Presentazione Esame Finale

100 %
0 %
Information about Presentazione Esame Finale

Published on June 19, 2007

Author: sandraslide

Source: slideshare.net

Il PROJECT WORK “LA DIDATTICA MULTIMEDIALE”

INDICE CONCLUSIONE IL PROJECT WORK DIDATTICA MULTIMEDIALE OAA

IL PROJECT WORK PRESENTAZIONE Il Project Work è una delle tappa del percorso di formazione che ci stato un lavoro cooperativo online. Durante lo svolgimento di questo lavoro ci stata la possibilità di: lavorare on line in maniera cooperativa ; condividere la progettazione di un percorso di formazione a distanza; - individuare una serie di buone norme utili per il lavoro del tutor on line.

Il Project Work è una delle tappa del percorso di formazione che ci stato un lavoro cooperativo online.

Durante lo svolgimento di questo lavoro ci stata la possibilità di:

lavorare on line in maniera cooperativa ;

condividere la progettazione di un percorso di formazione a

distanza;

- individuare una serie di buone norme utili per il

lavoro del tutor on line.

IL PROJECT WORK INTRODUZIONE Il project work on line consiste in un lavoro a progetto da svolgersi on line in gruppi di lavoro basati sul cooperative learning. Pertanto dovranno sono state creati 4 gruppi di lavoro. Ciascun gruppo composto da 4 persone. Ogni gruppo aveva un proprio specifico obiettivo che consisteva nella macro-progettazione di un percorso di formazione e nella micro-progettazione di un modulo del percorso in formazione a distanza.

Il project work on line consiste in un lavoro a progetto da svolgersi on line in gruppi di lavoro basati sul cooperative learning.

Pertanto dovranno sono state creati 4 gruppi di lavoro. Ciascun gruppo composto da 4 persone.

Ogni gruppo aveva un proprio specifico obiettivo che consisteva nella macro-progettazione di un percorso di formazione e nella micro-progettazione di un modulo del percorso in formazione a distanza.

IL PROJECT WORK INTRODUZIONE Il lavoro di gruppo ci stato svolto dal 2 febbraio 2007 al 11 giugno 2007. Ogni gruppo ha lavorato sugli strumenti offerti dalla piattaforma FAD Maestra e gli strumenti web 2.0, per lo svolgimento del proprio compito. E' stato aperto in piattaforma un Forum dal titolo PROJECT WORK nel quale ci stato possibile confrontarsi sullo svolgimento dei lavori di gruppo.

Il lavoro di gruppo ci stato svolto dal 2 febbraio 2007 al 11 giugno 2007.

Ogni gruppo ha lavorato sugli strumenti offerti dalla piattaforma FAD Maestra e gli strumenti web 2.0, per lo svolgimento del proprio compito.

E' stato aperto in piattaforma un Forum dal titolo PROJECT WORK nel quale ci stato possibile confrontarsi sullo svolgimento dei lavori di gruppo.

IL PROJECT WORK INTRODUZIONE OBIETTIVI Il project work online dovrà portare al raggiungimento dei seguenti obiettivi: Ogni gruppo di lavoro dovrà realizzare un progetto di un percorso di formazione a distanza . Il progetto parte dal presupposto che i membri di ogni gruppo lavorano per un ente di formazione . Questo Ente ha partecipato al bando di progettazione per il mercato del lavoro della regione piemonte per l'anno formativo 2006/2007. E' stato approvato il progetto presentato. Il progetto è stato finanziato per un totale di 400 ore .

OBIETTIVI

Il project work online dovrà portare al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

Ogni gruppo di lavoro dovrà realizzare un progetto di un percorso di formazione a distanza . Il progetto parte dal presupposto che i membri di ogni gruppo lavorano per un ente di formazione . Questo Ente ha partecipato al bando di progettazione per il mercato del lavoro della regione piemonte per l'anno formativo 2006/2007. E' stato approvato il progetto presentato. Il progetto è stato finanziato per un totale di 400 ore .

IL PROJECT WORK INTRODUZIONE Ogni gruppo dovrà svolgere la macro-progettazione dell’intero percorso di 400 ore e la microprogettazione della parte in FAD prevista nel percorso. Ogni gruppo dovrà anche realizzare un materiale didattico ( OAA – Oggetto Autonomo di Apprendimento) da inserire nella simulazione del percorso formativo.

Ogni gruppo dovrà svolgere la macro-progettazione dell’intero percorso di 400 ore e la microprogettazione della parte in FAD prevista nel percorso. Ogni gruppo dovrà anche realizzare un materiale didattico ( OAA – Oggetto Autonomo di Apprendimento) da inserire nella simulazione del percorso formativo.

IL PROJECT WORK INTRODUZIONE Per ognuno dei 4 ruoli cooperativi per la gestione di un gruppo on line dovrà essere realizzato un documento che contenga una serie di buone norme per la gestione del ruolo. Ogni gruppo di lavoro dovrà essere gestito in maniera cooperativa. Per questo motivo i quattro partecipanti al gruppo dovranno acquisire un ruolo collaborativo durante il lavoro. I ruoli sono : cronometrista, segretario, documentalista e gestore della comunicazione .

Per ognuno dei 4 ruoli cooperativi per la gestione di un gruppo on line dovrà essere realizzato un documento che contenga una serie di buone norme per la gestione del ruolo.

Ogni gruppo di lavoro dovrà essere gestito in maniera cooperativa. Per questo motivo i quattro partecipanti al gruppo dovranno acquisire un ruolo collaborativo durante il lavoro. I ruoli sono :

cronometrista,

segretario,

documentalista e

gestore della comunicazione .

IL PROJECT WORK LE FASI I TEMPI Il tempo a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi è suddiviso in diverse fasi di lavoro. Ciascuna fase di lavoro ha una durata , dei compiti e degli obiettivi precisi:

I TEMPI

Il tempo a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi è suddiviso in diverse fasi di lavoro.

Ciascuna fase di lavoro ha una durata , dei compiti e degli obiettivi precisi:

IL PROJECT WORK LE FASI • Fase 1 (da svolgersi a distanza dal 05/02/2007 al 12/02/2007) • Fase 2 (da svolgersi a distanza dal 13/02/2007 al 23/02/2007) • Fase 3 (da svolgersi a distanza dal 26/02/2007 al 07/03/2007) • Fase 4 (da svolgersi a distanza dal 13/03/2007 al 31/03/2007)

• Fase 1 (da svolgersi a distanza dal 05/02/2007 al 12/02/2007)

• Fase 2 (da svolgersi a distanza dal 13/02/2007 al 23/02/2007)

• Fase 3 (da svolgersi a distanza dal 26/02/2007 al 07/03/2007)

• Fase 4 (da svolgersi a distanza dal 13/03/2007 al 31/03/2007)

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 1 1A: Creare un clima cooperativo all’interno del gruppo classe durante lo svolgimento di questa fase; 1B: Collaborare al completamento del documento condiviso che enuncia le capacità tipiche di ciascun ruolo del gruppo Cooperativo; 1C: Proporre la propria candidatura per almeno due ruoli tra i quattro.

1A: Creare un clima cooperativo all’interno del gruppo classe durante lo svolgimento di questa fase;

1B: Collaborare al completamento del documento condiviso che enuncia le capacità tipiche di ciascun ruolo del gruppo Cooperativo;

1C: Proporre la propria candidatura per almeno due ruoli tra i quattro.

IL GRUPPO Cronometrista Scilipoti Graziella Gestore delle comunicazioni Rocchi Andrea Documentalista OrtegaNavas Sandra Segretario Bonomo Ilenia Ruolo Cooperativo Cognome e Nome

RUOLI DOCUMENTALISTA DOCUMENTALISTA: In un gruppo di lavoro online é fondamentale che tutti I lavori svolti da i partecipanti dal gruppo vengano raccolti ed organizzati al fine di raggiungere í obiettivo finale.

DOCUMENTALISTA: In un gruppo di lavoro online é fondamentale che tutti I lavori svolti da i partecipanti dal gruppo vengano raccolti ed organizzati al fine di raggiungere í obiettivo finale.

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 2 2A: Creare un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro; 2B: Decidere l'argomento , il titolo del corso ed i macroobiettivi del corso da progettare; 2C: Realizzare un documento di google docs condiviso; 2D: Attivare un blog del gruppo; IL BLOG 2E: Autovalutare il lavoro del gruppo. Autovalutazione Fase 1 e 2

2A: Creare un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro;

2B: Decidere l'argomento , il titolo del corso ed i macroobiettivi del corso da progettare;

2C: Realizzare un documento di google docs condiviso;

2D: Attivare un blog del gruppo;

IL BLOG

2E: Autovalutare il lavoro del gruppo.

Autovalutazione Fase 1 e 2

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 3 3A: Creare un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro; 3B: Attivare lo spazio web del proprio gruppo sul sito ciofsfp.net; IL SITO 3C: Pubblicare e promuovere il proprio lavoro sullo spazio web; 3D: Utilizzare il blog del gruppo come diario di lavoro; 3E: Autovalutare il lavoro del gruppo in questa fase. Autovalutazione FASE 3

3A: Creare un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro;

3B: Attivare lo spazio web del proprio gruppo sul sito ciofsfp.net;

IL SITO

3C: Pubblicare e promuovere il proprio lavoro sullo spazio web;

3D: Utilizzare il blog del gruppo come diario di lavoro;

3E: Autovalutare il lavoro del gruppo in questa fase.

Autovalutazione FASE 3

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 4 4A: Creare e mantenere un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro; 4B: Scegliere, titolo, obiettivi e durata del modulo FAD del corso da progettare; LA PROGETTAZIONE DELLA FAD

4A: Creare e mantenere un clima cooperativo all’interno del proprio gruppo di lavoro;

4B: Scegliere, titolo, obiettivi e durata del modulo FAD del corso da progettare;

LA PROGETTAZIONE DELLA FAD

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 4 4C: Realizzare la microprogettazione del modulo da svolgere in FAD di questo percorso. La microprogettazione deve prevedere la possibilità di rispondere ai seguenti punti: definizione degli obiettivi definizione del target valutazione del budget definizione delle modalità di e-learning da adottare individuazione delle forme di comunicazione e collaborazione da attivare scelta della piattaforma individuazione dei contenuti organizzazione dei contenuti individuazione degli oggetti multimediali da utilizzare

4C: Realizzare la microprogettazione del modulo da svolgere in FAD di questo percorso. La microprogettazione deve prevedere la possibilità di rispondere ai seguenti punti:

definizione degli obiettivi

definizione del target

valutazione del budget

definizione delle modalità di e-learning da adottare

individuazione delle forme di comunicazione e collaborazione da attivare

scelta della piattaforma

individuazione dei contenuti

organizzazione dei contenuti

individuazione degli oggetti multimediali da utilizzare

“ DIDATTICA MULTIMEDIALE” FASE 1 4D: Realizzare un oggetto autonomo di apprendimento spendibile nel modulo sopra-progettato; 4E: Autovalutare il lavoro svolto in questa fase di lavoro; Autovalutazione Fase 4

4D: Realizzare un oggetto autonomo di apprendimento spendibile nel modulo sopra-progettato;

4E: Autovalutare il lavoro svolto in questa fase di lavoro;

Autovalutazione Fase 4

OAA LA DIDATTICA MULTIMEDIALE A OGGETTI si basa sull'individuazione, all'interno di un ambito del sapere, di Oggetti Autonomi di Apprendimento (OAA). Questi sono gli elementi minimali che costituiscono un corso online. Ogni OAA è un percorso volto al raggiungimento di un ben precisato e limitato obiettivo di conoscenza e/o competenza e/o abilità.

LA DIDATTICA MULTIMEDIALE A OGGETTI si basa sull'individuazione, all'interno di un ambito del sapere, di Oggetti Autonomi di Apprendimento (OAA). Questi sono gli elementi minimali che costituiscono un corso online. Ogni OAA è un percorso volto al raggiungimento di un ben precisato e limitato obiettivo di conoscenza e/o competenza e/o abilità.

OAA La struttura di un Oggetto Autonomo di Apprendimento

OAA IL RISULTATO: Realizzazione del OAA “pronto all’uso”; Struttura dell’OAA rispondente le specifiche indicate; Sviluppo completo dei saperi sintetici del OAA; Sviluppo completo o “citazione linkografica” dei saperi analitici del OAA.

IL RISULTATO:

Realizzazione del OAA “pronto all’uso”;

Struttura dell’OAA rispondente le specifiche indicate;

Sviluppo completo dei saperi sintetici del OAA;

Sviluppo completo o “citazione linkografica” dei saperi analitici del OAA.

WEB 2.0 Web 2.0

OAA La strutura di OAA del corso di Didattica Multimediale BILANCIO Unità I: Che cosa è il web 2.0? Unità II: Differenze tra Web 1.0 e Web 2.0 Unità III: Strumenti del Web 2.0 Approfondimenti Valutazione in Uscita Valutazione in Ingresso Introduzione

ll Lavoro a progetto ha comportato durante le fasi di progettazione e di realizzazione non pochi momenti di difficolta pero la decrescente frequenza sia della comunicazione tra i membri fondamentale pero la formazione a distanza sia della collaborazione al progetto rallentando il lavoro individuale o di gruppo Altri degli elementi che puo difFicoltare la fruizione dell’OAA é la piattaforma ei diversi collegamenti Utilizzo di nuovi strumenti e ambienti di apprendimento Sviluppo delle capacità di integrazione degli nuovi strumenti del web 2.0. Creazione di un OAA accolgono i seguenti principi: AUTONOMIA , cioè separatezza e indipendenza dagli altri elementi; RIUTILIZZABILITÀ e capacità – limitata e ponderata – di combinazione con altri elementi; UNIFORMITÀ per ciò che attiene alla quantità di conoscenza erogata e le modalità di erogazione. di docenti Coinvolgimento, motivazione Valorizzazione dell’eterogeneità, inclusione Sviluppo di nuove abilta sociale CONCLUSIONE

ll Lavoro a progetto ha comportato durante le fasi di progettazione e di realizzazione non pochi momenti di difficolta pero la decrescente frequenza sia della comunicazione tra i membri fondamentale pero la formazione a distanza sia della collaborazione al progetto rallentando il lavoro individuale o di gruppo

Altri degli elementi che puo difFicoltare la fruizione dell’OAA é la piattaforma ei diversi collegamenti

Utilizzo di nuovi strumenti e ambienti di apprendimento

Sviluppo delle capacità di integrazione degli nuovi strumenti del web 2.0.

Creazione di un OAA accolgono i seguenti principi: AUTONOMIA , cioè separatezza e indipendenza dagli altri elementi; RIUTILIZZABILITÀ e capacità – limitata e ponderata – di combinazione con altri elementi; UNIFORMITÀ per ciò che attiene alla quantità di conoscenza erogata e le modalità di erogazione. di docenti

Coinvolgimento, motivazione

Valorizzazione dell’eterogeneità, inclusione

Sviluppo di nuove abilta sociale

GRAZIE PER LA ATTENZIONE!!!

Add a comment

Related presentations

Related pages

ESAME FINALE DI DOTTORATO Presentazione domanda esame finale

ESAME FINALE DI DOTTORATO Presentazione domanda esame finale A partire dal 2015 cambia la procedura di presentazione della domanda d’esame finale per i
Read more

Italiano 101 Esame Finale - Presentazione Orale by Sean ...

Oral presentation on our semester abroad in Rome, as part of our ITAL 101 final exam.
Read more

Presentazione esame finale dottorandi XVIII ciclo 2015 ...

Presentazione esame finale dottorandi XVIII ciclo 2015. Cacciotti Giulia ...
Read more

Laboratorio di tecnologia I, prof. A. Lauria, video ...

Laboratorio di tecnologia I, prof. A. Lauria, video presentazione esame finale. Fabio Valli. ... Video presentazione fine corso AA 2011-2012.
Read more

Presentazione esame finale

sapienza universitÀ di roma dottorato di ricerca in medicina sperimentale presentazione dei candidati all’esame finale xxvii ciclo dott.ssa flavia ...
Read more

Presentazione Esame Finale - Technology

Presentazione finale 1. ITIS LEONARDO DA VINCI - NAPOLI Classe IV M Sistema Moda 2013 -14 Festa della Terra 2. by Davide 3. by Davide 4. APRILE 2014 Il ...
Read more

Presentazione esame finale Dottorandi XXVII CICLO 2014 ...

Presentazione esame finale Dottorandi XXVII CICLO 2014. Fattore Luigi: Presentazione esame finale ...
Read more

PRESENTAZIONE DOMANDA ESAME FINALE TFA — Ufficio Post Laurea

La domanda di ammissione all'esame finale, corredata dei prescritti documenti, va presentata all'Ufficio Alta Formazione ed Esami di Stato (via Scienze, 41 ...
Read more

Esami finali - Dottorati Università Roma "Tor Vergata"

P er prenotarsi alla sessione di esame finale è necessario che ... La discussione della tesi finale dovrà essere preceduta dalla presentazione di due ...
Read more