Sei proprio il mio Typo.

50 %
50 %
Information about Sei proprio il mio Typo.
Design

Published on February 21, 2014

Author: thecreativeway

Source: slideshare.net

Sei proprio il mio Typo.

“Sei proprio il mio Typo” Font: sconosciuti alla gente comune fino a vent’anni fa. Grazie alla tecnologia, sono protagoniste del nostro quotidiano. Il libro è un compendio sulla secolare storia della Tipografia, condito di aneddoti su varie famiglie di caratteri. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Non semplici lettere… I font non sono semplici disegni di lettere, ma sono un vero e proprio veicolo di emozioni e informazioni. Hanno una grandissima capacità comunicativa. Sono l’“elemento zero” del Graphic Design. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Il Comic Sans non è nato per suscitare odio e repulsione, né tantomeno per finire sulle fiancate di un’ambulanza o su una lapide. Disegnato nel 1994 da Vincent Connare, dipendente della Microsoft Corporation, per migliorare Microsoft Bob, un pacchetto software che permetteva di scrivere testi e gestire le spese personali. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Microsoft Bob era amichevole (all’epoca le persone non avevano familiarità con i computer). L’interfaccia del software presentava immagini dallo stile infantile e testi in Times New Roman: il contrasto era davvero stridente. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Il Times New Roman è stato disegnato nei primi Anni ‘30 da Stanley Morison per rinnovare il “The Times”. Il suo motto era: “un carattere che vuole avere un presente, se non addirittura un futuro, non dev’essere né molto diverso né molto allegro” Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Connare si è fatto influenzare da Roy Lichtenstein e dal mondo dei fumetti. Così disegna il Comic Sans, caratterizzato da lettere morbide, arrotondate, senza fastidiose punte aguzze. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Purtroppo gli spazi ingombro di Microsoft Bob erano stati interamente progettati sulle misure del Times New Roman, quindi il Comic Sans, più grande, non poteva essere utilizzato. Microsoft Bob fu un flop. Nessuno giudicò il font inadatto, ma qualche tempo dopo il carattere di Connare fu utilizzato per Microsoft Movie Maker, che fu un enorme successo. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. Diffusione globale del Comic Sans: dopo essere stato incluso come carattere di sistema in Windows 95. Tutti possono usarlo, e quindi inizia a comparire ovunque, spesso a sproposito: fiancate di ambulanze, siti porno, divise della nazionale di basket portoghese, spot pubblicitari… Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. La ribellione: il sito “Ban Comic Sans”. I fondatori, Holly e David Combs, affermano: “Quando si disegna un cartello “Vietato l’ingresso”, è consigliabile l’uso di un font dai tratti marcati, capaci di attirare l’attenzione, come l’Impact o l’Arial Black. Comporre un messaggio di questo genere in Comic Sans sarebbe ridicolo […] come presentarsi a un ricevimento elegante con un costume da clown” Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Font(e) di guai. A sua volta, Connare afferma: “Se si ama il Comic Sans non si sa granché di Tipografia. Se lo si odia, non si sa ugualmente granché di Tipografia” Ma perché la gente ama il Comic Sans? Perché non sembra una font. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Futura vs. Verdana. Agosto 2009: Ikea cambia il proprio font istituzionale. Viene abbandonato l’elegante Futura, a favore del moderno Verdana. L’idea era utilizzare, per i materiali da stampa, il carattere già in uso per il sito web. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Futura vs. Verdana. Il Verdana, però, è stato progettato per la visualizzazione a corpi ridotti, e appare piuttosto goffo a grandi dimensioni. Si scatenò un putiferio mediatico, tanto che perfino il New York Times ne parlò: “è la controversia più accesa di cui sia mai giunta notizia dalla Svezia” Alcuni hanno addirittura parlato di Verdanagate. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Futura vs. Verdana. La nuova veste grafica non è stata determinata da un’azienda che sfoggiava i suoi 66 anni di tradizione, bensì dalle economie di scala e dalle esigenze dell’era digitale. Come la libreria Billy, anche il Verdana si trova quasi in ogni casa. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Fine Anni ‘50: rivoluzione grafica in Gran Bretagna, grazie alle figure di Jock Kinneir e Margaret Calvert. Il loro carattere, il Transport, compare su quasi tutti i cartelli stradali d’Europa (e non solo). Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Nel 1957 si inizia a costruire il primo tratto di quella che sarebbe diventata la M1, tra Londra e lo Yorkshire. Era necessario creare indicazioni da approntare in tempi brevi. Kinneir e la Calvert ricevettero alcune raccomandazioni: “Sia chiaro che non dovrete inventare l’alfabeto di un carattere totalmente nuovo. […] Il comitato si è abituato ad accettare il peso e l’aspetto generale dell’alfabeto tedesco” I due ignorarono totalmente queste raccomandazioni. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Evitarono di ricorrere al DIN (Deutsche Industrie Norm), usato per le autostrade e le targhe della Germania occidentale, nato negli Anni ‘20, con tratti di spessore uniforme che favorivano la leggibilità. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Disegnarono però il Transport: le forme geometriche delle lettere erano studiate per consentire una lettura più veloce possibile dei toponimi. Ma le lettere erano solo la metà dell’opera: bisognava osservare se funzionavano una volta applicati sui cartelli stradali. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Studi sull’impatto dei fari e dell’alone, ossia l’effetto di diffusione della luce che rendeva necessario che le lettere bianche su fondo nero fossero leggermente più sottili di quelle nere su fondo bianco. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Caratteri su quattro ruote. Poco dopo l’inaugurazione del primo tratto dell’M1 nel 1959, i nuovi cartelli si dimostrarono così efficaci che nessuno li degnò di una seconda occhiata. “Si tratta di facilitare il riconoscimento delle parole anziché costringere l’automobilista a leggere ogni lettera” “Paragono il sistema ai ritratti di Rembrandt: da vicino non ha alcun senso, ma lo acquista alla giusta distanza” Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

YES, WE CAN. “Non sono obbligato a vincere, ma sono obbligato a dire la verità” Barak Obama, alla vigilia del voto sulla sua storica riforma sanitaria nel marzo del 2010. Alcuni caratteri danno l’impressione che ogni parola in cui compaiono sia onesta e obiettiva. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

YES, WE CAN. Gotham: creato nel 2000 da Tobias Frere-Jones per la Hoefler & Frere-Jones, importante azienda newyorkese di progettazione tipografica. 2008: anno della vera consacrazione di questo font, che diventa il centro dell’immagine grafica di Barak Obama. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

YES, WE CAN. Svolta: la campagna di Obama ha una vera e propria immagine coordinata, progettata con la stessa disciplina necessaria per creare l’identità di una grande azienda. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

YES, WE CAN. Lettere semplici, senza grazie, solide e durevoli, discrete e innocue. Comunicano lungimiranza senza spaventare gli elettori. Inoltre è versatile perché presenta una quarantina di varianti. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

YES, WE CAN. Negli USA simboleggia qualcosa più del cambiamento: lo si trova nell’iscrizione della prima pietra posata per la Freedom Tower a Ground Zero e si associa immediatamente all’idea della vittoria e del successo ottenuto onestamente. Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Grazie! Presentazione | “Sei proprio il mio Typo”, S. Garfield

Add a comment

Related presentations

Related pages

Sei proprio il mio Typo: La vita segreta delle font eBook ...

Sei proprio il mio Typo: La vita segreta delle font eBook: Simon Garfield, Roberta Zuppet: Amazon.de: Kindle-Shop
Read more

Sei proprio il mio Typo eBook von Simon Garfield ...

Lesen Sie Sei proprio il mio Typo La vita segreta delle font von Simon Garfield mit Kobo. Pressoché sconosciute fino a vent'anni fa, grazie all'avvento ...
Read more

Casa editrice Ponte Alle Grazie

SEI PROPRIO IL MIO TYPO La vita segreta delle font Simon Garfield Traduzione di Roberta Zuppet Saggistica Collana: Saggi Pagine: 368 Prezzo: € 22.00
Read more

Sei Proprio Il Mio Typo - Fanpage | Facebook

See more of Sei Proprio Il Mio Typo - Fanpage by logging into Facebook
Read more

Sei proprio il mio typo. La vita segreta delle font ...

Sei proprio il mio Typo: La vita segreta delle font und über 4,5 Millionen weitere Bücher verfügbar für Amazon Kindle. Erfahren Sie mehr
Read more

Sei proprio il mio typo | Biblioteca Salaborsa

La grafica, prima disciplina e poi professione dai confini molto incerti e soprattutto frastagliati, ha a che fare con le lettere, con le forme, con il ...
Read more

Amazon.it: Sei proprio il mio typo. La vita segreta delle ...

Scopri Sei proprio il mio typo. La vita segreta delle font di Simon Garfield, R. Zuppet: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da ...
Read more

Sei proprio il mio typo - Community - Google+

Benvenuti a tutti! Questa community vuole essere un punto d'incontro divertente/interessante per tutti gli amanti della #tipografia, a cominciare dai ...
Read more

Sei proprio il mio Typo: La vita segreta delle font by ...

Start by marking “Sei proprio il mio Typo: La vita segreta delle font” as Want to Read:
Read more