Laboratoriodicittadi nanza

50 %
50 %
Information about Laboratoriodicittadi nanza
Entertainment

Published on June 18, 2007

Author: Nickel

Source: authorstream.com

Slide1:  Laboratorio di cittadinanza Azioni per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita collettiva e la cultura dell’incontro e del dialogo tra le differente in prospettiva interculturale Il Forum Provinciale dell’Immigrazione Promozione dell’Associazionismo immigrato 2005-2007 Premesse:  Premesse Il punto di partenza del presente progetto, è costituito da una serie di riflessioni relative all’evoluzione della partecipazione e della rappresentanza degli immigrati in Italia: si è assistito, nel tempo, ad una crescita progressiva della domanda di partecipazione della popolazione straniera, che tende ad interessare ambiti sempre più differenziati della convivenza sociale. Permangono, tuttavia, barriere di tipo culturale che spesso fungono da ostacolo al dispiegamento della volontà di partecipazione delle fasce sociali dotate di inferiori strumenti culturali. Le motivazioni all’origine della domanda di rappresentanza attengono per lo più alla esigenza di vedere soddisfatti i bisogni collegati alle diverse manifestazioni della vita sociale (lavoro, richiesta di prestazioni di carattere socio-assistenziale, attività politiche e culturali… ), assumendo le forme di un riconoscimento reale, sociale o politico, all’interno della società nel suo complesso. Viene confermato lo stato di crisi in cui versano le istanze tradizionali di offerta di rappresentanza di tipo istituzionale (Consulte, Forum…), che non riescono a veicolare comportamenti ed esigenze che si manifestano orizzontalmente nei diversi ambiti in cui si articola la vita collettiva. Slide3:  Alla sostanziale sfiducia evidenziata nei confronti di provvedimenti e di iniziative legislative di tipo centralistico, si contrappone un relativo interesse verso gli ambiti di potere locale e periferico, che viene confermato dal consenso pressoché unanime nei confronti della ipotesi di concessione del diritto di voto amministrativo per gli immigrati. Gli ostacoli principali che si frappongono alla crescita della partecipazione riconducono sia alle difficoltà  incontrate dagli organismi di rappresentanza a  fornire strumenti e canali di comunicazione idonei a recepire le istanze degli immigrati, sia alle carenze di tipo legislativo e normativo. Per molti immigrati, l’inserimento in enti ed organizzazioni di tipo associativo rappresenta nei fatti salto di qualità rispetto ai percorsi di vita sociale e culturale vissuti nei paesi di provenienza. Tale analisi, trova sostanziale conferma anche nel contesto della Provincia di Piacenza, ove notevole fermento associativo è registrabile all’interno della popolazione straniera in forme e modalità differenti. La necessità di istituire un ambito provinciale nel quale favorire da parte delle realtà istituzionali l’incontro, l’ascolto e la valorizzazione delle differenti istanze delle quali sono portatici le popolazioni straniere, insieme alla priorità di valorizzazione e integrazione con le esperienze partecipative già in atto a livello locale (oltre all’intenzione di far tesoro delle esperienze negative registrare in altri contesti in materia di offerta di rappresentanza di tipo istituzionale) hanno condotto all’ipotesi di costituzione di un Forum provinciale dell’immigrazione. Il Forum provincialeper l’immigrazione:  Il Forum provinciale per l’immigrazione Gli Enti Locali della Provincia di Piacenza propongono uno spazio/laboratorio di incontro, ascolto e valorizzazione delle differenti istanze delle quali sono portatrici le popolazioni straniere residenti nel territorio Slide5:  Gli obiettivi fondamentali che ci si pone sono: coinvolgere il più ampio numero possibile di territori comunali; Individuare,sostenere una rappresentanza qualificata e riconosciuta delle popolazioni immigrate; favorire una partecipazione ampia e motivata dei cittadini stranieri, localizzando le proposte di lavoro e ritrovo, nella prospettiva di avviarne l’auto organizzazione Slide6:  Il forum si articolerà attraverso: sessioni centrali (massimo tre incontri ogni anno) lavori preparatori nella forma di gruppi locali (anche ogni due mesi) istituiti in almeno quattro differenti località nel territorio provinciale e condotti da un’équipe composta da due animatori (uno italiano e l’altro immigrato) I gruppi locali:  I gruppi locali I gruppi saranno attivati in quattro distretti socio-sanitari: Piacenza Fiorenzuola Castel S.Giovanni Bobbio Saranno composti da: cittadini stranieri ed eventuali loro rappresentanze; organizzazioni del privato sociale impegnate sul fronte dell’integrazione delle popolazioni straniere; delegati degli enti locali. Slide8:  La finalità di tali gruppi sarà elaborare proposte e approfondimenti centrati sui bisogni delle popolazioni locali, da riportare all’interno delle sessioni centrali del Forum. Slide9:  Le Associazioni di stranieri nella Provincia di Piacenza Slide10:  Le Associazioni di stranieri nella Provincia di Piacenza Comuni di appartenenza Totale n. 47 Slide11:  Le Associazioni di stranieri nella Provincia di Piacenza Aree Geografiche Totale n. 47 Slide12:  Provincia di Piacenza Le Associazioni impegnate prioritariamente per l’accoglienza/integrazione di cittadini stranieri Provincia di Piacenza Le Associazioni che tra le loro attività contemplano anche iniziative a favore di cittadini stranieri Totale n. 12 Totale n. 11 Slide13:  Elementi di fragilità emersi dalla ricerca sull’associazionismo straniero a Piacenza:  Elementi di fragilità emersi dalla ricerca sull’associazionismo straniero a Piacenza precarietà generale dell’associazionismo straniero: Breve durata della vita associativa Clonazione/duplicazione all’interno degli stessi gruppi etnici Il rischio della personalizzazione della dimensione associativa nella figura di pochi leader. Il problema delle risorse economiche e umane Progettualità limitata e standardizzata (interventi assistenziali, folklore) Tendenza a limitare la vita associativa ad attività di tipo assistenziale (la moltiplicazione degli sportelli informativi) rischio di conflittualità e competizione nei rapporti tra le associazioni difficoltà di accesso alle opportunità di finanziamento percezione negativa dell’amministrazione pubblica in generale Elementi di positività emersi dalla ricerca sull’associazionismo straniero a Piacenza:  Elementi di positività emersi dalla ricerca sull’associazionismo straniero a Piacenza Notevole vitalità (numero e tipologia di attività) Diffusa motivazione e coinvolgimento dei referenti alla iniziative di socializzazione del territorio Capacità aggregativa Forte desiderio di visibilità e presenza sul territorio Forte investimento sugli aspetti promozionali attraverso eventi di tipo culturale Slide16:  Il sostegnoall’associazionismo straniero:  Il sostegno all’associazionismo straniero La formazione permanente dei referenti L’attività di consulenza e orientamento La formazione permanente dei referenti:  La formazione permanente dei referenti Preparare e sostenere figure capaci di: aiutare il proprio gruppo a leggere con strumenti sempre più raffinati i propri bisogni e individuare efficaci linee di intervento orientare il gruppo all’interno delle varie opportunità offerte dal territorio, offrirsi quali interlocutori validi per le istituzioni e gli enti locali L’attività di consulenza e orientamento:  L’attività di consulenza e orientamento Implementazione dello sportello istituzionale per le associazioni attraverso strumenti, azioni, eventi specificatamente indirizzati alle associazioni straniere. Interventi di consulenza per lo sviluppo organizzativo e progettuale, per favorire e sostenere le dinamiche interne delle organizzazioni e dei gruppi, per incentivare la maturazione della rappresentanza e della progettualità che essa è in grado di esprimere.

Add a comment

Related presentations

Related pages

Emersi Definition. Crossword Dictionary.

Laboratoriodicittadi nanza Tags: Dalla , Di , Elementi , Emersi, Forum , Fragilità , Gruppi , Il , Laboratoriodicittadi , Limmigrazione , Locali ...
Read more