Porto Città Territorio per lo Sviluppo Sostenibile della Città Metropolitana

50 %
50 %
Information about Porto Città Territorio per lo Sviluppo Sostenibile della Città...

Published on January 20, 2016

Author: Cityandarchitecture

Source: slideshare.net

1. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità     Fondazione  SUDD   Napoli  19  gennaio  2016       Porto  ci<à  territorio  per  lo  sviluppo     sostenibile  della  ci<à  metropolitana       Prof.  arch.  Massimo  Clemente   Urbanista,  Dirigente  di  Ricerca  CNR  IRISS   Docente  nell'Università  Federico  II  DIARC   mascleme@unina.it  

2. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   VISION      il  porto  come  cerniera  economico-­‐sociale-­‐ ambientale  tra  il  mare  e  la  ciIà     OBIETTIVO      il  sistema  portuale  come  motore  di  sviluppo   sostenibile  della  ciIà  metropolitana   STRUMENTI  governance  condivisa,  innovazione  di  processo,   urbanisJca  collaboraJva   DEFINIZIONI    mare,  ciIà  metropolitana,  sviluppo  sostenibile,      governance  condivisa,  innovazione  di  processo,   urbanisJca  collaboraJva  

3. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   il   MARE   -­‐   Golfo,   Tirreno,   Mediterraneo   e   oltre   -­‐   è   il   luogo   delle   roIe   mariOme  che  uniscono  porJ,  ciIà,  popoli,  culture,  società,  economie   la   CITTA'   METROPOLITANA   di   Napoli   è   una   comunità   di   tre   milioni   di   abitanJ  concentraJ  su  1.200  kmq  -­‐  memoria  e  idenJtà  culturale,  funzioni  e   aOvità   produOve,   crescita   futura   e   sviluppo   sostenibile   -­‐   alla   ricerca   di   nuovi  asseO  ed  equilibri  nei  quali  il  porto  avrà  un  ruolo  determinante.   lo   SVILUPPO   SOSTENIBILE   è   la   valorizzazione   delle   risorse   economiche,   sociali,   ambientali   della   ciIà   metropolitana,   nel   breve,   nel   medio   e   nel   lungo  termine  

4. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Lo   SVILUPPO   SOSTENIBILE   si   arJcola   nelle   tre   dimensioni   economica,   sociale,   ambientale   che   possono   essere   rappresentate   come  i  laJ  di  un    triangolo  equilatero   sviluppo   sostenibile   ECONOMICO   del   sistema   portuale   =   impresa,   occupazione,  produzione,  vantaggio  compeJJvo,   sviluppo  sostenibile  SOCIALE  del  sistema  portuale  =  lavoro,  qualità  e   benessere  urbano,  spazi  pubblici,  accessibilità,  cultura   sviluppo   sostenibile   AMBIENTALE   del   sistema   portuale   =   contenimento  dell'impronta  ecologica,  infrastruIura  ecologica  blu    

5. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   la   GOVERNANCE   CONDIVISA   è   l'integrazione   tra   il   poteri   isJtuzionali   e   i   poteri  diffusi  sul  territorio  per  raggiungere  obieOvi  d'interesse  generale     l'INNOVAZIONE   DI   PROCESSO   è   lo   sfruIamento   oOmale   delle   infrastruIure  disponibili  -­‐  mariOme,  portuali,  retroportuali  -­‐  nell'aIesa  di   futuri  intervenJ  infrastruIurali     l'URBANISTICA   COLLABORATIVA   consiste   nella   costruzione   orizzontale   di   processi  -­‐  non  semplicemente  piani  e  progeO  -­‐  meIendo  aIorno  al  tavolo   tuO   gli     stakeholders:   policy   e   decision   makers,   imprese,   associazioni,   ciIadini,   ...   ...   processi   in   cui   l'urbanista   individua   le   aree   di   sovrapposizione  degli  interessi  e  svolge  il  ruolo  di  mediatore  e  negoziatore  

6. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Analisi  swot  -­‐    I  PUNTI  DI  FORZA  del  porto  di  Napoli   •  posizione  geografica  favorevole  in  terra  e  in  mare   •  localizzazione  nella  ciIà  storica  e  vicinanza  ai  monumenJ     •  storia  e  idenJtà  mariOma,  tradizione  marineria  e  shipping   •  ranking  intensità  mariOma  terzo  posto  nazionale   •  ranking  compagnie  armatori  primo  posto  nazionale   •  rete  ferroviaria  e  stradale  ben  connessa  al  territorio   •  dimensione  metropolitana  e  regionale  (3-­‐6  milioni  ab.)  

7. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Analisi  swot  -­‐    I  PUNTI  DI  DEBOLEZZA  del  porto  di  Napoli   —  lentezza   nella   gesJone   dei   container   nel   porto   e   nel   retroporto   —  trasporJ  su  ferro  e  su  gomma  frammentaJ  e  poco  efficienJ   —  mancanza   di   integrazione   tra   i   porJ   dei   3   Golfi   di   Napoli,   Salerno,  Gaeta   —  mancanza  di  coesione  tra  gli  stakeholders  di  mare  e  terra     —  governance  debole  e  mancanza  di  dialogo  tra  le  isJtuzioni   del  porto  e  della  ciIà   —  separazione   neIa   tra   porto   e   ciIà   in   senso   fisico,   funzionale,  perceOvo  

8. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Analisi  swot  -­‐    LE  OPPORTUNITA’  per  il  porto  di  Napoli   —  messa  in  rete  e  a  sistema  dei  porJ  metropolitani  e  regionali   —  riconnessione   ciIà-­‐porto   migliorando   l'accessibilità   dei   ciIadini  all'area  portuale   —  riconnessione   porto-­‐ciIà   con   l'integrazione   del   porto   nel   sistema  urbano  e  territoriale   —  innovazione   di   processo   nella   governance   e   nella   gesJone   del  porto  e  della  rete-­‐sistema  portuale   —  integrazione   funzionale   del   porto   con   il   territorio,   sistema   della  logisJca  e  sistema  della  produzione  

9. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Analisi  swot  -­‐    LE  MINACCE  per  il  porto  di  Napoli   —  resistenza   al   cambiamento   e   tendenza   a   seguire   modelli   obsoleJ   —  scarsa  propensione  alla  collaborazione  tra  i  soggeO  coinvolJ   —  disorganizzazione   delle   aOvità   e   prevalenza   di   interessi   parJcolarisJci   —  forte  concorrenza  da  parte  degli  altri  porJ  del  Mediterraneo   —  contrapposizione   degli   interessi   e   confliIualità   tra   cluster   produOvi     —  confliIualità   tra   gli   enJ   locali,   le   autorità   del   porto   e   le   isJtuzioni  dello  Stato  

10. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Il   PORTO,   la   costa   metropolitana   e   il   sistema   dei   porJ   come   laboratorio   sperimentale   di   URBANISTICA   COLLABORATIVA   sviluppata   dal   2012   aIraverso   studi,   ricerche,   convegni,   alta   formazione,   workshop,   gruppi   e   tavoli  di  lavoro,  mostre,  pubblicazioni,  visite,  evenJ   Ø  2011,  dicembre,  pubblicazione  del  libro  "CiIà  dal  mare.  L'arte  di  navigare  e  l'arte   di  costruire  le  ciIà”   Ø  2012,   27-­‐28   seIembre,   Conferenza   "Il   mare   e   la   ciIà.   Cultura   mariOma   e   cultura  urbana  per  lo  sviluppo  sostenibile  delle  aree  urbane  cosJere”   Ø  2012,   29   oIobre,   Workshop   “Lo   stato   dell'ambiente   marino   cosJero   sopra   e   soIo  l'acqua  in  Campania”   Ø  2013,   19-­‐20   aprile,   Conferenza   "Il   mare   e   la   ciIà   2.0.   Partecipazione   e   collaborazione  per  lo  sviluppo  locale  sostenibile  Napoli”   Ø  2014,   12   maggio,   Conferenza   "10   idee   per   lo   sviluppo   di   Napoli   ciIà   metropolitana”   Ø  2014,   23-­‐27   giugno,   Workshop   Internazionale   "41st   Parallel   -­‐   Research   and   project  for  the  waterfront  in  between  Napoli  and  New  York”,  CNR  IRAT    

11. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Ø  2014,   June   27,   Conferenza   "La   sfida   delle   ciIà   portuali   Napoli   rilancia   il   suo   ruolo",  Stazione  MariOma,  Porto  di  Napoli   Ø  2014,   20-­‐24   oIobre,   Workshop   Internazionale   "MariJme   idenJty   and   urban   interculturalism:  sea  and  the  city  habitat  of  peace",    Mostra  d'Oltremare,  Napoli   Ø  2015,  May  16-­‐17,  Friends  of  Molo  San  Vincenzo,  Visite  guidate  via  mare  al  Molo   San  Vincenzo  nell'ambito  del  Maggio  dei  MonumenJ,  Porto  di  Napoli   Ø  2015,  10  giugno,  Evento  di  Follow  up  of  Friends  of  Molo  San  Vincenzo,  Stazione   MariOma,  Porto  di  Napoli   Ø  2015,   9-­‐13   novembre,   Workshop   internazionale   "MariJme   idenJty   and   urban   regeneraJon   for   urban   sustainable   development   of   seaside   ciJes",   Stazione   MariOma,  Porto  di  Napoli   Ø  2015,  16  novembre,  Conferenza  “Napoli  2020  -­‐  Visioni  Metropolitane  dal  Mare   tra   Memoria   e   Innovazione   ",   Sala   del   Consiglio   della   CiIà   Metropolitana,   Complesso  monumentale  di  Santa  Maria  La  Nova,  Napoli   Ø  2016,   13   gennaio,   Seminario   "MarkeJng   Territoriale   e   Strategie   ComunicaJve   per  la  Rigenerazione  Urbana  Sostenibile”,  Sala  Convegni  CNR  IRISS,  Napoli  

12. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   L'URBANISTICA  COLLABORATIVA  è  un  mix  di  approccio  top  down  e  boIom   up  per  realizzare  uno  sviluppo  urbano  sostenibile   Il   primo   passo   è   la   focalizzazione   di   una   visione   condivisa   del   futuro   urbano  da  parte  degli  aIori  della  vita  urbana,  in  questo  caso  del  porto,  del   sistema  dei  porJ,  della  costa  metropolitana   Il  secondo  passo  è  l'iden0ficazione  di  strategie  e  taPche  per  l'a<uazione  di   tale  visione  comune     Il   terzo   passo   è   l'individuazione   delle   aree   di   sovrapposizione   degli   interessi  da  applicare  nella  pianificazione  delle  strategie  e  taOche   L’urbanista  pianificatore  è  un  mediatore  dei  diversi  interessi  dei  ciIadini,  le   imprese,   i   poliJci,   le   associazioni   e   tuO   gli   stakeholders   -­‐   per   affrontare   insieme  le  sfide  urbane  e  per  una  ci<à  migliore,  partendo  dal  PORTO  

13. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   Abbiamo  scelto  come  PROGETTO  PILOTA  il  recupero  e  riuso  del  Molo  San   Vincenzo   perché   emblemaJco   sia   per   le   potenzialità   inespresse   sia   per   il   blocco  dei  veJ  incrociaJ,  affiancando  il  Propeller  e  Umberto  Masucci  nella   loro  decennale  baIaglia   Funzioni   possibili:   base   militare   -­‐   sport   nauJci   -­‐   terminal   crociere   navi   medie  -­‐  aIracco  diporto  e  megayacht  -­‐  museo  esperenziale  -­‐  passeggiata   sul  mare  -­‐  aIrezzature  per  il  tempo  libero  -­‐  hub  intermodale  mare  terra  aria   Abbiamo   lanciato   il   nostro   PROCESSO   innova0vo   nei   workshop   di   urbanis0ca  COLLABORATIVA   Gruppo   di   lavoro   urbanis0ca   collabora0va   del   CNR   -­‐   Università:   dialogo   preliminare   con   le   IsJtuzioni   -­‐   Comune,   Autorità   Portuale,   Soprintendenza,  ...  -­‐  approfondimento  delle  diverse  posizioni    

14. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana   CNR   e   Università:   interdisciplinarità,   analisi   della   domanda   reale   e   percepita   di   tuO   i   soggeO   interessaJ,   non   progeO   ma   innovazione   di   processo     Propeller  Club  Port  of  Naples:  collegamento  con  il  cluster  mariOmo   Marina  Militare:  custode  della  tradizione  marinaresca   Aniai  Campania:  collegamento  con  il  cluster  delle  costruzioni     Circoli  Nau0ci:  collegamento  con  gli  sporJvi     Rotary  Clubs:  collegamento  con  il  mondo  delle  diverse  professioni   Friends  of  Molo  San  Vincenzo:  collegamento  direIo  con  i  ciIadini  e  con   l'associazionismo  anche  antagonista,  partecipazione  dal  basso  e  markeJng   territoriale   Sintesi  con  le  Is0tuzioni  -­‐  Comune,  Autorità  Portuale,  Soprintendenza,  ...  -­‐   offrendo   soluzioni   ampiamente   condivise   che   ne   favoriscano   la   reale   faPbilità    

15. AREA DI INTERVENTO!

16. 2015 | Maggio dei Monumenti Visita al Molo San Vincenzo promosso da International Propeller Club Port of Naples, aniai Campania con la collaborazione di Gruppo Ormeggiatori e Barcaioli del Porto di Napoli,Autorità Portuale di Napoli, Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo_CNR, Dipartimento di Studi Umanistici_Università Federico II

17. Risultati Parziali Dall’analisi dei dati è emerso che le attività preferite dai cittadini da svolgere presso il molo San Vincenzo sono principalmente passeggiare liberamente per il Molo e farne uso nel tempo libero. Dall’analisi dei dati è emerso che i servizi che i cittadini vorrebbero trovare in futuro presso il Molo San Vincenzo sono principalmente la fruizione di spazi per rilassarsi sul mare, attività artigianali legate al mare e spazi che ricordino la storia del luogo. Le ore scelte come preferite sono quelle del pomeriggio e della mattina. La maggior parte dei cittadini vorrebbe passeggiare con amici e partner.

18. MEMORIA STORICA PASSEGGIA TE Attività commerci ali Attività velica Olimpiadi 2024 Tempo Libero Spazi per Rilassarsi sul Mare COMUNITA’ URBANA IMPRENDITORI A MARITTIMA ATTIVIT A’ SPORTI VE “Per aprirci dobbiamo pensare che è necessario un investimento economico” “I cittadini napoletani hanno poca consapevolezza delle potenzialità della città” (Imprenditoria Marittima) MARINA MILITARE Ripristinar e Recuperar e “Una attività economica da sviluppare nel Molo sarebbe un centro congressi” (Imprenditoria Marittima) INTERVISTE Dall’analisi delle interviste è emerso come punto di intersezione tra i diversi interlocutori che abbiamo incontrato l’aspettativa di vedere in futuro nel Molo San Vincenzo un progetto che stimoli il recupero della memoria storica, delle tradizioni e della cultura del luogo. Un posto dove i cittadini napoletani possano passeggiare e allo stesso tempo riappropriarsi della propria storia. Inoltre emerge come un elemento centrale la necessità di creare attività commerciali nel Molo.   “Noi abbiamo i cannoni veri e non li valorizziamo, gli altri li hanno finti e la gente fa le code per vederli” (Comunità Urbana)   “La rinascita di Napoli viene dal mare” (Esponente dello sport nautico) «Vorremo che il Molo sia un posto per ospitare le barche degli altri»   “È necessario partire dalla storia” (Marina Militare) “E’ necessario un riconoscimento della storia della marina militare” (Aeronautica)  

19. ARCHITETTI; Rolando Di Gregorio, Raffaella Napolano, Gianluca Vosa, Antonia Angelone, Vince Liguori PSICOLOGHE: M. Florencia Gonzàlez Leone, Viviana Perla, Francesca Pisano

20. Gruppo “Nisida”! Tutors: Chiurazzi A., Martucci C., Ragozino S., Scotti Galletta R.! Partecipanti: Basile F., Bosone M., Giordano R., Sorrentino S.! Concept

21. Gruppo “Nisida”! Tutors: Chiurazzi A., Martucci C., Ragozino S., Scotti Galletta R.! Partecipanti: Basile F., Bosone M., Giordano R., Sorrentino S.!

22. InfrAcqua! Gruppo “Portici-Granatello”! Tutors: Daniele Cannatella, Gaia Daldanise, Violetta Fusco! Partecipanti: Francesco Carandente, Daria Fimmanó! I l g r u p p o d i l avo r o h a sperimentato un processo pilota di rigenerazione urbana lungo un tratto di costa della provincia di Napoli, il porto del “Granatello”, di competenza della Regione Campania. Par tendo dalla proposta (“Water Miles Pioneers”) presentata nel corso del primo W o r k s h o p d e l 2 0 1 4 e dall’indagine condotta sul campo, analizzando lo stato dei luoghi, i progetti esistenti (Programma Integrato Urbano P.I.U. Europa) approvati in ambito comunale rispetto al waterfront di Portici e i b i s o g n i e s p r e s s i d a l l a comunità, è emerso che l’acqua, nelle sue varie accezioni, viene percepita quale opportunità di sviluppo e forte elemento identitario, potenzialmente in grado di valorizzare non solo le aree ad essa più prossime, ma anche quelle più interne.

23. InfrAcqua! Gruppo “Portici-Granatello”! Tutors: Daniele Cannatella, Gaia Daldanise, Violetta Fusco! Partecipanti: Francesco Carandente, Daria Fimmanó! Lo starting point è stato quello di immaginare nuove connessioni materiali e immateriali tra linea di costa e l’entroterra attraverso degli hubs che costituiscono nodi intermodali multifunzionali e infrastrutturali a servizio dei cittadini. Sono stati individuati quali hubs principali da cui innescare questo processo di networking fisico e socio-economico, il Museo di Pietrarsa e il Molo Borbonico Granatello, in cui sono emersi come principali problemi la mancanza di accessibilità dal waterfront e dalla città.

24. CONFLITTUALITA’ E SINERGIE" " 1)  PERCEZIONE DI UNA “FRATTURA” TRA: " Bacoli e M.d.P. vs Pozzuoli " •  POZZUOLI è percepita come «capofila», potente e «inaccessibile»" •  BACOLI E M.d.P.: Senso di isolamento e Pozzuoli come “Modello”" ! ! 2) TONO EMOTIVO:" •  CITTADINO: RABBIA, SFIDUCIA E SENSO DI IMPOTENZA! nei confronti di provvedimenti sentiti come CALATI DALL’ALTO! •  ISTITUZIONI: il cittadino sentito come DISINTERESSATO E ! POCO RESPONSABILE nei confronti del bene comune.! INDIVIDUALISMO! " " 3) VINCOLI" •  BUROCRAZIA RIGIDA ! •  SOVRAINTENDENZA che «blocca tutto!»! •  CORRUZIONE! "Gruppo “Flegrea.net” Tutors: Carnevale Stefania, De Rosa Patrizio, Giordano Gerardo, Massimino Rossella Partecipanti: Schiano Di Cola Nicoletta, Vitolo Marcellino «Perché non possiamo fare quello che si fa a Pozzuoli?»" (Barista, Bacoli, 38 anni)! «I cittadini è come se fossero in attesa che succeda qualcosa»" (Istituzione Bacoli)" ! «Devi prendere il Sindaco e portarlo qua!»" (Barista, Bacoli, 38 anni)" (FOCUS ESTERNO)!

25. Gruppo “Flegrea.net” Tutors: Carnevale Stefania, De Rosa Patrizio, Giordano Gerardo, Massimino Rossella Partecipanti: Schiano Di Cola Nicoletta, Vitolo Marcellino

26. APPARTENENZA AD UN RIONE DEFINITO E CIRCOSCRITTO. «ANDIAMO A CASTELLAMMARE». LA CITTA DI CASTELLAMMARE AREA DI PASSAGGIO . . . E IL MARE?? Mappatura delle appartenenze – le identità territoriali! Gruppo “Castellamare di Stabia”! Tutors: Castigliano Marica, D’Angiolo Marianna, Di Napoli Imma, Sodano Francesca! Partecipanti: Angrisano Mariarosaria, De Carlo Fabrizio, Pappacena Simone.!

27. PROPOSTA PROGETTUALE ! Gruppo “Castellamare di Stabia”! Tutors: Castigliano Marica, D’Angiolo Marianna, Di Napoli Imma, Sodano Francesca! Partecipanti: Angrisano Mariarosaria, De Carlo Fabrizio, Pappacena Simone.!

28. PROPOSTA PROGETTUALE ! Gruppo “Castellamare di Stabia”! Tutors: Castigliano Marica, D’Angiolo Marianna, Di Napoli Imma, Sodano Francesca! Partecipanti: Angrisano Mariarosaria, De Carlo Fabrizio, Pappacena Simone.!

29. Gruppo “Castellamare di Stabia”! Tutors: Castigliano Marica, D’Angiolo Marianna, Di Napoli Imma, Sodano Francesca! Partecipanti: Angrisano Mariarosaria, De Carlo Fabrizio, Pappacena Simone.!

30. IL  PORTO  DI  NAPOLI  da  cri0cità  ad  opportunità  -­‐  Fondazione  SUDD  Napoli  19  gennaio  2016   M.  Clemente  -­‐  PORTO  CITTA’  TERRITORIO  per  lo  sviluppo  sostenibile  della  ci<à  metropolitana                             Prof.  arch.  Massimo  Clemente  Urbanista,  Dirigente  di  Ricerca  CNR  IRISS   Docente  Università  Federico  II  DIARC  -­‐  mascleme@unina.it  ph  3355727809  

Add a comment

Related pages

NAPOLI 2020: la visione dal mare per lo sviluppo locale ...

... Massimo Clemente TERRITORIO DELLA RICERCA ... mare per lo sviluppo locale sostenibile della ... il porto e la città metropolitana deve ...
Read more

La città metropolitana, ente strategico di sviluppo ...

Tuttavia l’aver messo tra le finalità della città metropolitana ... sviluppo, benessere sostenibile. ... “Le città metropolitane per lo sviluppo ...
Read more

ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO E CITTA' TERRITORIO

ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO E CITTA' TERRITORIO ... per lo Sviluppo Sostenibile, ... di 9023 abitanti della città metropolitana di ...
Read more

UN CENTRO MARKETING PER LO SVILUPPO TURISTICO DELLA CITTÀ ...

un centro marketing per lo sviluppo turistico della cittÀ metropolitana. ... per lo sviluppo turistico della cittÀ ... sostenibile del territorio ...
Read more

NAPOLI 2020: la visione dal mare per lo sviluppo locale ...

Questa è la rotta che proponiamo per Napoli 2020 città metropolitana ... per lo sviluppo locale sostenibile della ... al porto di Napoli ...
Read more

L'area metropolitana di Genova: PUMS e Città Metropolitana

- promuovere lo sviluppo per una nuova logistica delle merci urbane ... (Piano Urbano delle Mobilità Sostenibile) ... della Città metropolitana.
Read more

Città Metropolitana: Il consiglio approva le Linee Guida ...

“La pianificazione della Città metropolitana ... del territorio e il suo sviluppo economico e sociale sostenibile.” Per lo sviluppo sostenibile ...
Read more

Presentato al Vega il rapporto GreenItaly per lo sviluppo ...

Presentato al Vega il rapporto GreenItaly per lo sviluppo sostenibile. ... della Città metropolitana ... il territorio della Città metropolitana.
Read more

Convegno - "Un Porto nel Parco per uno sviluppo sostenibile"

... "Un Porto nel Parco per uno sviluppo sostenibile" ... Lo Sviluppo Sostenibile ... Presentazione Convegno Reggio Citta Metropolitana ...
Read more

MARGHERA COMUNE AUTONOMO NELLA CITTA’ METROPOLITANA? |

... soluzione proposta come prologo all’attuazione della Città Metropolitana. ... lo sviluppo economico, la ... per un rilancio economico della Città ...
Read more