"Leggimi una storia" - materiali

13 %
88 %
Information about "Leggimi una storia" - materiali
Books

Published on March 14, 2013

Author: olsolla

Source: slideshare.net

Description

Materiali del corso per lettori volontari, nell'ambito del progetto nazionale "Nati per leggere", organizzato dalle biblioteche del meratese.

NATI PER LEGGERE I libri per bambini Tipologie e requisiti Giovanna Malgaroli Segreteria nazionale Nati per leggere www.natiperleggere.it

Tappe evolutive e libriI libri da usare sono essenzialmente di quattro tipi: - un libro con immagini che possano attrarre il bambino per l’uso tra i 6 e i 12 mesi, quando il bambino comincia ad avere una buona coordinazione occhio-mano e con essa unavida curiosità per il mondo inanimato che lo circonda;- un libro con una storia sequenziale di azioni che il bambino conosce per l‘intervento tra i 12 e i 18 mesi, quando la sua attenzione per le immagini contenute nel libro può essere sollecitata creando la corrispondenza tra loggetto e la sua denominazione; - un libro con una storia semplice per l’intervento tra i 18 e 30 mesi, quando il bambino comincia ad acquisire una sempre maggiore indipendenza (mobilità, capacità fisica, apprendimento del linguaggio);- un libro con una storia più complessa per l’intervento tra i 30 mesi e i 4 anni, quando il bambino comincia ad essere cosciente dei sentimenti (aggressività, gelosia, paure, empatia); libri di generi diversi possono essere introdotti (fiabe, libri umoristici, libri su emozioni e sentimenti.Pasquale Causa / Patrizia Neri

Libri per tipologiaNursery Rhymes (filastrocche della tradizione e non, raccolte in libri che generalmente non vanno in mano ai bambini)Baby books (primi libri di materiali diversi che hanno lo scopo di familiarizzare il bambino con il libro come oggetto - libri senso-percettivi)Partecipatory books o libri interattivi sia sul piano verbale (a cominciare dai libri nomenclatura) che sul piano fisico (libri con alette, etc.)Concept books (dai primi elementari concetti di spazio e tempo, alle forme, ai colori, fino agli alfabetieri e ai libri che insegnano a contare)Beginning stories o protostorie (libri con le prime sequenze narrative relative alle esperienze quotidiane del bambino o a situazioni che lo coinvolgano psicologicamente)Predictable stories (narrazione con struttura ripetitiva che favorisce la lettura dialogica, facilita la comprensione e la memorizzazione oltre che stimolare la capacità di fare previsioni sullandamento della storia)Wordless books o libri senza paroleRita Valentino Merletti

Canzoni, rime e filastroccheUn libro per bambini piccoli si legge e si ascolta più volentieri se il testo contiene:RIMA facilita la memorizzazione, produce un piacevole effetto sonoro, si accompagna quasi sempre ad un sorrisoRITMO invita ad accompagnare il suono delle parole con movimenti del corpoRIPETIZIONE facilita la comprensione, favorisce la lettura corale, aiuta a prevedere lo sviluppo della storia[Nati per Leggere: una guida per genitori e futuri lettori. AIB,2008]

Primi libri, libri senso-percettivi(da zero a 12 mesi)In questo periodo il bambino esplora e conosce il mondo attraverso i sensi e il movimento.Egli comprende la realtà in base a quello che può fare con gli oggetti e con le informazioni che gli provengono dai cinque sensi.E poiché un libro per lui non è altro che un oggetto alla stregua di tutti gli altri, cerca di conoscerlo applicando ad esso gli schemi d’azione che applica anche a tutto quello con cui entra in contatto: lo afferra, lo osserva, lo mette in bocca, lo annusa...È preferibile, dunque, che i libri destinati a bambini piccolissimi siano costruiti con materiali in grado di resistere alle “esplorazioni” da parte del bambino (legno, stoffa, plastica...) e multisensoriali (realizzati, cioè, con materiali che si possono odorare, toccare...), per rispondere adeguatamente al suo modo di conoscere.Donata Ripamonti, Letture per crescere, Bambini, ottobre 2011

Libri interattivi sul piano verbale Libri nomenclatura Libri per la lettura dialogica

Riconoscere, indicare, denominare

La lettura dialogicaLa lettura congiunta del libro e delle sue figure ha la struttura di un dialogo: è una interazione che accresce l’attenzione, la curiosità e la fantasia dei bambini.La lettura dialogica o stile dialogato oltre ad arricchire le capacità linguistiche favorisce la precoce interiorizzazione dello schema narrativo e la precoce costruzione di una competenza narrativa1.Essa consente al bambino di sviluppare due tipi di differenti interazioni:1) il monologo, che aiuta il bambino a costruire una storia utilizzando eventi immaginari e frammenti di memoria, creando così sequenze coerenti;2) il dialogo, che lo aiuta nella identificazione e descrizione degli oggetti e dei caratteri presenti nel libro2.1 Cardarello R. Libri e bambini. La prima formazione del lettore. 1995 la Nuova Italia Firenze.2 Devescovi A, Baumgartner E. Joint-reading a picture book: verbal interaction and narrative skills. Cognition and Instruction 1993,11.299-323.

Libri interattivi sul piano fisico Libri con alette, pop up Libri che invitano a fare delle azioni

Libri interattivi sul piano linguistico enarrativo Narrazione con struttura ripetitiva/cumulativa che favorisce la lettura dialogica, facilita la comprensione e la memorizzazione oltre che stimolare la capacità di fare previsioni sullandamento della storia

Testi prevedibiliLa prevedibilità dei modelli del linguaggio e degli episodi dellastoria facilita lascolto e lappropriazione della storia narrata,contribuisce alla leggibilità di un testo.(S. Del Carlo, Bella becca, Ed. Junior, 2012, p. 80)

I libriLibri narrativiin cui prevale una storia che contiene una successione dieventi Libri descrittivi/espositivi concepiti per fornire informazioni/conoscenze A differenza di ciò che siamo abituati a pensare i libri di questo tipo invitano a una maggiore interazione tra adulto e bambino

Narrative forti / narrative deboliNarrative fortiTesti che rispettano lo “schema delle storie”, un po come avvienenelle fiabe, una sorta di copione che i bambini apprendono moltopresto. Narrative deboli sono quelle prive di eventi e azioni che le riconducano a uno dei “copioni” riconoscibili, con un contenuto più “descrittivo” che narrativo (S. Del Carlo, Bella becca, Ed. Junior, 2012, p. 72-75)

Protostorie: libri che propongono leprime sequenze narrative

Concept books: libri che introducono concettiquali spazio, tempo, forme, colori, numeri,lalfabeto

Concept books: libri che introducono concettiquali spazio, tempo, forme, colori, numeri,lalfabeto

Libri senza parole

Libri senza parole

Criteri di valutazione del premio nazionaleNpL dei libri per la lettura ad alta voce- qualità ritmico-sonora del testo- performatività del testo, ovvero la sua capacità di accompagnarsi a un gesto- qualità dialogica del testo, ovvero la capacità di sollecitare una risposta verbale del bambino- originalità, adeguatezza e accuratezza della storia- possibilità di offrire, attraverso immagini e/o testo verbale, molteplici livelli di lettura

Sulle immagini nei libri per bambiniIl bambino impara a “leggere” il volto, il pianto, la sorpresa, il riso; ritrovare quelle stesse situazioni nelle pagine cartonate di un libro gli permette di cogliere la funzione fondamentale delle immagini, vale a dire la rappresentazione, in termini figurativi riconoscibili, del reale. Possiamo considerare che “essere riconoscibili” sia il requisito e lo scopo principale delle immagini, se non altro di quelle che devono essere percepite dai piccoli nel primo anno; è perciò opportuno che le illustrazioni seguano precisi criteri figurativi.Autorevoli studi hanno dimostrato che risultano più comprensibili figure semplici e nitide, prive di dettagli eccessivi, chiaramente distinte dallo sfondo (che preferibilmente deve essere chiaro), decorate con colori intensi, saturi, stesi in modo omogeneo. Una delle prime operazioni che il cervello deve operare consiste infatti nel distinguere le figure dal contesto, vale a dire dallo sfondo; nel mondo reale tridimensionale significa in pratica riuscire a valutare la distanza e le caratteristiche degli oggetti che ci circondano; nelle illustrazioni occorre invece riconoscere una forma rispetto allo spazio che la circoscrive. Se figura e sfondo sono entrambi ricchi di dettagli e vivamente colorati, l’operazione difficilmente avrà esito positivo.Libri per bambini. La grammatica del vedere nella percezione delle illustrazioni. Quali immagini proporre ai piccolissimi? Di Angela Dal Gobbo

Immagini riconoscibili:figure semplici e nitide, privedi dettagli eccessivi, chiaramente distinte dallo sfondo, cheriproducono oggetti familiari

Immagini riconoscibili

Immagini riconoscibili

La leggibilità delle immagini dipendemolto dallo sfondo

La leggibilità delle immagini dipendemolto dallo sfondo e dal contorno

Richieste all’editoria - Gigi Paladin Libri per la prima infanzia certificati e sicuri, con marchio CE nelrispetto delle norme dell’Unione Europea Libri a forma di libro, con particolare attenzione al contenuto testuale eiconico, che conquistino per il loro contenuto Libri affidabili e maneggevoli anche per un uso individuale (senzasorveglianza), così da potenziare anche il rapporto intimo e personale delbambino con il libro Libri che si possano igienizzare, senza che perdano le loro specifichecaratteristiche, per un uso successivo e collettivo Libri con informazioni d’uso e di conformità complete rispetto a tutti imateriali, chiare e collocate in uno spazio adeguato e identificabile(localizzazione certa anche con etichetta) e sempre legate al libro Libri senza impedimenti, come gli involucri sigillati che rendono impossibile odifficile una lettura esplorativa interna prima dell’acquisto.Infine, ricordiamoci sempre che un buon libro non ha bisogno di esseresostenuto da allegati, gadget, o altri meccanismi, spesso solo specchietti perallodole, ma da contenuti e narrazioni che provochino emozioni einvoglino a cercare altri libri.

Dalle Linee guida IFLA sui servizi bibliotecariai bambini sotto i tre anniNell’allestimento di raccolte e servizi, i bibliotecari devonoscegliere materiali di alta qualità, adatti all’età, sicuri per ibebè e i piccolissimi, stimolanti senza essere frustranti,degni di attenzione da parte dei genitori e di chi siprende cura dei piccolissimi, senza pregiudizi ediscriminazioni sessuali, invitanti e piacevoli da leggere.Le storie illustrate sono particolarmente importanti perchésostengono ogni aspetto dello sviluppo di un bambino eoffrono un’esperienza gradevole e condivisibile tra adulto ebambino. Oltre ai tradizionali libri cartonati e agli albi illustrati, ibambini hanno bisogno di libri illustrati soffici con contrasti dicolori brillanti e con alcuni testi di accompagnamentocomprensivi di una versione braille per bambini non vedenti …[Linee guida IFLA … p. 8]

Libri per bambini che favorisconodiversi tipi di lettura(Gigi Paladin e Nati per Leggere) Lettura dialogica (i libri interattivi) Lettura ad alta voce (p.e. I libri prevedibili) Lettura autonoma (libri affidabili e maneggevoli ancheper un uso individuale, senza sorveglianza)

Stili di letturaStile narrativoSecondo il quale prevale lattenzione per la lettura sequenziale del testo Stile dialogato Secondo il quale prevale uninterazione continua con i bambini durante la lettura allo scopo di sostenere la comprensione di ciò che viene letto

I libri per bambini mediatori tra mondobambino e mondo adulto Ciao a tutti, sono una pedagogista. Lavoro presso un centro per le famiglie e dovrò realizzare a breve un ciclo di incontri per genitori di bambini dai 7 a 13 mesi sullo sviluppo dei sensi. Conoscete dei libri illustrati sullargomento attraverso cui preparare una bibliografia per i genitori? Sempre più spesso infatti mi accorgo di quanto siano meravigliosi questi libri, non tanto per i loro destinari diretti (i bambini), quanto per la capacità di parlare ad un pubblico adulto dal punto di vista dei piccoli. [Federica Zampighi <fedezampighi@aliceposta.it>]

Nati per LeggereUna guida per genitori e futuri lettoriLa selezione120 titoli di 37 marchi editorialiBabalibri con 24 titoli La Coccinella 3 Carthusia 1Panini 11 EL 2 Edizioni Junior 1Lapis 8 De Agostini 2 Giralangolo 1Kalandraka 7 Editoriale Scienza 2 Interlinea 1Clavis 6 Giunti 2 Mondadori 1Il Castoro 5 Gribaudo 2 Orecchio Acerbo 1Emme 5 LIppocampo 2 Phaidon 1Topipittori 5 La Margherita 2 Prìncipi e Princìpi 1Bohem Press 4 Logos 2 Salani 1Gallucci 4 Zoolibri 2 Sinnos 1Nord Sud 4 Ape 1 Usborne 1Fabbri 3 Besler 1

Add a comment

Related presentations

Related pages

"Leggimi una storia" - materiali - Education

Materiali del corso per lettori volontari, nell'ambito del progetto nazionale "Nati per leggere", organizzato dalle biblioteche del meratese.
Read more

Ora Stellata: Materiali del corso "Leggimi una storia"

A conclusione del corso di formazione per lettori volontari "Leggimi una storia" l'organizzatrice Giovanna Malgaroli mette a disposizione dei partecipanti ...
Read more

BrianzaBiblioteche

Laboratorio creativo con materiali di riciclo in preparazione della PASQUA... Per adulti, ... LEGGIMI UNA STORIA letture per bambini dai 3 ai 6 anni
Read more

Leggimi le e-mail

i comunicati in corsivo riguardano informazioni e materiali validi per l'intero anno scolastico, . com 18 nov 2015 Home Palco “Leggimi una storia! si ...
Read more

Ora Stellata: marzo 2013

Materiali del corso "Leggimi una storia" A conclusione del corso di formazione per lettori volontari "Leggimi una storia" l'organizzatrice Giovanna ...
Read more

MATERIALI - Engineering

"Leggimi una storia" - materiali Materiali del corso per lettori volontari, nell'ambito del progetto nazionale "Nati per leggere", organizzato dalle ...
Read more

Leggimi le e-mail

... il Dott. com 18 nov 2015 Home Palco “Leggimi una storia! si prega di ... i comunicati in corsivo riguardano informazioni e materiali validi per l ...
Read more

Leggimi le e-mail

Quello che ti viene in mente, come se fosse una storia. com 18 nov 2015 Home Palco “Leggimi una storia! si prega di inviare una e-mail a Marianna lo ...
Read more