparazioni a base di pesce spedito appositamente da Trapani per l’occasione.Ciò ha permesso di far vivere la unicità dell’esperienza gustativa in un mix ideale fra prodotto, gusto, preparazione, presentazione, e territorio, generando così la “memoria del gusto” in modo univoco e distintivo. 3. Comunicazione del gusto - Risultato ottenuto: Le degustazioni Slide 23: L’ufficio stampa e Pubbliche Relazioni ha realizzato oltre 50 comunicati stampa La rassegna stampa si compone di : Oltre 50 articoli in giornali regionali e nazionali; Servizi televisivi non solo in telegiornali regionali come il TGR, ma anche in trasmissioni tematiche come “Linea blu”. Numerosi articoli comparsi sulle varie testate giornalistiche che operano sul web. Comunicazione e visibilità – Risulatato ottenuto: Hanno parlato di noi: Slide 24: Obiettivo: A supporto delle attività di business intelligence e di Marketing sono state condotte due indagini esplorative 4. produrre un supporto di dati che orienti le attività di marketing – Risultato ottenuto: Una Indagine Desk sui temi inerenti il mercato della pesca, la filiera, i consumatori. I dati sono stati estrapolati tra le principali banche dati regionali, nazionali ed internazionali, tra cui: Slide 25: Una ricerca empirica volta ad approfondire le tematiche legate all’aggregazione delle micro imprese. La ricerca è stata condotta attraverso la creazione di un questionario che è stato somministrato ad un campione delle imprese coinvolte. I dati sono consultabili sul portale del distretto: www.distrettopesca.it Inoltre esponenti del mondo economico, istituzionale e della ricerca analizzando i dati della ricerca hanno approfondito il tema sotto molteplici punti di vista. I dati, i risultati, le analisi e le considerazioni scientifiche realizzate da: On. Luca Zaia – Ministro delle politiche agricole e forestali; Prof. Antonio Ricciardi; Prof. Vincenzo Fazio; Ing. Giuseppe Pernice; On. Adolfo Urso – Sottosegretario allo Sviluppo Economico; Prof. Francesco Paolo La Mantia; saranno pubblicati in un volume dedicato all’argomento da Franco Angeli Edizioni. 4. produrre un supporto di dati che orienti le attività di marketing – Risultato ottenuto: Slide 26: Nuovi Mercati Approvvigionamenti Opportunità commerciali significa: 5. Creare opportunità commerciali di approvvigionamento e di mercato – Risultato ottenuto: Slide 27: EUROPA: La più importante manifestazione europea del settore ittico MEDIO ORIENTE: La più rappresentativa fiera settoriale del medioriente Nuovi Mercati Opportunità commerciali significa: Approvvigionamenti 5. Risultato ottenuto: Missioni commerciali Bruxelles - EUROPEAN SEAFOOD EXPOSITION Dubai - INTERNATIONAL SEAFOOD EXPO Slide 28: EUROPA: La più importante manifestazione europea del settore ittico MEDIO ORIENTE: La più rappresentativa fiera settoriale del medioriente LIBIA - missioni commerciali ed istituzionali EGITTO - missione commerciale ed istituzionale TUNISIA - missione commerciale ed istituzionale Nuovi Mercati Opportunità commerciali significa: Approvvigionamenti 5. Risultato ottenuto: Missioni commerciali – Sottoscrizione di protocolli internazionali Bruxelles - EUROPEAN SEAFOOD EXPOSITION Dubai - INTERNATIONAL SEAFOOD EXPO protocollo di cooperazione protocollo di cooperazione programma di cooperazione Slide 29: In questo ambito l’incontro di maggior rilievo è stato con gli allievi delle scuole aderenti al Patto di Distretto: “Lezioni di Distretto, Lezioni di Mediterraneo” a cui hanno partecipato: Prof. Antonina Pezzano – Dirigente Istituto Tecnico Commerciale “ G. Ferrara ”. Prof. Lina Tommaso – Presidente (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) Dr Giovanni Tumbiolo – Presidente della COSVAP - Distretto Produttivo della Pesca Dr. Francesco Attaguile – Direttore Generale, Affari Internazionali Regione Siciliana Mons. Domenico Mogavero – Vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo Le criticità che attraversano il mercato ittico non riguardano soltanto gli aspetti economici e occupazionali. Sono problematiche che nel caso di Mazara del Vallo diventano anche sociali. Il progetto ha voluto affrontare la questione attraverso dei seminari rivolti ai giovani, con lo spirito di sensibilizzarli al tema della pesca sottolineando le prospettive che la riqualificazione del comparto potrebbe apportare. 6. Sensibilizzare le nuove generazioni alle problematiche del comparto – Risultato ottenuto: Slide 30: 30 Follow-up Punti di forza – criticità – conclusioni Slide 31: 31 Follow-up – Punti di forza Slide 32: 32 Follow-up – Criticità Slide 33: La sfida consiste oggi nel cercare di fare leva sui punti di forza per minimizzare l’impatto delle criticità e trasformare queste in opportunità di sviluppo, pertanto è indispensabile porre l’attenzione delle future azioni principalmente sui seguenti tre punti 33 Follow-up – Conclusioni 33 Slide 34: Ringraziamenti Ringrazio tutti quelli che a vario titolo hanno sostenuto il progetto, senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile. Slide 35: 35 Grazie per l’attenzione Alessandro Spadaro alessandro@k2net.it

Add a comment

Related presentations

Related pages

Casa vacanze @Mare Trapani Trapani - case-vacanza-sicilia.it

"Casa Vacanze @Mare Trapani" è una struttura di design caratterizzata dall’attenzione ai ... bello il mare trapani e provincia da scoprire sicuramente ...
Read more

Casa vacanze @Mare Trapani Trapani - bedandbreakfast.it

La casa vacanze "@Mare Trapani" è nel centro storico di Trapani a due passi dall'isola ... bello il mare trapani e provincia da scoprire sicuramente ci ...
Read more

Il Mare Dentro: 2 Bedroom Villa in Castellammare del Golfo ...

Il Mare Dentro Overview ... There are many flights from the UK to the airports of Palermo and Trapani. ... you can also call to follow up. send ...
Read more

Casa vacanze @Mare Trapani Trapani - Case Vacanza Italia

"Casa Vacanze @Mare Trapani" è una struttura di design ... nel cuore del borgo antico di Trapani. Da qui si raggiunge facilmente il lungomare e il ...
Read more

WWF Italy - Terre@mare, successo del progetto a Miramare

... con sito e app i cittadini diventano sentinelle del mare. ... Home » Oasi » Sicilia » Saline di Trapani e Paceco. ... Il progetto tecnologico ...
Read more

Petrosino Estate 2015. Al via oggi la rassegna Cine@mare ...

... l’Aquarius Trapani seconda alle finali ... Per quel che riguarda la scelta dei film di Cine@mare, posso dire che seguono il concetto di “In ...
Read more

Cine@mare | La Gazzetta Trapanese

Linea2000 di Peraino, da 50 anni il tuo compagno di lavoro a Trapani; ... il secondo appuntamento con la Rassegna Cine@mare di Petrosino Estate2015.
Read more

Hotel / Villaggio Cala Mancina (San Vito lo Capo, Sicily ...

Book Hotel / Villaggio Cala Mancina, ... B&B Vivere il Mare. 4.5 out of 5, ... at the ceremony and I would like to follow up with a special dinner.
Read more