Tipi Di Siti Online

50 %
50 %
Information about Tipi Di Siti Online

Published on May 20, 2009

Author: mauriziob

Source: slideshare.net

Tipi di siti e loro dinamiche Di Maurizio Boscarol

Strumenti presenti online Siti web tradizionali Blog Wiki Forum Siti di social e sharing Aggregatori di news …

Siti web tradizionali

Blog

Wiki

Forum

Siti di social e sharing

Aggregatori di news



Siti web tradizionali Sono domini in cui sono presenti pagine non organizzate per presentare informazioni aggiornate con frequenza Siti portfolio, personali, con articoli, passioni tipiche dell’autore, di difficile aggiornamento o non legato all’attualità Siti di associazioni, enti e aziende che hanno focus diversi

Sono domini in cui sono presenti pagine non organizzate per presentare informazioni aggiornate con frequenza

Siti portfolio, personali, con articoli, passioni tipiche dell’autore, di difficile aggiornamento o non legato all’attualità

Siti di associazioni, enti e aziende che hanno focus diversi

Dai siti statici ai dinamici I primi siti erano collezioni di documenti html collegati fra di loro, organizzati secondo menu disponibili su tutte le pagine che consentivano di linkare le altre pagine Questi siti richiedevano competenza autoriale e progettuale La gestione e la modifica delle pagine prodotte era difficile (problema degli archivi)

I primi siti erano collezioni di documenti html collegati fra di loro, organizzati secondo menu disponibili su tutte le pagine che consentivano di linkare le altre pagine

Questi siti richiedevano competenza autoriale e progettuale

La gestione e la modifica delle pagine prodotte era difficile (problema degli archivi)

Dai siti statici ai siti dinamici Poi sono arrivati i CMS: Content Management System; programmi installati sul server, in grado di facilitare il processo di aggiunta e modifica di pagine e contenuti Separazione di design e contenuto Le pagine vengono create riempiendo mascherine di inserimento, e scegliendo categorie e sezioni del sito e altri metadati Competenze tecniche (programmazione e sistemistica) elevate, competenze progettuali elevate

Poi sono arrivati i CMS: Content Management System; programmi installati sul server, in grado di facilitare il processo di aggiunta e modifica di pagine e contenuti

Separazione di design e contenuto

Le pagine vengono create riempiendo mascherine di inserimento, e scegliendo categorie e sezioni del sito e altri metadati

Competenze tecniche (programmazione e sistemistica) elevate, competenze progettuali elevate

Dai siti dinamici ai blog I blog sono siti orientati all’aggiornamento rapido. Sono di struttura semplificata: prevale la home page con le news e una colonnina con i link ad archivi e altri siti Non c’è bisogno di competenza progettuale Sono resi possibili da CMS semplificati: spesso autoinstallati, senza progettazione, con theming facilitato La pubblicazione online viene resa disponibile a tutti!

I blog sono siti orientati all’aggiornamento rapido. Sono di struttura semplificata: prevale la home page con le news e una colonnina con i link ad archivi e altri siti

Non c’è bisogno di competenza progettuale

Sono resi possibili da CMS semplificati: spesso autoinstallati, senza progettazione, con theming facilitato

La pubblicazione online viene resa disponibile a tutti!

Blog e personal publishing Questo porta alla nascita di blog quasi tutti uguali nella forma e nei meccanismi di archiviazione, mentre l’hosting gratuito libera il singolo dalla necessità di spendere per avere un proprio sito Atomizzazione: ogni persona un sito, o anche più di uno… Possibile più autori su un sito, ma meno frequente

Questo porta alla nascita di blog quasi tutti uguali nella forma e nei meccanismi di archiviazione, mentre l’hosting gratuito libera il singolo dalla necessità di spendere per avere un proprio sito

Atomizzazione: ogni persona un sito, o anche più di uno…

Possibile più autori su un sito, ma meno frequente

Verso la fusione fra CMS e BMS? Ora i blog management system sembrano dominare anche nella costruzione di siti un po’ più complessi (Wordpress ha sfruttato un errore strategico di Movable Type, suo antesignano, per conquistare ampie fette di diffusione, e con un modello di business misto sta ora dominando anche come CMS per piccoli siti e iniziative editoriali piccole e medie)

Ora i blog management system sembrano dominare anche nella costruzione di siti un po’ più complessi

(Wordpress ha sfruttato un errore strategico di Movable Type, suo antesignano, per conquistare ampie fette di diffusione, e con un modello di business misto sta ora dominando anche come CMS per piccoli siti e iniziative editoriali piccole e medie)

L’esplosione dei blog 2002-2006: I blog si diffondono, grazie anche a servizi totalmente gratuiti e istantanei (non c’è neanche più da registrare il nome a dominio) I blog principali sono visti da migliaia di persone al giorno, ma la media è di 5 visitatori al giorno (e la moda ancora più bassa…) Dunque…

2002-2006: I blog si diffondono, grazie anche a servizi totalmente gratuiti e istantanei (non c’è neanche più da registrare il nome a dominio)

I blog principali sono visti da migliaia di persone al giorno, ma la media è di 5 visitatori al giorno (e la moda ancora più bassa…)

Dunque…

Coda lunga (Chris Anderson, direttore di Wired)

Il senso della coda lunga La coda lunga segue distribuzioni di frequenza secondo leggi di potenza Pochi hanno moltissimo, alcuni hanno una quantità media, moltissimi hanno pochissimo (vale per i link in ingresso) E’ un tipo di distribuzione che si registra spesso nei fenomeni naturali a invarianza di scala (ditribuzione di Yule) E’ anche così che si distribuiscono le visite nelle pagine di un singolo sito!

La coda lunga segue distribuzioni di frequenza secondo leggi di potenza

Pochi hanno moltissimo, alcuni hanno una quantità media, moltissimi hanno pochissimo (vale per i link in ingresso)

E’ un tipo di distribuzione che si registra spesso nei fenomeni naturali a invarianza di scala (ditribuzione di Yule)

E’ anche così che si distribuiscono le visite nelle pagine di un singolo sito!

Stampa e blog Il mondo della stampa scopre i blog Li teme, li deride, li minimizza, li osanna La maggior parte dei blog sono iniziative personali, che ovviamente sono sfruttate meglio da chi ha competenze comunicative (giornalisti, insider) Già al lavoro nel mondo della comunicazione, diventano blogstar

Il mondo della stampa scopre i blog

Li teme, li deride, li minimizza, li osanna

La maggior parte dei blog sono iniziative personali, che ovviamente sono sfruttate meglio da chi ha competenze comunicative (giornalisti, insider)

Già al lavoro nel mondo della comunicazione, diventano blogstar

Blogstar e coda lunga Secondo la teoria “forte” della coda lunga, ci sono pochi blog (siti) che hanno moltissimi contatti (e possono dunque vivere anche di pubblicità: gawker, huffington post, techcrunch, boink-boink, the life jacket, etc) o trasformarsi in imprese editoriali, forti del bacino di utenza in lingua inglese: la a-list E moltissimi blog con pochissimi visitatori La teoria della coda lunga preannuncia importanza e successo anche alla coda lunga: se un contenuto è di valore, salirà lungo la catena di rimandi e link per arrivare ad essere segnalato dalle blogstar Chi è in cima alla coda cambia nel tempo (?)

Secondo la teoria “forte” della coda lunga, ci sono pochi blog (siti) che hanno moltissimi contatti (e possono dunque vivere anche di pubblicità: gawker, huffington post, techcrunch, boink-boink, the life jacket, etc) o trasformarsi in imprese editoriali, forti del bacino di utenza in lingua inglese: la a-list

E moltissimi blog con pochissimi visitatori

La teoria della coda lunga preannuncia importanza e successo anche alla coda lunga: se un contenuto è di valore, salirà lungo la catena di rimandi e link per arrivare ad essere segnalato dalle blogstar

Chi è in cima alla coda cambia nel tempo (?)

Le blogstar Italia Blogbabel fornisce una stima dei blog più visti: I primi 10 blog non commerciali 1 Blog di Beppe Grillo 2 Wittgenstein 3 Manteblog 4 Piovono rane 5 Luca De Biase 6 Il disinformatico 7 Scene digitali 8 Voglioscendere 9 Macchianera 10 Nazione indiana

Blogbabel fornisce una stima dei blog più visti:

I primi 10 blog non commerciali

1 Blog di Beppe Grillo

2 Wittgenstein

3 Manteblog

4 Piovono rane

5 Luca De Biase

6 Il disinformatico

7 Scene digitali

8 Voglioscendere

9 Macchianera

10 Nazione indiana

Critiche alla coda lunga: Anita Elberse: la distribuzione (di vendite, di successi) è più favorevole alla testa che alla coda I vantaggi per la coda non ci sono: possono esprimersi, ma difficilmente diventano rilevanti Fenomeno “Rich get richer”la distribuzione delle risorse aumenta a favore dei ricchi (nota: tutto bene finché l’economia cresce. Ma poi?)

Anita Elberse: la distribuzione (di vendite, di successi) è più favorevole alla testa che alla coda

I vantaggi per la coda non ci sono: possono esprimersi, ma difficilmente diventano rilevanti

Fenomeno “Rich get richer”la distribuzione delle risorse aumenta a favore dei ricchi

(nota: tutto bene finché l’economia cresce. Ma poi?)

Preferential attachment sul web Dietro e davanti alla teoria della coda lunga ci sono alcuni fenomeni su come funziona la rete: Barabasi et al (1999): preferential attacchment applicato al web Il numero di link che puntano alle pagine aumenta la probabilità che quelle pagine vengano viste. Più le pagine vengono viste, più è probabile che altri le linkino. E così via. E’ lo stesso meccanismo del page rank di google: google decide chi è più visto e chi meno, basandosi sui link che una pagina è in grado di ricevere

Dietro e davanti alla teoria della coda lunga ci sono alcuni fenomeni su come funziona la rete:

Barabasi et al (1999): preferential attacchment applicato al web

Il numero di link che puntano alle pagine aumenta la probabilità che quelle pagine vengano viste. Più le pagine vengono viste, più è probabile che altri le linkino. E così via.

E’ lo stesso meccanismo del page rank di google: google decide chi è più visto e chi meno, basandosi sui link che una pagina è in grado di ricevere

Reti sociali e professionali Molti dei blog in cima alla classifica di blogbabel si linkano fra di loro E come mai tutti coloro che aspirano a diventare visti, linkano quelli più visti? Chi ha più mezzi, più conoscenze, maggior successo personale e professionale ha maggior probabilità di farsi linkare di chi parte da zero

Molti dei blog in cima alla classifica di blogbabel si linkano fra di loro

E come mai tutti coloro che aspirano a diventare visti, linkano quelli più visti?

Chi ha più mezzi, più conoscenze, maggior successo personale e professionale ha maggior probabilità di farsi linkare di chi parte da zero

Come scalare la classifica? Scalare la classifica, sovvertire l’ordine, è però possibile Le mode cambiano, i gusti anche Concetto di “fitness”: http://www.thedailybit.net/index.php?method=section&action=zoom&id=2317 Competitività dei nodi (pagine) per accaparrarsi i nuovi link Cosa sia e come si raggiunga un’elevata fitness, non è chiaro!

Scalare la classifica, sovvertire l’ordine, è però possibile

Le mode cambiano, i gusti anche

Concetto di “fitness”: http://www.thedailybit.net/index.php?method=section&action=zoom&id=2317

Competitività dei nodi (pagine) per accaparrarsi i nuovi link

Cosa sia e come si raggiunga un’elevata fitness, non è chiaro!

Una ricerca di Matthew Hindman nel 2004 Dimostra che i blog rilevanti sono pochissimi, e che il censo (reddito, istruzione, capacità tecniche) degli autori sono estremamente di nicchia Più di quelle dei direttori dei giornali! Maschi, bianchi, inseriti nel mondo della comunicazione, con livello scolastico molto elevato (dati però del 2004)

Dimostra che i blog rilevanti sono pochissimi, e che il censo (reddito, istruzione, capacità tecniche) degli autori sono estremamente di nicchia

Più di quelle dei direttori dei giornali!

Maschi, bianchi, inseriti nel mondo della comunicazione, con livello scolastico molto elevato (dati però del 2004)

Influence e testimonial Uno dei temi emergenti è quello della influence e della onestà del link I più visti sono considerati più influenti: parlare in un post di un prodotto o di un sito, inserire un link, equivale ad accrescere l’influenza anche della fonte. I blogger più influenti vengono invitati a testare prodotti, vengono omaggiati di copie regalo di libri e dischi, ecc, con la speranza che ne parlino

Uno dei temi emergenti è quello della influence e della onestà del link

I più visti sono considerati più influenti: parlare in un post di un prodotto o di un sito, inserire un link, equivale ad accrescere l’influenza anche della fonte.

I blogger più influenti vengono invitati a testare prodotti, vengono omaggiati di copie regalo di libri e dischi, ecc, con la speranza che ne parlino

Le origini Questo fenomeno ricorda quello del testimonial e dei “pubbliredazionali” sui giornali Testimonial: personaggio famoso ingaggiato per pubblicizzare un prodotto (basato sulla sua reputazione presso il pubblico di riferimento) Pubbliredazionali: inserzione a pagamento sotto forma di articolo, con l’indicazione che si tratta di pubblicità Redazionale: regalo che il giornale fa a qualcuno, sotto forma di articolo che sembra spontaneo, di informazione Marchetta: redazionale, ospitata fatta per promuovere ma presentata come disinteressata

Questo fenomeno ricorda quello del testimonial e dei “pubbliredazionali” sui giornali

Testimonial: personaggio famoso ingaggiato per pubblicizzare un prodotto (basato sulla sua reputazione presso il pubblico di riferimento)

Pubbliredazionali: inserzione a pagamento sotto forma di articolo, con l’indicazione che si tratta di pubblicità

Redazionale: regalo che il giornale fa a qualcuno, sotto forma di articolo che sembra spontaneo, di informazione

Marchetta: redazionale, ospitata fatta per promuovere ma presentata come disinteressata

Forme sperimentali di sfruttamento della influence Ospitare un banner di cui si “garantisce” Si usa la influence per dichiarare esplicitamente la pubblicità, che è presentata come “selezionata” - magari parlandone pure in post del blog Caso metafora.it, thedesk.com, ecc.

Ospitare un banner di cui si “garantisce”

Si usa la influence per dichiarare esplicitamente la pubblicità, che è presentata come “selezionata” - magari parlandone pure in post del blog

Caso metafora.it, thedesk.com, ecc.

Steven B. Johnson Ritiene che i blog più diffusi siano sulla tecnologia, e, subito dopo, sulla politica, semplicemente perché i primi ad andare sulla rete sono i tecnici e gli appassionati di politica Presto su ogni argomento la rete offrirà varietà di spunti in tempo reale, rapidi e ricchi Anche se non sappiamo come pagherà

Ritiene che i blog più diffusi siano sulla tecnologia, e, subito dopo, sulla politica, semplicemente perché i primi ad andare sulla rete sono i tecnici e gli appassionati di politica

Presto su ogni argomento la rete offrirà varietà di spunti in tempo reale, rapidi e ricchi

Anche se non sappiamo come pagherà

Clay Shirky Smettere di pensare al giornalismo come la preservazione dell’esistente, e cogliere l’opportunità della creazione di qualcosa di nuovo, anche se non sappiamo come il business evolverà. Lo scopriremo strada facendo

Smettere di pensare al giornalismo come la preservazione dell’esistente, e cogliere l’opportunità della creazione di qualcosa di nuovo, anche se non sappiamo come il business evolverà.

Lo scopriremo strada facendo

Blog e altri strumenti Blog e altri strumenti di presenza online che superano il sito statico sono molto importanti e possono diventare fonti di informazione Discutiamo alcune differenze strutturali fra questi strumenti

Blog e altri strumenti di presenza online che superano il sito statico sono molto importanti e possono diventare fonti di informazione

Discutiamo alcune differenze strutturali fra questi strumenti

Caratteristiche generali del blog Sul lato utente: ordinato per recenza; archivi tematici e temporali Commenti possibili (non sempre); non sempre commenti ai commenti Sul lato autore: solo l’autore può scrivere o modificare il proprio post Possibile strumento di moderazione dei commenti Nessun workflow, di solito Versionamento di norma assente

Sul lato utente: ordinato per recenza; archivi tematici e temporali

Commenti possibili (non sempre); non sempre commenti ai commenti

Sul lato autore: solo l’autore può scrivere o modificare il proprio post

Possibile strumento di moderazione dei commenti

Nessun workflow, di solito

Versionamento di norma assente

wiki Strumenti di scrittura collaborativa Un testo può venir modificato da chiunque (si iscriva) Non presente il commento, se non all’interno del pool di autori E’ possibile tornare ad una versione precedente del contenuto Moderazione a posteriori Focus sulla facilità di modifica, strumento collaborativo di gruppo, abolito il concetto di autore

Strumenti di scrittura collaborativa

Un testo può venir modificato da chiunque (si iscriva)

Non presente il commento, se non all’interno del pool di autori

E’ possibile tornare ad una versione precedente del contenuto

Moderazione a posteriori

Focus sulla facilità di modifica, strumento collaborativo di gruppo, abolito il concetto di autore

Forum Strumenti di discussione Ogni iscritto può iniziare una discussione Ogni iscritto può replicare, partecipando alla discussione Non articoli, ma discussioni: temi, dubbi, domande, richieste di aiuto Gli altri rispondono, commenta, si scambiano idee Ognuno è autore del proprio intervento (e solo lui e l’amministratore può moderarlo/cambiarlo) È presente la figura dell’amministratore (controllore della buona etichetta)

Strumenti di discussione

Ogni iscritto può iniziare una discussione

Ogni iscritto può replicare, partecipando alla discussione

Non articoli, ma discussioni: temi, dubbi, domande, richieste di aiuto

Gli altri rispondono, commenta, si scambiano idee

Ognuno è autore del proprio intervento (e solo lui e l’amministratore può moderarlo/cambiarlo)

È presente la figura dell’amministratore (controllore della buona etichetta)

Social sharing In un luogo unico si inseriscono (tramite upload e previa creazione di un account) contenuti che si vogliono condividere, non legati al proprio sito; youtube; flickr. Canali, categorie, autori: si può cercare in molti modi Il social sharing ha introdotto il concetto di tag: etichetta (categoria, argomento) appiccicato ad ogni pezzo, in maniera destrutturata Le persone trovano più facilmente qualcosa se vanno a cercarlo in un posto unico, piuttosto che navigare per tutti i siti esistenti! Specie di repository centrale, dove passa tutto ciò che può interessarci

In un luogo unico si inseriscono (tramite upload e previa creazione di un account) contenuti che si vogliono condividere, non legati al proprio sito; youtube; flickr.

Canali, categorie, autori: si può cercare in molti modi

Il social sharing ha introdotto il concetto di tag: etichetta (categoria, argomento) appiccicato ad ogni pezzo, in maniera destrutturata

Le persone trovano più facilmente qualcosa se vanno a cercarlo in un posto unico, piuttosto che navigare per tutti i siti esistenti!

Specie di repository centrale, dove passa tutto ciò che può interessarci

Social network Luogo dove si incontrano persone significative, si organizzano profili, messaggistica, scambio di informazioni ad un gruppo selezionato di utenti della rete Più semplice che scrivere le stesse cose a tutti, per esempio: anche qui l’idea centrale è di essere una repository che semplifica la necessità di una gestione frammentaria delle relazioni

Luogo dove si incontrano persone significative, si organizzano profili, messaggistica, scambio di informazioni ad un gruppo selezionato di utenti della rete

Più semplice che scrivere le stesse cose a tutti, per esempio: anche qui l’idea centrale è di essere una repository che semplifica la necessità di una gestione frammentaria delle relazioni

Tendenza aggregativa Si sta dunque andando, man mano che in rete entra la maggioranza degli utenti, verso una tendenza all’emersione di luoghi aggregativi, che convivono con i luoghi singoli gestiti da ciascuno (i siti), ma semplificano il ritrovamento e la condivisione di informazioni, contenuti, relazioni Riducono il carico cognitivo e l’information overload, con l’ansia ad essa connessa

Si sta dunque andando, man mano che in rete entra la maggioranza degli utenti, verso una tendenza all’emersione di luoghi aggregativi, che convivono con i luoghi singoli gestiti da ciascuno (i siti), ma semplificano il ritrovamento e la condivisione di informazioni, contenuti, relazioni

Riducono il carico cognitivo e l’information overload, con l’ansia ad essa connessa

Aggregatori di news Svolgono la stessa funzione: in un luogo solo, titoli e sommari di contenuti tematizzati provenienti da fonti diverse Le fonti continuano ad esistere, ma l’aggregatore ne semplifica l’uso e assume importanza cruciale Solitamente legati all’esistenza di una tecnologia di marcatura chiamata feed, o canale rss, o file rss: una variante di html (più o meno) che consente di avere il contenuto separato da forma e archiviazione, e ripresentarlo altrove sottoscrivendolo Anche tematici (funzionano come un sito giornalistico) Anche personalizzabili(netvibes, google reader…)

Svolgono la stessa funzione: in un luogo solo, titoli e sommari di contenuti tematizzati provenienti da fonti diverse

Le fonti continuano ad esistere, ma l’aggregatore ne semplifica l’uso e assume importanza cruciale

Solitamente legati all’esistenza di una tecnologia di marcatura chiamata feed, o canale rss, o file rss: una variante di html (più o meno) che consente di avere il contenuto separato da forma e archiviazione, e ripresentarlo altrove sottoscrivendolo

Anche tematici (funzionano come un sito giornalistico)

Anche personalizzabili(netvibes, google reader…)

Siti che fanno giornalismo Big media: gruppi editoriali imprenditoriali che sono dominanti anche negli altri canali Blog Blog collettivi Siti di citizen media Distribuzione di informazioni su social network Aggregatori di news (anche tematici)

Big media: gruppi editoriali imprenditoriali che sono dominanti anche negli altri canali

Blog

Blog collettivi

Siti di citizen media

Distribuzione di informazioni su social network

Aggregatori di news (anche tematici)

Big Media Hanno il problema di mantenere online il prestigio acquisito offline; sono lenti, strutturati in maniera complessa, poco sensibili ai cambiamenti, ricchi di contenuti, con business model variabili; il contenuto è in competizione con il cartaceo/tv, ma consente di aumentare lettori Corriere.it Repubblica.it Nyt.com …

Hanno il problema di mantenere online il prestigio acquisito offline; sono lenti, strutturati in maniera complessa, poco sensibili ai cambiamenti, ricchi di contenuti, con business model variabili; il contenuto è in competizione con il cartaceo/tv, ma consente di aumentare lettori

Corriere.it

Repubblica.it

Nyt.com



Blog Singoli giornalisti con esperienza di scrittura, conoscenza del meccanismo mediatico, reti di contatti, abilità a reperire fonti, credibilità Costruiscono un luogo virtuale per aumentare il proprio prestigio Non hanno necessità di guadagno, perché lavorano per i media tradizionali A volte sono incapsulati nei big media

Singoli giornalisti con esperienza di scrittura, conoscenza del meccanismo mediatico, reti di contatti, abilità a reperire fonti, credibilità

Costruiscono un luogo virtuale per aumentare il proprio prestigio

Non hanno necessità di guadagno, perché lavorano per i media tradizionali

A volte sono incapsulati nei big media

Blog collettivi Siti che provano a unire competenze di singoli accomunati da una visione unitaria, per fare massa critica, brand, prestigio Macchianera.net Lavoce.info Visionpost.it (simile ad un’agenzia stampa, in realtà: gli strumenti qui si confondono) Oneblog.it Nova100.sole24ore.it Huffington post, Gawker, lifejacket, politico… Danno vita ad una specie di portale multivoce, in grado di competere meglio con i big media o almeno di posizionarsi. E’ richiesta competenza sia nelle discipline sia nella scrittura A volte sono incapsulati nei big media

Siti che provano a unire competenze di singoli accomunati da una visione unitaria, per fare massa critica, brand, prestigio

Macchianera.net

Lavoce.info

Visionpost.it (simile ad un’agenzia stampa, in realtà: gli strumenti qui si confondono)

Oneblog.it

Nova100.sole24ore.it

Huffington post, Gawker, lifejacket, politico…

Danno vita ad una specie di portale multivoce, in grado di competere meglio con i big media o almeno di posizionarsi. E’ richiesta competenza sia nelle discipline sia nella scrittura

A volte sono incapsulati nei big media

Citizen media Puntano su autori non professionalizzati, amatoriali, o esordienti, hanno controllo redazionale variabile. Copertura casuale, movimenti controculturali, emergenza di temi di contestazione rispetto ai media tradizionali; occasionalmente scoop Ohmynews Newsvine Agoravox Current tv di Al Gore Fainotizia.it…

Puntano su autori non professionalizzati, amatoriali, o esordienti, hanno controllo redazionale variabile. Copertura casuale, movimenti controculturali, emergenza di temi di contestazione rispetto ai media tradizionali; occasionalmente scoop

Ohmynews

Newsvine

Agoravox

Current tv di Al Gore

Fainotizia.it…

Local journalism? Emerge una tendenza a sviluppare progetti aggregativi di informazioni dal basso a livello locale, buoni per informare la comunità in cui si sta. La rete non è solo globale: è anche un possibile collante territoriale.

Emerge una tendenza a sviluppare progetti aggregativi di informazioni dal basso a livello locale, buoni per informare la comunità in cui si sta.

La rete non è solo globale: è anche un possibile collante territoriale.

Come vivono? A mancare sono sempre i modelli di business Pubblicità Sottoscrizioni Contributi da cittadini Mecenatismo Vendita di altro: collaterali C’è bisogno di centinaia di migliaia di pagine viste (al giorno) per generare entrate interessanti

A mancare sono sempre i modelli di business

Pubblicità

Sottoscrizioni

Contributi da cittadini

Mecenatismo

Vendita di altro: collaterali

C’è bisogno di centinaia di migliaia di pagine viste (al giorno) per generare entrate interessanti

Evoluzione dei blog collettivi Alcuni blog collettivi particolarmente ben gestiti si stanno trasformando in testate vere e proprie. Collaboratori anche pagati (con meccanismi a volte perversi), soprattutto in lingua inglese Hanno costi di gestione infinitamente più bassi di una testata tradizionale, e dimostrano che i big media vanno ristrutturati per reggere l’online, dove la leggerezza può pagare

Alcuni blog collettivi particolarmente ben gestiti si stanno trasformando in testate vere e proprie.

Collaboratori anche pagati (con meccanismi a volte perversi), soprattutto in lingua inglese

Hanno costi di gestione infinitamente più bassi di una testata tradizionale, e dimostrano che i big media vanno ristrutturati per reggere l’online, dove la leggerezza può pagare

Aggregatori di news Google news e yahoo notizie Liquida (immagini video e news dai blog Wikio Trovanotizie.com Ecc.

Google news e yahoo notizie

Liquida (immagini video e news dai blog

Wikio

Trovanotizie.com

Ecc.

I social network come fonte di promozione Parlare delle proprie attività e iniziative ad amici e colleghi, o al mondo Facebook Myspace Twitter LinkedIn

Parlare delle proprie attività e iniziative ad amici e colleghi, o al mondo

Facebook

Myspace

Twitter

LinkedIn

Continua…

Add a comment

Related pages

tipi di siti web - Web Designer Gabriele D'Amato

Ciò che caratterizza questi tipi di siti web è l'alta interazione fra sito web ed ... che permettono di gestire il proprio negozio online in completa ...
Read more

Tipi di dati - #2 - Libemax - Database online - YouTube

In questo video tutorial vengono trattati i seguenti tipi di colonne: - Menù a tendina - Scelta multipla Libemax - Database online http://www ...
Read more

8 tipi di donne giapponesi secondo i siti giapponesi - YouTube

A grande richiesta, il video sui tipi di donne giapponesi! Ho fatto un bel po' di ricerche e ho trovato del materiale interessante. :) Spero che ...
Read more

Tipi Di Siti Online - Technology

Collaborare online Chat, forum, blog, CMS. Da vetrina… Siti web per promuovere Siti per informare Siti portali e motori di ricerca. Slide 1 Collaborare ...
Read more

Gestire i tipi di risultati - SharePoint Online

Gestire i tipi di risultati. Importante Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità.
Read more

Pianificare i siti e gestire gli utenti - SharePoint Online

Pianificare i siti e gestire gli utenti. Importante Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità
Read more

Tipi di link - in che modo è possibile linkare i siti web ...

I link possono essere di diversi tipi a seconda della relazione che esiste tra i siti che li ospitano. Di seguito elencherò tutti i ... Corso SEO Online.
Read more

Elenco dei tipi di scommesse sportive giocabili online

Si elencano le varie tipologie di scommesse sportive (calcio incluso) che vengono offerte dai bookmakers ... Tutti i tipi di scommesse.
Read more

la differenza tra siti internet, blog, portali e cms

Quanti tipi di Sito Web ci sono... BLOG, SITO INTERNET, PORTALE E CMS. ... Facile! il sistema di amministrazione per i siti web; Quanto costa un sito web;
Read more