Presentazione progetto bullismo def

50 %
50 %
Information about Presentazione progetto bullismo def
Education

Published on March 2, 2014

Author: gabrielladellunto

Source: slideshare.net

Description

Progetto: laboratorio didattico per la realizzazione simulata di un sito web sul cyberbullismo

Laboratorio didattico per la realizzazione simulata di un sito web finalizzato all’informazione e alla prevenzione del cyberbullismo.

LA SCELTA DEL PERCORSO DIDATTICO È SCATURITA DALLA MATURATA CONSAPEVOLEZZA CHE STUDIARE I PROCESSI COMUNICATIVI, CHE AVVENGONO ATTRAVERSO L’USO DELLE NUOVE TECNOLOGIE, PUÒ CONDURRE AD UN USO PIÙ CONSAPEVOLE DELLA COMUNICAZIONE, PUÒ AIUTARE I RAGAZZI AD AGIRE RESPONSABILMENTE E IN SICUREZZA, I GENITORI A FARE CHIAREZZA SULL'ASPETTO RELATIVO ALL'USO/ABUSO DEI NUOVI STRUMENTI DIGITALI E DELLE TECNOLOGIE DI COMUNICAZIONE.

 SENSIBILIZZARE I GIOVANI AD UN USO RESPONSABILE DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE, DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK, PERCHÉ SVILUPPINO COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE DI CITTADINANZA NEL RISPETTO DELLE REGOLE DELLA CONVIVENZA CIVILE;  FAVORIRE IL CONFRONTO TRA STUDENTI SUL TEMA DELLA “VITA VIRTUALE” AL FINE DI AIUTARE A PREVENIRE DISAGI DERIVANTI DALLE VIDEODIPENDENZE;  OFFRIRE ALLE FAMIGLIE E AI DOCENTI L’OPPORTUNITÀ DI SUPERARE IL “DIGITAL DIVIDE” CREATOSI TRA LORO E I PROPRI FIGLI/STUDENTI;  SENSIBILIZZARE GLI STAKEHOLDER (DOCENTI, GENITORI, ISTITUZIONI….) E FAVORIRE LA CULTURA DELLA SICUREZZA SUL WEB TRAMITE LA DIFFUSIONE DI INFORMAZIONI A VANTAGGIO DI TUTTA LA POPOLAZIONE.

COMPRENDERE L’IMPORTANZA DELL’ASCOLTO PER UN APPRENDIMENTO PIÙ CONSAPEVOLE E PARTECIPATO; PROMUOVERE LA CULTURA DEL DIGITALE E L’UTILIZZO, CONSAPEVOLE E RESPONSABILE, DELLE NUOVE TECNOLOGIE COMUNICATIVE AL FINE DI AMPLIARE LE DINAMICHE FORMATIVE DELLE NUOVE GENERAZIONI; COMPRENDERE L’IMPORTANZA CHE IL CONTRIBUTO DI CIASCUNO PUÒ OFFRIRE ALL’INTERNO DI UN GRUPPO DI LAVORO DOCUMENTARE IL PRODOTTO FINALE, IN TERMINI DI PROCESSI, PROCEDURE E RISULTATI, PER LA REALIZZAZIONE DI UN CIRCUITO DI BUONE PRATICHE, QUALI MODELLI TRASFERIBILI A SOSTEGNO DELL’INNOVAZIONE, ATTRAVERSO SISTEMI E LINGUAGGI MULTIMEDIALI

PROGETTARE: ELABORARE E REALIZZARE PROGETTI RIGUARDANTI LO SVILUPPO DELLE PROPRIE ATTIVITÀ DI STUDIO E DI LAVORO, UTILIZZANDO LA CONOSCENZE APPRESE COMUNICARE: COMPRENDERE MESSAGGI DI GENERE DIVERSO, MEDIANTE DIVERSI SUPPORTI RAPPRESENTARE EVENTI E FENOMENI, UTILIZZANDO LINGUAGGI DIVERSI MEDIANTE DIVERSI SUPPORTI RISOLVERE PROBLEMI: AFFRONTARE SITUAZIONI PROBLEMATICHE COSTRUENDO E VERIFICANDO IPOTESI, INDIVIDUANDO LE FONTI E LE RISORSE ADEGUATE, RACCOGLIENDO E VALUTANDO I DATI ACQUISIRE E INTERPRETARE L’INFORMAZIONE: ACQUISIRE E INTERPRETARE CRITICAMENTE L’INFORMAZIONE RICEVUTA NEI DIVERSI AMBITI E ATTRAVERSO DIVERSI STRUMENTI COMUNICATIVI, VALUTANDONE L’ATTENDIBILITÀ E L’UTILITÀ COLLABORARE E PARTECIPARE

ASSE STORICO-SOCIALE COMPRENDERE COME L’EVOLUZIONE DEL SISTEMA COMUNICATIVO ABBIA INFLUENZATO LA STORIA NELLE DIVERSE AREE GEOGRAFICHE. INDIVIDUARE LE CARATTERISTICHE CHE REGOLANO LE NORME DEL VIVERE ALL’INTERNO DI UNA COMUNITÀ SOCIALE, A PARTIRE DALL’ESPERIENZA DIRETTA IN CLASSE INDIVIDUARE I LIMITI CHE LA COMUNICAZIONE INCONTRA IN RELAZIONE ALL’ESIGENZA DI TUTELA DELLA PRIVACY E DELLA SEGRETEZZA DELLA CORRISPONDENZA. COMPRENDERE QUANDO LA COMUNICAZIONE PUÒ CONCRETIZZARE COMPORTAMENTI) DIFFAMATORI O DI BULLISMO SOPRATTUTTO CON L’UTILIZZO DELLE NUOVE TECNOLOGIE INFORMATICHE (CYBERBULLISMO) ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO RICONOSCERE IL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NEL QUOTIDIANO UTILIZZARE LE FUNZIONI DI BASE DELLE TECNOLOGIE PIÙ COMUNI PER VARI SCOPI COMUNICATIVI CERCARE INFORMAZIONI IN RETE ESSERE CONSAPEVOLE DELLE POTENZIALITÀ E DEI LIMITI DELLE TECNOLOGIE NEL CONTESTO CULTURALE E SOCIALE IN CUI VENGONO APPLICATE

IL PROGETTO VEDE IL COINVOLGIMENTO DEGLI STUDENTI, NATIVI DIGITALI, DI ALCUNE CLASSI DEL BIENNIO NELLA PREPARAZIONE DEL MATERIALE PER LA CREAZIONE DI UN SITO FITTIZIO FINALIZZATO ALLA DIFFUSIONE DI UN USO SICURO E RESPONSABILE DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK. TALE MATERIALE, GLI STEP DI AVANZAMENTO DEI LAVORI E LA PUBBLICAZIONE DEL DOCUMENTO CONCLUSIVO, SARANNO INSERITI NELL’APPOSITA AREA SULLA PIATTAFORMA DEL PROGETTO SCUOLA +, PER LA DIFFUSIONE DELLE BUONE PRATICHE, PER SENSIBILIZZARE GLI STUDENTI DI ALTRI ISTITUTI DEL TERRITORIO E NON. IL PROGETTO È RIVOLTO ANCHE ALLE FAMIGLIE OFFRENDO LORO L’OPPORTUNITÀ DI SUPERARE IL DIGITAL DIVIDE CREATOSI CON I FIGLI PER AIUTARLI A PREVENIRE SITUAZIONI PERICOLOSE E DISAGI PSICOLOGICI DERIVANTI DALLE VIDEODIPENDENZE.

Fasi Esiti Valutazione Spiegazione Comprensione con dossier materiali di lavoro Frontale consegne Compilazione del modulo relativo alla consegna per gli studenti organizzazione: divisione gruppi e assegnazione compito 2 Strumenti e metodologia presentazione del progetto 1 Attività Pubblicazione all’interno del sito web della scuola del link al progetto studio e progettazione distribuzione del lavoro analisi dei dati Schede di della struttura dei contenuti del sito: home tra i membri del gruppo page, menù e widget, link interni. cooperative learning 3 ricerca e selezione del materiale da inserire sul sito 4 5 Internet (a scuola) CDD frontale, Round table Elaborazione di una bozza osservazione della progettazione Spiegazione scelta del materiale Condivisione e scambi di idee attraverso la condivisione dei vari step di avanzamento e del community della piattaforma lavori intermedi Condivisione degli step di avanzamento sui social network completamento del lavoro finale Attività laboratoriale in aula presentazione Schede di osservazione confronto tra docenti e tra docenti e studenti Cooperative learning definitiva Valutazione del prodotto sulla base di criteri definiti in fase progettuale (chiarezza, comprensibilità, pertinenza, attendibilità)

ACCANTO A LEZIONI INTRODUTTIVE E FORMATIVE SARANNO POI PROPOSTE ATTIVITÀ DIDATTICO-LABORATORIALI CARATTERIZZATE DA UN TAGLIO FORTEMENTE OPERATIVO ATTRAVERSO IL LAVORO DI GRUPPO. SARANNO REALIZZATI LABORATORI CON MODALITÀ DI RICERCA-AZIONE DI DURATA DEFINITA SARANNO SPERIMENTATI NUOVI MODI PER ORGANIZZARE IL TEMPO E LO SPAZIO DI APPRENDIMENTO CON L’ESTENSIONE DELLO SPAZIO-CLASSE AD AMBIENTI DI APPRENDIMENTO VIRTUALE DOVE GLI ALUNNI SARANNO POSTI AL CENTRO DEL PROCESSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO COME PROTAGONISTI NELLA COSTRUZIONE DEI PROPRI SAPERI ATTRAVERSO: COOPERATIVE LEARNING, DIDATTICA LABORATORIALE, LEZIONE PARTECIPATA, ROLE PLAY, PAIR WORK, ROUND TABLE.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL PRODOTTO FINALE (Strumenti di valutazione per il docente) LIVELLO 1: NON RAGGIUNTO LIVELLO 2: BASE LIVELLO 3: INTERMEDIO LIVELLO 4: AVANZATO DIMENSIONE DI OSSERVAZIONE CORRETTEZZA, PRECISIONE, FUNZIONALITA’ CRITERI LIVELLI PRECISIONE, 4 FUNZIONALITA’ , EFFICACIA 3 DESCRITTORI Le soluzioni adottate risultano precise e pienamente funzionali, efficaci dal punto di vista pratico ed estetico Le soluzioni adottate sono precise, corrette e funzionali 2 Le soluzioni adottate sono in gran parte corrette e funzionali pur presentando alcune debolezze 1 Il prodotto presenta scorrettezze esecutive che ne compromettono la funzionalità ORRETTEZZA E 4 COMPLETEZZA Il prodotto è completo di tutte le sue parti, rispondente a tutti i parametri della consegna 3 Il prodotto risponde sufficientemente ai parametri della consegna 2 Il prodotto presenta alcune incompletezze 1 Il prodotto è incompleto ed eseguito in modo sommario ORIGINALITA’ E 4 CREATIVITA’ Il prodotto presenta caratteri di originalità che esprimono capaccità creative 3 Il prodotto presenta alcuni caratteri di originalità che esprimono discrete capacità creative 2 Il prodotto talora presenta qualche elemento di originalità 1 Il prodotto non presenta alcun tratto di originalità PUNTEGGI

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO, IN RELAZIONE ALLE COMPETENZE CHIAVE RIFERITE AL PROGETTO (strumenti di valutazione per il docente) COMPETENZA CHIAVE DI RIFERIMENTO Collaborare e partecipare CRITERI LIVELLI Relazione con i dicenti 4 e con i compagni 3 2 1 Cooperazione e 4 disponibilità ad assumere incarichi e a portarli a termine 3 autonomia DESCRITTORI L’alunno ha un’ottima relazione con i docenti e con i compagni, socializza esperienze e saperi interagendo positivamente, arricchendo-riorganizzando le proprie idee in modo dinamico L’alunno manifesta una buona relazione con i docenti e con i compagni, socializza esperienze e saperi interagendo positivamente, arricchendo-riorganizzando le proprie idee in modo dinamico L’alunno relazione essenziale con i docenti e con i compagni, socializza alcune esperienze e saperi interagendo in modo discontinuo. L’allievo ha difficoltà a relazionarsi con docenti ed alunni. E’ disponibile solo saltuariamente a socializzare le esperienze All’interno del gruppo di lavoro, l’alunno è disponibile alla cooperazione, assume incarichi e li porta a termine con responsabilità All’interno del gruppo di lavoro, l’alunno è abbastanza disponibile a cooperare e assumere incarichi che generalmente porta a termine. 2 All’interno del gruppo di lavoro, l’alunno accetta di cooperare e di assumere incarichi con il supporto del docente. 1 All’interno del gruppo di lavoro, l’alunno a coopera in modo limitato e porta a termine incarichi solo se sollecitato PUNTEGGIO

Progettare e Capacità di trasferire le risolvere conoscenze acquisite problemi Acquisire e interpretare l’informaione 4 Ha un’eccellente capacità di trasferire saperi e saper far fare in situazioni nuove, con pertinenza, adattandoli e rielaborandoli nel nuovo contesto, individuando collegamenti 3 Trasferisce i saperi e il saper fare in situazioni nuove adattandoli e rielaborandoli, individuando collegamenti 2 Trasferisce saperi e saper fare essenziali in situazioni nuove e non sempre in modo pertinente Non sviluppa i suoi apprendimenti, usando saperi e saper fare solo nel medesimo contesto Ricerca, raccoglie e organizza le informazioni con eccellente attenzione al metodo. Sa riutilizzarle al momento opportuno, le interpreta secondo una chiave di lettura 1 Ricerca e gestione delle informazioni 4 3 2 1 Ricerca, raccoglie e organizza le informazioni con discreta attenzione al metodo. Sa riutilizzarle al momento opportuno, le interpreta secondo una chiave di lettura Ricerca, raccoglie e organizza le informazioni in maniera appena adeguata Ricerca, raccoglie e organizza le informazioni in maniera discontinua con scarsi elementi di metodo. Consapevolezza riflessiva 4 e critica Riflette appieno su ciò che ha imparato e sul processo personale impiegato, affrontandolo in modo critico 3 Riflette in modo adeguato su ciò che ha imparato e sul processo personale impiegato, affrontandolo in modo critico 2 Coglie gli aspetti essenziali di ciò che ha imparato e mostra un certo senso critico Presenta un atteggiamento puramente esecutivo e mostra solo preferenze emotive (mi piace/ non mi piace) 1

comunicare Efficacia 4 comunicativa rispetto allo scopo e al target di riferimento 3 Il linguaggio usato nella realizzazione del prodotto e nella sua illustrazione risulta chiaro, ben strutturato, adeguato al contesto e alla funzione del destinatario 2 Il linguaggio utilizzato è corretto, ma generico, essenziale e non calibrato alle specifiche funzioni né ai destinatari della comunicazione. 1 Il linguaggio utilizzato è generico, essenziale e non calibrato sulle specificità del prodotto Il linguaggio usato nella realizzazione del prodotto e nella sua illustrazione risulta, sia pur con qualche incertezza, adeguato al contesto e alla funzione del destinatario Utilizzo dei materiali 4 Utilizza i materiali raccolti con metodo e ne sa dare ottima interpretazione 3 Utilizza i materiali raccolti con metodo e ne sa dare una discreta interpretazione 2 Utilizza i materiali raccolti in maniera appena adeguata 1 L’allievo si limita, in modo discontinuo, a raccogliere materiali che cerca di rielaborare con scarsi elementi di metodo.

Competenze Utilizzo di strumenti 4 digitali digitali per reperire le informazioni utili al lavoro 3 LIVELLO 1: NON RAGGIUNTO LIVELLO 2: BASE LIVELLO 3: INTERMEDIO LIVELLO 4: AVANZATO Utilizza con autonomia motori di ricerca e strumenti digitali per reperire informazioni utili e pertinenti alla realizzazione del lavoro da svolgere Ricava informazioni da archivi digitali indicate dal gruppo e dal docente 2 Utilizza alcune informazioni da archivi digitali con il supporto del docente 1 Utilizza le informazioni ricavate in modo esecutivo Utilizzo di strumenti 4 digitali per realizzare il prodotto e per comunicare gli esiti 3 2 Utilizza PC e software specifici per realizzare il lavoro (elaboratori di testi, fogli di calcolo, presentazioni, immagini, posta elettronica, ecc) e per comunicarne gli esiti Utilizza PC e alcuni software specifici per realizzare il lavoro e comunicarne gli esiti Utilizza PC e alcuni software specifici per realizzare il lavoro e comunicarne gli esiti con il supporto dei compagni e del docente

A QUESTO PUNTO…….

Add a comment

Related presentations

Related pages

Presentazione progetto bullismo def - Education

presentazione def 1. questa e‟ la nostra scuola 2. presentarsi bene e‟ importante 3. diamo i numeri: 2 plessi 170 bambini 4. 0 palestre 0 laboratori 5.
Read more

Progetto Bullismo No Problem 2016 | News and Events ...

Presentazione progetto bullismo def 759 views. Share; Like; Download Progetto Bullismo No Problem guest2389c. Carte Bullismo guest867f4.
Read more

PRESENTAZIONE PROGETTO “BULLISMO E VANDALISMO”.

PRESENTAZIONE PROGETTO “BULLISMO E VANDALISMO”. Il progetto dedicato agli studenti è finalizzato all'educazione e all'informazione in merito al rispetto
Read more

Presentazione def - Education

Presentazione progetto bullismo def 1. Laboratorio didattico per la realizzazione simulata di un sito web finalizzato all’informazione e alla prevenzione ...
Read more

Presentazione progetto Siamo Tutti Capitano - YouTube

Scopriamo insieme i dati sul bullismo e le meccaniche per prevenirlo con Siamo Tutti Capitano! ... Presentazione progetto Siamo Tutti Capitano
Read more

Leone_DEF - YouTube

Progetto prevenzione "bullismo" Siamo tutti Capitano: caratteristiche comportamentali positive e negative del Leone
Read more

PRESENTAZIONE PROGETTO IGLOSS@1.0 - giustizia.it

PRESENTAZIONE PROGETTO IGLOSS@1.0 - L’ABC DEI COMPORTAMENTI DEVIANTI ... sono stati vittime di bullismo sia a scuola che su Internet, ...
Read more