L'orso in casa N° 14

33 %
67 %
Information about L'orso in casa N° 14
Sports

Published on March 10, 2014

Author: alessandriacalcio9

Source: slideshare.net

N° 14 - Venerdì 7 marzo 2014 2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD &DOFLR  Editoriale Crescere... tutti insieme Luca Di Masi L a crescita di una società di calcio e delle squadre che rappresenta negli anni, è crescita di tutte le componenti che le appartengono e che la circondano. E’ in primis la crescita delle figure professio- nali all’interno della società, poi la crescita dello staff e di conseguenza dei valori in campo e nello spogliatoio. Ma la crescita de- ve per forza riflettersi in ognuno di noi. A volte, dopo le partite, mi rendo conto di non essere riuscito a trattenermi con le proteste verso l’arbitro o l’avversario in campo, e di questo spesso me ne dispiaccio. Sono nato in curva e l’indole, quando in campo ci sono i tuoi colori, non si può modificare. E forse nemmeno vorrei. E capisco il tifoso che vive la partita, soffrendo e godendo, perché di questo si tratta. Bandiere, tamburi, fumoge- ni, megafoni, questi sì che mancano alla tor- cida grigia, ma il calcio non cambia solo in meglio. Non riesco ancora a comprendere però una cosa, e mi sono dato solo qualche risposta, neanche troppo esaustiva: ma per quale motivo, anziché caricare la squadra dal primo minuto (e forse anche prima!!), dal secondo passaggio sbagliato si incomin- cia a mugugnare, a lamentarsi, a fare para- goni? Siamo in 1.200 persone e credo che ancora troppi pensino che questa squadra “deve” essere in categorie ben più importan- ti. Ma perché? Da cosa è dovuto? Dal fatto che ci chiamiamo Alessandria? Sono 40 an- ni che non andiamo in B, evidentemente la C è la nostra terra abituale. Purtroppo per ora. E quindi?? Io posso far crescere la so- cietà, lo staff, la squadra, ma voi tutti dove- te provare a far crescere anche la mentalità di un tifoso che, quando dico “unico”, ci cre- do: altrimenti non sarei qui. Spingere la squadra incessantemente e arrivare la do- menica sera senza fiato ma orgogliosi per noi stessi, per aver fatto tutto quello che era nelle nostre corde per poter provare a far vincere i “nostri”. E parlo per tutti i settori, tribuna e rettilineo in primis, dove sembra di venire a vedere la serie A, dove i palati fi- ni si sprecano e al primo passaggio sbaglia- to, anziché tirare su il nostro ragazzo, si ten- de a considerarlo un incapace. Bisognereb- be spronarlo e renderlo sereno. Questo sì. E per me questo è il significato del verbo “tifa- re”. Le squadre passano, possono rimanere nei nostri cuori sì, ma i Grigi restano ed è per questo che dobbiamo sgolarci: per i Gri- gi. I nostri Grigi. Nel tempo immortali.

2 - venerdì 7 marzo 2014 Supplemento a ‘Il Piccolo’ numero 19 del 7 marzo 2014 Grafica e impaginazione Mauro Risciglione Antonella Ravazzano In collaborazione con Medial Pubblicità Srl via Parnisetti 12/A - Alessandria Prevendita Alessandria-Bassano V. __Punti vendita Booking Show: Tabac- cheria Maxi, via Gramsci, 46 – ALessan- dria; S.O.M.S. Oviglio – Grigi Club Gino Ar- mano, via XX Settembre, 30 – Oviglio; Mail Box Etc, corso C. Marx, 28 – Ales- sandria; Roby Viaggi, C. comm. Monferra- to “Bennet” – SS 31 Villanova Monferra- to; D Viaggi, piazza Repubblica, 3 – Novi Ligure. 2ª Divisione Girone A Squadra Partite Reti P.ti G. V. N. P. F. S. BASSANO V. 54 26 16 6 4 44 25 RENATE 44 26 12 8 6 32 19 SANTARCANGELO 43 26 11 10 5 32 16 SPAL 2013 42 26 11 9 6 43 36 MONZA 41 26 11 8 7 44 33 REAL VICENZA 41 26 12 5 9 38 35 ALESSANDRIA 40 26 11 7 8 43 31 MANTOVA 39 26 9 12 5 49 39 TORRES 36 26 9 9 8 30 32 V.VECOMP VERONA 35 26 9 8 9 30 25 RIMINI 35 26 9 9 8 32 30 FORLÌ 35 26 10 5 11 33 36 DELTA PORTO TOLLE 32 26 8 10 8 31 27 CUNEO 32 26 7 11 8 27 25 PERGOLETTESE 32 26 7 11 8 23 24 CASTIGLIONE 23 26 4 11 11 24 40 BELLARIA IGEA M. 12 26 3 4 19 20 55 BRA 9 26 2 3 21 22 69 RISULTATI 26ª GIORNATA Bassano V.-Real Vicenza 2-1 Bra-Pergolettese 2-2 Delta Porto Tolle-Spal 2013 1-0 Forlì-Alessandria 1-2 Monza-Cuneo 0-1 Renate-Bellaria Igea M. 3-0 Rimini-Mantova 1-1 Santarcangelo-V.Vecomp Verona 1-1 Torres-Castiglione 1-0 PROSSIMO TURNO 09/03/2014 Alessandria-Bassano V. Bellaria Igea M.-Torres Castiglione-Monza Cuneo-Bra Mantova-Renate Pergolettese-Santarcangelo Real Vicenza-Forlì Spal 2013-Rimini V.Vecomp Verona-Delta Porto Tolle MARCATORI Alessandro (Real Vicenza) 17, Varricchio (Spal) 16, Floriano (Mantova) 16, Masini (Mantova) 12, Fall (Rimini) 10, Marconi (Alessandria) 8, Valentini (Alessandria) 7, Cavalli (Alessandria) 7 CASTELNUOVO BELBO (AT) Via S. Colombano 25 - Tel. 0141 799180 - www.relais23.it Š DUULYDWD OD IHOSD SHU OD 7LIRVD *ULJLD /D WURYL GD 2UVKRS GD 0HOFKLRQQL H RQ OLQH VX ZZZDOHVVDQGULDFDOFLRLW

venerdì 7 marzo 2014 - 3 Bassano: una leadership che dura da mesi, arriva al Moccagatta, a pochi passi dal traguardo finale I precedenti __Due precedenti tra Grigi e giallorossi fi- niti entrambi con due vittorie alessandrine per 1-0. In C1, nella stagione 2010-2011, il 12 dicembre, il successo mandrogno è fir- mato Stefano Scappini (nella foto) all’87’. Nel campionato 2012-2013, il 17 febbraio, la rete di Federico Viviani al 18’consegna i tre punti alla squadra allenata allora da Mister Cusatis. Salutiamo la capolista Tino Pastorino L a società nasce nel 1920 e partecipa ai campio- nati regionali per rag- giungere la Prima Divi- sione (terza categoria naziona- le) nel 1933 sotto il nome di Smalterie Bassano, essendo un club di dopolavoro operaio. Sciolto e ricreato secondo i ca- noni fascisti, il Bassano risale in serie C nel 1941 riuscendo anche a partecipare al Campionato Al- ta Italia del 1944. Nell'immedia- to dopoguerra il sodalizio giallo rosso staziona tra la serie D e la Prima categoria veneta. Nel 1967 assume l'attuale denomi- nazione di Bassano Virtus 55 Soccer Team, unendosi al cen- tro giovanile A.C. Virtus. Le for- tune sportive sono alterne ed al- talenanti tra Promozione, Ec- cellenza, Interregionale e serie D che viene vinta nel 2005 (gi- rone C) con la conquista dello scudetto dilettanti (3-2 in finale al Real Marcianise). In serie C2 perde i play off nel 2007 contro il Lecco, l'anno successivo è sconfitto in finale dal Porto- gruaro ma vince la Coppa Italia Lega Pro contro il Benevento. Ancora play off nel 2009 ma an- cora un ko ad opera del Giulia- nova. Il settimo posto del 2010 porta al ripescaggio ad agosto in Prima Divisione a seguito dei numerosi fallimenti di club di categoria superiore. Due anni in terza serie poi la retrocessione del2012. Lo scorso anno il quar- to posto con semifinale play off persa contro il Monza. In estate il patron Renzo Rosso aveva an- nunciato il disimpegno dal mondo del calcio ma gli ultimi risultati della squadra hanno riacceso l'entusiasmo e con ogni probabilità il club rimarrà nelle mani della famiglia Rosso. La stagione in corso Il Bassano è capolista con 54 punti, 10 di vantaggio sul Rena- te, 18 sulla nona posizione (Tor- res). Un rullo compressore in casa dove ha vinto 12 volte e solo due pareggi (2-2 con Porto Tol- le; 0-0 con Monza). Abbordabile il ruolino in trasferta con 4 vit- torie (Bra, Castiglione, Rimini, Bellaria), 4 pareggi e 4 sconfitte (Cuneo, Verona, Ferrara, Forlì). Sedici i gol segnati sui 44 com- plessivi, quindici quelli subiti sui 25 totali. Dopo la battuta d'arresto di Forlì (2-0), il Bassa- no è reduce da 4 vittoria con- secutive. Nel mercato di gen- naio due movimenti in entrata: il difensore Scrosta dal Lancia- no e il centrocampista Arati dal- la Reggiana. Hanno lasciato il club il difensore Pellizzari (Tris- sino) e il centrocampista Fondi (Reggiana). Dei 44 gol segnati 33 portano la firma di Berretto- ni (10) Pietribiasi (8) Maistrello (9) e Iocolano (6). La squadra Il Presidente è Stefano Rosso, fi- glio del Cav. Renzo Rosso, im- prenditore nel settore abbiglia- mento (marchio Diesel); secon- do Forbes è il decimo uomo più ricco d'Italia. L'allenatore è Ma- rio Petrone, napoletano, classe 1973, ex San Marino, tanta espe- rienza in serie D, soprattutto in Sardegna. Visto anche in panca a Nuoro (C2) e Lumezzane. Ha allenato in serie A a Malta. Il Di- rettore Sportivo è Werner See- ber. Lo schieramento tattico è il classico 4-4-2. In porta il titolare è Gian Maria Rossi (86) ex An- dria e Ravenna. Nel ruolo di do- dicesimo domenica scorsa Nico- la Pazzaia (96) dalla Berretti al posto di Filippo Lombardi (90) dal Bologna. In difesa gli esterni sono Carlo Toninelli (92) con- fermato e Daniel Semenzato (87) ex Treviso con esperienza in B a Cittadella e Frosinone. Carlo Pelagatti (89) dal S.Marino e Ni- cola Bizzotto (90)confermato, i centrali. A disposizione Edoar- do Scrosta (92) ex Lanciano, E- nrico Zanella (92) confermato, Filippo Stevanin (94) di Bassa- no del Grappa e Gianluca Ma- ran (94) figlio dell'allenatore del Catania. A centrocampo l'ex Ca- sale Filippo Guccione (92) , Gia- como Cenetti (89) ex Venezia, Mattia Proietti (92) confermato e l'ex Valle d'Aosta Simone Io- colano (89). In panchina Matteo Arati (90) dalla Reggiana, Elia Cortesi (92) dal Carpi, Federico Furlan (90) confermato ed il giovane Marco Bortoli (94). In attacco l'esperto Emanuele Ber- rettoni (81) confermato, ex Ve- rona e in serie A con Lazio Na- poli e Perugia che fa coppia con Stefano Pietribiasi (85) ex Man- tova. Con a disposizione l'estro- so Tommy Maistrello (93) con- fermato e l'altro Bizzotto, Stefa- no (94). L’ultimo turno __Bassano V. - Real Vicenza 2-1 (0-0) Marcatori: Pietribiasi al 62', Malagò al 73', Maistrello al 92'. Bassano (4-4-2): Rossi; Toninelli (dal 80' Stevanin) Pelagatti Bizzotto N. Se- menzato; Guccione (dal 60' Maistrello) Cenetti (dal 75' Arati) Proietti Iocolano; Berrettoni Pietribiasi. A disp. Pazzaia Zanella Scrosta Cortesi. All. M. Petrone R. Vicenza (5-3-2): Tomei; Sandrini Nie- ro Stefani Busatto Porcino; Lavagnoli (dal 76' Caporali) Catinali Malagò; Moro (dal 64' Torri) Alessandro (dal 67' Caval- lari). A disp. Fissore Bacher Rebecchi Magrassi All. L. Zauli Arbitro sig. Strippoli di Bari. Note: espul- si Busatto al 51', Tomei al 66', Zauli al 86'. Berrettoni ha fallito un calcio di ri- gore al 52' (parato). 5PSUPOB  44   4UBUBMF QFS 7PHIFSB  5FM F 'BY    $FMM   CERCA SU FACEBOOK La Villa lap dance www.facebook.com/groups/366328979134 LIMOUSINE ADISPOSIZIONE DEI CLIENTI 6DEDWR  PDU]R 6H[ &DUQHYDOH $PEURVLDQR H )HVWD GHOO¶8RPR 6DEDWR  PDU]R 6H[ &DUQHYDOH $PEURVLDQR H )HVWD GHOO¶8RPR Localeperaddio al celibato e feste dicompleanno 03"3*0 %"--&   */ 10* "1&35* %" (*07&%Š " %0.&/*$"

4 - venerdì 7 marzo 2014 Tredici domande a... Francesco Morga l1 l2 l3 l4 l5 l6 l7 l8 l9 l10 l11 l12 l13 Nato a Monopoli Data di nascita Fidanzato/sposato/libero Prima società Hai sempre giocato in questo ruolo Squadra del cuore Momento top della carriera L’avversario/compagno che ha fatto più carriera Il mister più importante Passatempo Attrice preferita Attore preferito Musica preferita 29 marzo 1986 Fidanzato Esperia Monopoli Sì Inter Gli anni del Giulianova La A a 18 anni col Genoa Stefano Botta De Patre Film e calcio in tv Angelina Jolie Robert De Niro Tutta l’house music Campagna Tesseramento Uil Pensionati 2014

venerdì 7 marzo 2014 - 5 Tredici domande a... Fausto Ferrari l1 l2 l3 l4 l5 l6 l7 l8 l9 l10 l11 l12 l13 Nato a Pavullo sul Frignano Data di nascita Fidanzato/sposato/libero Prima società Hai sempre giocato in questo ruolo Squadra del cuore Momento top della carriera L’avversario/compagno che ha fatto più carriera Il mister più importante Passatempo Attrice preferita Attore preferito Musicista preferito 9 marzo 1980 Separato Bologna Sì Inter La Coppa Uefa col Bologna Zaccardo Nicola Il figlio Scarlett Johansson Johnny Depp Coldplay 52'%+#.+6#m ALESSANDRIA VIA POLIGONIA 71 • TEL. 0131 226621 Salamini di vacca della Fraschetta Rabatòn di Litta Agnolotti di stufato

6 - venerdì 7 marzo 2014 Centogrigio, tra tavola e calcio Gigi Poggio N iente da dire sulle tabelle diete- tiche e sui buoni comportamen- ti a tavola ma una pausa pranzo col galletto e i ceci e un bel bic- chiere di Barbera vale sempre il prezzo del biglietto. Questo e altro da Centogri- gio, ristorante pizzeria e bar che sorge al quartiere Cristo, all'interno dell'omoni- mo centro sportivo. Ci siamo arrivati, manco a dirlo, all'ora di pranzo e vi ab- biamo trovato un'umanità vociante e af- famata, circondata, quasi avvolta, da un profumo in cui era difficile distinguere tra primi e secondi ma che ricordava, cer- to, qualcosa di buono. Il locale - di cui Va- lentina Bonanno è la responsabile - è ov- viamente qualcosa in più del luogo di ri- storo del centro sportivo, funzione che peraltro assolve egregiamente. Con u- n'accorta politica di comunicazione, in- fatti, il ristorante ha attivato molte con- venzioni con ditte che operano in città. "Una scelta felice - puntualizza la Bo- nanno - perchè risponde a una domanda esistente in Alessandria; la qualità e la convenienza della nostra offerta econo- mica e gastronomica ha suscitato interes- se e adesso le maestranze della Telecom, della Unes e di molte aziende che lavo- rano in sinergia con Ferrovie Italia, per non parlare dei clienti che alloggiano al vicino Hotel Royal." Qualità e convenien- za ma non solo perchè Centogrigio ha una sua precisa linea enogastronomica... "Ov- viamente: materie prime, stagionalità e territorio sono l'ABC di qualunque locale che voglia fare la differenza e anche a noi ci muoviamo in questa direzione." Spe- cialità della casa? "Agnolotti con stufato, gnocchi al castelmagno, salamini ubria- chi e un memorabile spezzatino!". E la cantina? "Etichette locali ma non solo. E' un aspetto che curiamo molto attenta- mente e sul quale vogliamo crescere e mi- gliorare costantemente." E poi la pizze- ria... "Si - aggiunge la Bonanno - altro no- stro fiore all'occhiello: trenta tipi di pizza e la pizza al metro che non tutti in città propongono e che qui è davvero specia- le." 120 coperti, un dehor che dà sull'im- pianto sportivo e i Grigi ospiti a pranzo e cena... "Da tempo li abbiamo ospiti; direi da sempre - dice soddisfatta la Bonanno - ed è un piacere anche per la vicinanza che abbiamo e abbiamo avuto con la so- cietà. L'attenzione che abbiamo nei loro confronti è assoluta anche perchè il rap- porto che si è stabilito da subito con la nuova dirigenza è un rapporto di grande stima e fiducia... Scusa ma mi chiedono dell'altro galletto..." Santarcangelo a tavola __Troverete ragioni per vedere e mangiare cose interessanti. Per la sosta gastronomica vi consigliamo La Sangiovesa, in piazza Simone Balacchi, nell'an- tico palazzo dei nobili Nadiani. La Sangiovesa è un autentico presidio della tipicità locali, dal- lo squacquerone, ai cassoni, torte salate ripiene di erbette, al pecorino di Sogliano. In un menù ricchissimo che varia se- condo la stagionalità, troverete il salume per antipasto, la ca- pra che accompagna il ragù dei cappelletti e la costata di scot- tona al sale di Cervia. E poi una carta dei vini ricca di presenze locali. I precedenti con il Santarcangelo __Il Santarcangelo è alla sua terza stagione tra i professionisti e pertanto sono due i prece- denti con la formazione grigia, in terra roma- gnola, nell’arco delle ultime due stagioni. Il più recente risale al 27 gennaio 2013 pareggio per 1-1, grazie ai goal di Anastasi al 50’ per il gialloblù e di Barbagli al 72’ per i Grigi. Il pri- mo confronto invece è datato 11 settembre 2011, quando la rete di Martini al 67’ ha rega- lato la vittoria ai Grigi. Proprio Marco Martini sarà uno dei due ex della gara: per l’attaccan- te riminese 46 presenze e 10 goal in maglia grigia dal campionato 2010-11 al gennaio 2012. L’altro ex di giornata è Luigi Scotto, che ha militato nella squadra romagnola nel cam- pionato 2011-12, collezionando 33 presenze e 7 reti. alessandria G R U P P O Centralcar ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 Centralcar ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 SUBARU Alessandria Auto ALESSANDRIA - Via Marengo, 162 SPINETTA MARENGO (AL) - Strada Statale n. 10, 20 Autovar SPINETTA MARENGO (AL) Strada Statale, 10 - Tel. 0131 618780 ALESSANDRIAAUTO VIAGGIASEMPRECONVOI. ITALGRAFICA srl Novara | Via Verbano, 146 | Tel. 0321 471269 | Fax 0321 478314 commerciale@e-italgrafica.it www.italgrafica.net legatoria emozioni stampate prepress stampa offset stampa digitale legatoria

venerdì 7 marzo 2014 - 7 “Io... e i Grigi” quattro chiacchiere con Massi Scaglia da anni protagonista sui campi di mezza Italia Massimiliano Scaglia __È nato a Torino, il 21 maggio 1977. Cresciuto nel Lascaris, si è trasferito al- l'Alessandria nel 1995. Complessiva- mente con la maglia dei Grigi disputa 56 gare in Serie C1 realizzando un gol e 100 gare in Serie C2 realizzando 8 reti. In totale, considerando anche le Coppe nazionali, 185 presenze e 11 centri. Nel 2002 va all'Ancona, dove ri- mane fino al gennaio 2003 per indos- sare poi la maglia della Florentia Viola, nata dalle ceneri della Fiorentina. Sotto la guida di Cavasin, gioca 12 partite se- gnando una rete. L'anno successivo la nuova Fiorentina viene ripescata in Se- rie B e arriva agli spareggi contro il Pe- rugia. Al termine della stagione passa al Bari. Con la società del presidente Matarrese disputa tre campionati, supe- Gigi Poggio A distanza di un bel po' di anni, Massimiliano Scaglia (per tutti Mas- si) mantiene la sua dialettica sciolta e coinvolgente. Stiamo parlando di un giova- notto di 37 anni, con centinaia di partite nelle gambe, 5 promo- zioni, piazze importanti e una voglia assoluta di arrabbiarsi ancora per una partitella persa in allenamento. "Mi chiedo ogni tanto se que- sto entusiasmo prima o poi mi passerà o se verranno meno la voglia e l'adrenalina che mi sal- gono quando devo andare ad al- lenarmi... e mi do anche la rispo- sta: ovviamente no, almeno per ora". La tua è stata una carriera in- tensa in cui non ti sei fatto man- care niente, infortuni compresi. Dove si trova la forza per andare avanti, comunque? "Effettiva- mente, tra fallimenti e legamen- ti saltati, mi sono dato da fare. Quando capita, ed è capitato, ho sempre pensato che quell'espe- rienza poteva comunque servire a farmi crescere, a darmi stimoli diversi e metterci maggiore im- pegno per superare quel mo- mento. Così è stato, per esem- pio, ad Alessandria, quando, pur passando un po' di mesi a rin- correre il presidente di allora, per sistemare la questione dello stipendio, non ho mai smesso di sputare sangue sul campo..." Poi sono venuti momenti migliori... Ancona, Firenze, Bari... "Ad An- cona ho fatto pochi mesi ma quel gruppo poi è salito in A. Poi c'è stata Firenze e lì ho toccato il cielo con un dito..." Anche par- tendo dal basso, dalla C2? "A Fi- renze è stato tutto clamoroso, eccitante, un posto dove un cal- ciatore dovrebbe vivere: una passione contagiosa, febbrile, u- na tensione costante che prende tutta la città. Lì sono stato bene ma la mia maturazione è stata a Bari, dove sono sono arrivato perchè parte di un progetto. Lì mi sono sentito per la prima vol- ta un calciatore fatto e finito; tre anni, qualche incidente pur- troppo ma anche una crescita costante che potevo constatare anch'io, in una piazza ambizio- sa, carica di aspettative". Fino A Verona... Si, dopo la parentesi tremenda di Treviso e il falli- mento e poi di nuovo la Puglia con Gallipoli, è arrivata Verona. Una piazza esigente che Man- dorlini ha saputo plasmare con una tenacia e una competenza che gli devono essere ricono- sciute". Piazza esigente, proiet- tata nel passato... "Assoluta- mente si; quando ero lì, si face- vano ancora le cene commemo- rative dello scudetto di Bagnoli e Briegel. Capirai che, per scal- zare questa mentalità, devi lavo- rare duro e far arrivare i risul- tati. Solo così trovi gente nuova e rigeneri l'entu- siasmo... E Mandorlini e la società ce l'hanno fat- ta". Una ricetta che vale per Vercelli, dove sei ora e anche Alessandria? "Il pas- sato non si può dimentica- re e nemmeno il suo presti- gio però il modo migliore per crescere e andare avan- ti è quello di guardare in al- tre direzioni, investendo sul presente e sul futuro. Detto da me, forse, sem- bra un paradosso. Ma so- no un tipo ambizioso... Ah, dimenticavo: le pro- mozioni sono 6. Non di- menticare quella col Lascaris... è lì che mi hanno trovato i Gri- gi... L’uomo delle promozioni Massimiliano Scaglia con le maglie di Pro Vercelli, Hellas Verona e Alessandria rando le cento partite in Serie B. Nell'e- state del 2007 si trasferisce al Treviso, Nell'estate del 2008 partecipa nelle file della selezione di calcio della Padania all'edizione 2008 della Viva World Cup, vinta dalla stessa selezione padana. Nell'agosto 2009 passa al Gallipoli, neopromosso in Serie B. A seguito del fallimento del Gallipoli passa all'Hellas Verona, squadra con la quale ottiene la quinta promozione in carriera e contri- buendo al ritorno degli scaligeri in Serie B. Nel luglio 2012 Scaglia viene ceduto, a titolo definitivo, alla Pro Vercelli. n carriera ha ottenuto in totale cinque promozioni: due con la Fiorentina dalla Serie C2 alla C1 e dalla Serie B alla Se- rie A, una a testa con l'Hellas Verona C1-B, l'Ancona B-A e l'Alessandria C2- C1. L’Espresso italiano si presenta alla vista con una crema di colore nocciola, tendente al testa di moro e distinta da riflessi fulvi. Questa crema ha una tessitura finissima, vale a dire che le sue maglie sono strette e sono assenti bolle più o meno grandi. All’olfatto ha un profumo intenso che evidenzia note di fiori, frutta, pane tostato e cioccolato, tutte sensazioni che si avvertono anche dopo la deglutizione, nel lungo aroma che permane per decine di secondi, a volte per minuti. Il gusto è rotondo, consistente e vellutato, l’acido e l’amaro risultano bilanciati senza che vi sia prevalenza dell’uno sull’altro e l’astringente è assente o comunque di ridottissima percezione. Nei locali dove troverai miscela, attrezzatura e barista qualificati dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano /DUHJRODG·RURPLOOLOLWUL LQVHFRQGL $/(66$1'5,$ ‡ &RUVR &DUOR 0DU[  ‡ 7HO   Per un espresso di qualità CERCA LE TAZZINE! 7255()$=,21(6$78512 www.saturnocaffe.it CREMA CAFFE’

8 - venerdì 7 marzo 2014 Prevenirepercresceremeglio I risultati del Settore Giovanile __Berretti: Alessandria - Bra 1-2 (De Nardi). Allievi Nazionali 1997: Cuneo - Alessandria 1-2 (Giudice, Gentile). Allievi Regionali Fascia B 1998: Chera- schese - Alessandria rinviata. Giovanissimi Nazio- nali 1999: Cuneo - Alessandria 1-1 (Sala). Giova- nissimi Regionali Fascia B 2000: Alessandria - Pro Vercelli rinviata. Giovanissimi Regionali Fa- scia B 2001: Asti - Alessandria 4-5 (3 Panariello, Nani, Baldizzone). Esordienti 2002: Novese - A- lessandria rinviata. Esordienti 2002 (test match): Alessandria - Pro Patria 1-1 (Brollo). Esordienti a 9 2003: Alessandria - Novese 3-2 (Bovone, Demar- tini, Riccardo Lorenzon). Esordienti a 9 2003 (te- st match): Alessandria - Pro Patria 2-2 (Demartini, Adamo), Pulcini 2004: Acqui - Alessandria 3-2 (Trinceri, Planasi). Pulcini 2004 (test match): A- lessandria - Pro Patria 0-11. Pulcini 2004: Ales- sandria - Acqui 22-1. Pulcini 2005: Alessndria - Don Bosco 4-2 (2 Ciparelli, Sacco, Massone) Michela Amisano M artedì 25 febbraio si è svolto presso il Centro “KINESIS PA- LESTRE” di via Tortona, 32 ad Alessandria, un incontro con il Dott. Fulvio Massa e il suo gruppo di la- voro. Tema della serata l'illustrazione, a genitori e staff delle formazioni del Setto- re Giovanile dell’Alessandria Calcio, le va- lutazioni posturali effettuate sugli giovani calciatori, in particolare quelle delle cate- gorie Berretti, Allievi Nazionali e Giova- nissimi Nazionali. La serata si è aperta con i saluti e gli interventi del Responsabile Organizzati- vo del Settore Giovanile, Alberto Sala, e del Medico Sociale, Dott. Biagio Polla, che hanno sottolineato l’importanza una va- lutazione di questo tipo che consente di seguire passo dopo passo ogni atleta del- l’Alessandria Calcio, dal suo ingresso in società fino al momento di una sua even- tuale uscita. La parola è poi passata al Dott. Massa che ha introdotto il suo staff, composto dai Dott.ri Bacco, Capocchiano, Oliveri e Rinaldi, rimarcando l’importanza di que- sto progetto, che solo poche società di Se- rie A sono riuscite a realizzare. Lo studio è stato effettuato in un’ottica di prevenzione e ottimizzazione della cre- scita dei ragazzi, non solo dal punto di vi- sta calcistico, ma anche da quello dello sviluppo individuale. Tutto ciò è stato re- so possibile grazie ad alcune prove che vanno oltre i cosiddetti test “da campo”: vere rilevazioni posturali che hanno per- messo di evidenziare potenziali problemi nella completa e armonica formazione fi- sica dell’atleta, così da poter trattare even- tuali scompensi direttamente sul campo, attraverso gli allenamenti, oppure con al- tri rimedi di tipo posturale. I fisioterapisti specializzati in osteopa- tia e posturologia dello staff di KINESIS PALESTRE hanno effettuato alcuni esa- mi, raccogliendo i dati relativi ai princi- pali recettori responsabili del turbamento degli equilibri posturali, come l’occhio, i denti e i piedi. Gli interventi della Dott.ssa Sara Olivieri sull’apparato oculare, del Dott. Davide Bacco sulla masticazione e del Dott. Rinaldi sul recettore podalico hanno dimostrato quanto può incidere un sistema che non funziona a regime otti- male sulle funzionalità posturali e percet- tive, tanto da provocare sbilanciamenti posturali nel ragazzo al fine di compen- sare il difetto. A conclusione dell’incontro, il Dott. Massa ha sintetizzato il progetto Alessan- dria Calcio: si è partiti, in primo luogo, cercando di tenere sotto controllo la si- tuazione degli atleti, partendo dai più grandi; il passo successivo è riuscire a va- lutare tutte le formazioni del Settore Gio- vanile, introducendo esercizi che vadano a far lavorare anche quei gruppi musco- lari che nel calcio, pur essendo uno degli sport più completi, non vengono attivati, ad esempio il busto; infine evidenziare le situazioni in cui sarebbero opportuni cor- rettivi, al fine di premettere un armonico ed equilibrato sviluppo fisico dei ragazzi. I ragazzi dell’Alessandria e le tecniche di valutazione delle loro caratteristiche fisiche. Un lavoro d’avanguardia Il benessere comincia da qui. KIMONOPORTE srl Esposizione e vendita: Spalto Gamondio, 27 - 15121 Alessandria Tel. 0131.443445 - www.kimonoporte.it kimonoarredobagno

Add a comment

Related presentations

Related pages

L’orso in casa n.3 | U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912

Il terzo numero de L'Orso in casa on line su questo sito...
Read more

L'Orso in casa n. 15 2014/2015 - Sports

L'Orso in casa n.6 2014/2015 Il sesto numero de "L'Orso in casa", l'house organ dell'Alessandria Calcio L'Orso ... L'orso in casa N° 14 1. N° 14 ...
Read more

"L'Orso in casa" n.13 - Sports

L'orso in casa n.13 ... L'orso in casa N° 14 1. N° 14 - Venerdì 7 marzo 2014 2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD DOFLREditoriale Crescere ...
Read more

L'orso - Tornando a casa - YouTube

... 2012 Acquistabile su http://bit.ly/1m90Rh8 Segui L’ORSO, ... L’orso - Tornando a casa Album: ... 14 L'orso - Avere Ventanni ...
Read more

L'orso | L'orso | Free Listening on SoundCloud

L'orso’s tracks Festa di merda ... published on 2016/01/15 14:11:56 ... Chiudi gli occhi, siamo a casa (luogo n.3) by L'orso published on 2015/11/24 18 ...
Read more

L'orso - Chiudi gli occhi, siamo a casa (Luogo n.3) - YouTube

L'orso - Chiudi gli occhi, siamo a casa (Luogo n.3 ... Segui L'ORSO, http ... (Lo Stato Sociale Cover) - Duration: 5:14. Garrincha ...
Read more

Chiudi gli occhi siamo a casa (luogo n.3), a song by L ...

Chiudi gli occhi siamo a casa (luogo n.3) By L'orso. 2016 • 1 song, 5:51. Play on Spotify. 1. ... Listen to L'orso in full in the Spotify app. Play on ...
Read more

Masha e Orso - Wikipedia

Vive in una casa sperduta ... Semi-antropomorfa come l'orso ... serie animata che riprende con la pubblicazione dell'episodio n. 53 intitolato "Nel cerchio ...
Read more

Newsletter sull'Orso Bruno delle Alpi Centrali

L'orso, frutto prezioso ... n. 14 (gennaio 2007) n. 13 (ottobre 2006) Edizione straordinaria JJ1 ... Casa Orso. Un museo dedicato all’orso bruno, ...
Read more

L'orso

... (Faust'o), Giacomo Lariccia, Roberta Di Lorenzo, Numero 6, Paps'n'Skar, Platinette, Mao, Lombroso ... www.unluogosicuro.it L'orso ... May 14 at 3 :22am ...
Read more