Innovazione e standardizzazione: il ruolo delle Prassi di riferimento

50 %
50 %
Information about Innovazione e standardizzazione: il ruolo delle Prassi di riferimento

Published on June 12, 2019

Author: normeUNI

Source: slideshare.net

1. Innovazione e standardizzazione: il ruolo delle Prassi di riferimento Milano, 30 maggio 2019 Elena Mocchio Responsabile Divisione Innovazione – UNI E-mail: elena.mocchio@uni.com

2. Ente Nazionale Italiano di Unificazione detto «Ente Italiano di Normazione» Associazione privata senza scopo di lucro, fondata nel 1921. Elabora norme tecniche in tutti i settori dell’economia, per l’industria, il commercio, i servizi e la società in generale, ad esclusione delle materie elettriche ed elettrotecniche. Riconosciuto Regolamento UE n.1025/2012 e Decreto Legislativo n.223/2017 per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 1025/2012 sulla normazione europea e della direttiva (UE) 2015/1535 (procedura d'informazione)

3. Articolo 1 – Oggetto Il presente regolamento stabilisce norme riguardanti la cooperazione tra le organizzazioni europee di normazione, gli organismi nazionali di normazione, gli Stati membri e la Commissione, l’elaborazione di norme europee e prodotti della normazione europea per i prodotti e per i servizi, a sostegno della legislazione e delle politiche dell’Unione (…).

4. Articolo 4, Comma 2 L’Ente nazionale italiano di unificazione (UNI), il Comitato elettrotecnico italiano (CEI), nonché, relativamente alle attività da svolgere in rapporto con l’Istituto europeo per le norme di telecomunicazione - ETSI e l’Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT), congiuntamente l’UNI ed il CEI sulla base di appositi accordi di collaborazione con l’Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione (ISCOM), …. continuano ad operare quali organismi nazionali di normazione italiani come individuati alla data di entrata in vigore del presente articolo.

5. Linee Politiche 2017-2019 – Sviluppo Grandi Temi

6. Comitè Européen de Normalisation Ente Italiano di Normazione International Organization for Standardization Rappresenta l’Italia negli organismi di normazione tecnica europei ed internazionali UNI: la Normazione tecnica italiana

7. SALVAGUARDARE gli interessi del consumatore e della collettività PROMUOVERE la sicurezza, la qualità della vita e la conservazione dell'ambiente, regolamentando prodotti, processi e servizi MIGLIORARE l'efficacia e l’efficienza del sistema economico, unificando prodotti, livelli prestazionali, metodi di prova e di controllo PROMUOVERE il commercio internazionale armonizzando norme e controlli di prodotti e servizi SUPPORTARE l’innovazione tecnologica, favorendo il trasferimento della conoscenza e la diffusione dei risultati della ricerca …e un ruolo socio- economico

8. QUALITQUALITÀÀ GESTIONEGESTIONE SICUREZZASICUREZZA AMBIENTEAMBIENTE SICUREZZASICUREZZA SOCIALESOCIALE Sicurezza delle attività Approccio per processi Gestione delle organizzazioni Qualità servizi Qualità prestazioni professionali PRESTAZIONIPRESTAZIONI REQUISITIREQUISITI METODI DI PROVAMETODI DI PROVA Sicurezza dei prodotti Caratteristiche dei prodotti Livelli prestazionali Metodi di prova SICUREZZASICUREZZA TERMINOLOGIATERMINOLOGIA DIMENSIONIDIMENSIONI Codici comuni Unificazione dimensionale Intercambiabilità pezzi Evoluzione dei contenuti delle norme PRODOTTIPRODOTTI ServiziServizi OrganizzazioniOrganizzazioni ProfessioniProfessioni REQUISITIREQUISITI

9. Norme (volontarie) e Leggi (obbligatorie)  È volontaria  È frutto di un processo basato sul concetto di consenso  È uno strumento di autoregolamentazione del mercato e di trasferimento tecnologico  È pubblicata da un Ente di normazione  È obbligatoria  È frutto di un processo basato sul concetto di rappresentanza  È uno strumento di regolamentazione del mercato  È pubblicata da un organismo governativo in Gazzetta Ufficiale o in un atto legislativo Regola TecnicaRegola TecnicaNorma TecnicaNorma Tecnica

10. IL LEGISLATOREIL LEGISLATORE:: 11 dichiara le norme necessarie 22 il requisito della norma diventa il requisito legale obbligatorio DIRETTO: definisce che una determinata norma soddisfa il requisito applicabile diventando così parte integrante della legislazione. INDIRETTOINDIRETTO: richiede che un prodotto soddisfi condizioni quali “lo stato dell’arte” o “requisiti essenziali” citando la norma quale possibile mezzo per soddisfare questi requisiti generali. IL LEGISLATOREIL LEGISLATORE:: 11 dichiara le norme sufficienti 22 Il requisito della norma non è l’unico mezzo per soddisfare il requisito legale obbligatorio Il riferimento alle norme nella legislazione

11. Accreditamento - Certificazione - Normazione Certificazione, Ispezione, Laboratori e Taratura Laboratori di Prova Organismi di Certificazione Ente di Normazione Ente di Accreditamento

12. Produttori Consumatori Ministeri Pubblica amministrazione Laboratori Mondo della certificazione e accreditamento Mondo accademico Ricerca Associazioni di Categoria … Chi scrive le norme e come?Esperti che rappresentano le parti interessate (“stakeholders”) attraverso un processo di autoregolamentazione del mercato Democraticità Trasparenza Volontarietà Consensualità Pluralità e Partecipazione Patto multi-stakeholder

13. Le norme tecniche sono strumenti di trasferimento tecnologico. Già nel 2008 l'Unione Europea ha riconosciuto nel documento "Conclusioni del Consiglio UE su normazione e innovazione" il contributo delle norme all'innovazione e alla competitività perché: •facilitano l'accesso ai mercati •permettono l'interoperabilità tra nuovi e vecchi prodotti/parti (e quindi anche tra tecnologie) •danno fiducia ai consumatori verso i prodotti innovativi Norme tecniche e innovazione: quale il nesso? Ad esse è stato riconosciuto un ruolo di stimolo all'innovazione analogo a quello dei brevetti 6

14. La normazione tecnica è importante per l’innovazione? • Facilita la diffusione delle conoscenze e promuove la comprensione da parte del mercato dei risultati della ricerca • Contribuisce a determinare il contesto di nuovi mercati emergenti e a soddisfare la rispondenza ai dispositivi di legge, in particolare alle Direttive EU/Regolamenti su salute e sicurezza • Riduce le tempistiche di diffusione dell’innovazione e incrementa gli scambi sul mercato • Garantisce l’accesso tempestivo alla conoscenza di altri stakeholder • Crea relazioni con clienti, concorrenti, fornitori ed enti regolatori • Facilita la gestione del rischio finanziario legato all’innovazione • Favorisce l‘accettabilità dell’innovazione per clienti e committenti pubblici • ‘Autorizza’ i brevetti citandoli all’interno degli standard … le norme sono un veicolo di innovazione! 8

15. Come integrare la normazione nei progetti di ricerca e innovazione a) Considerare gli standard esistenti quando si propongono nuove attività e si progettano nuovi progetti, evitando duplicazioni e sviluppo di standard contrastanti b) Includere la normazione volontaria nei WP – work package come strumento per la «disseminazione» dei risultati del progetto a lungo termine c) Considerare la standardizzazione e gli standard come mezzo per divulgare e condividere i risultati dei progetti di ricerca e innovazione d) Usare i risultati delle attività di ricerca per migliorare gli standard esistenti

16. Prassi di Riferimento UNI/PdR Sono un prodotto della normazione per il trasferimento dell’innovazione, elaborate sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, per contribuire alla preparazione di contesti di sviluppo per le future attività di normazione. Contengono specificazioni tecniche riguardanti argomenti di tutti i settori innovativi, “best practice” nell’ambito dei servizi, di applicazioni particolari di norme esistenti, di disciplinari di consorzi, di modelli di gestione sperimentati a livello locale … Sono a diffusione gratuita e ad applicazione sperimentale.

17. Le prassi di riferimento sono elaborate da un “Tavolo” formale di esperti di organizzazioni rappresentative del mercato, cui è destinata la prassi. A questi possono aggiungersi altri esperti del sistema UNI in grado di portare esperienze specifiche in ambiti limitrofi già normati. Il Tavolo di lavoro opera in modo indipendente e al di fuori dal sistema degli organi tecnici UNI. Chi le scrive

18. Processo di elaborazione (1)

19. Processo di elaborazione (2) … trasformazione in norma tecnica o ritiro a 5 anni dalla pubblicazione

20. 22

21. Dove trovo le UNI/PdR …

22. Grazie per l’attenzione! Elena Mocchio Divisione Innovazione - UNI E-mail: elena.mocchio@uni.com

Add a comment