Industry e Consumer Trends: city, living, work, consumption, health

0 %
100 %
Information about Industry e Consumer Trends: city, living, work, consumption, health
Business & Mgmt

Published on February 3, 2014

Author: valentinadurante94

Source: slideshare.net

Description

INNOVAZIONE vs (eco)TRENDS: macro tendenze del mercato globale per lo sviluppo dei business delle imprese e indicazioni di intervento per le policy regionali
Intervento a Ecomondo di Rimini, novembre 2013

INNOVAZIONE VS (ECO)TRENDS: macro tendenze del mercato globale per lo sviluppo dei business delle imprese e indicazioni di intervento per le policy regionali Valentina Durante, Trends Research

CITY • LIVING • WORK • CONSUMPTION • HEALTH

CITY: COME SARANNO LE NOSTRE CITTÀ?

1. CRITERI ECOATTIVI 2. ARCHITETTURA MIMETICA 3. URBAN FARMING 4. ELASTIC ENVIRONMENT 5. RECYCLING ARCHITECTURE 6. COMPORTAMENTI VIRTUOSI 7. SMART CITIES CITY: COME SARANNO LE NOSTRE CITTÀ?

1. CRITERI ECOATTIVI Vivere e produrre a impatto zero non è più sufficiente. Gli edifici si fanno carico della produzione di energia e della riduzione del tasso di inquinamento dell’ambiente. Tecniche e materiali non solo ecosostenibili ma anche in grado di giovare all’ambiente. Sistemi rigenerativi in grado di catturare energia e risorse altrimenti sprecate e immagazzinarle per futuri utilizzi. Maggiore efficienza , minor consumo di risorse, costi inferiori.

1. CRITERI ECOATTIVI Concept di “super-alberi” per la città di Singapore: da un lato giardini verticali, dall’altro delle centrali che immagazzinano acqua, energia solare ed eolica per l’area circostante. Di Grant Associates.

1. CRITERI ECOATTIVI Un concept per la città di Casablanca: un padiglione a forma di foglia che raccoglie l’acqua piovana per riutilizzarla nelle toilette pubbliche. Di TomDavid Architecten.

1. CRITERI ECOATTIVI Soundscraper è il progetto di un grattacielo in grado di assorbire le vibrazioni sonore di zone molto trafficate e di convertirle in energia cinetica e quindi elettrica. Minor inquinamento acustico ed energia pulita!

1. CRITERI ECOATTIVI Phytokinetic di Marc Granen, una tecnologia che trasforma la condensa originata dall’aria condizionata in acqua per irrigare il giardino sovrastante il tetto. Per città prive di spazi verdi.

2. ARCHITETTURA MIMETICA Edifici che si fondono con l’ambiente circostante, quasi mimetizzandosi in esso. Edifici sostenibili che sfruttano e si armonizzano con le caratteristiche locali, rifiuto della standardizzazione architettonica. Non iconic archtecture, reazione alle archistar.

2. ARCHITETTURA MIMETICA Maquinnext è il progetto di un centro commerciale a Barcellona “nascosto” sotto un parco pubblico. La vegetazione sovrastante favorisce la termoregolazione.

2. ARCHITETTURA MIMETICA Piastrelle da esterno che simulano un giardino verticale per introdurre la vegetazione nell’ambiente urbano. Di William Lee.

3. URBAN FARMING Recupero degli spazi urbani inutilizzati per riconvertirli all’agricoltura. Autosufficienza alimentare, produzioni iper-locali. Orti cittadini e vertical farming.

3. URBAN FARMING Eco-Aquaponic House di Michael Jantzen è un ecosistema che permette di coltivare piante e di allevare pesci allo stesso tempo. Gli scarti prodotti dai pesci servono a fertilizzare il suolo dove crescono le piante.

3. URBAN FARMING Green City Acres, a Kelowna (British Columbia), utilizza i giardini e gli orti dei residenti per creare una sorta di azienda agricola decentralizzata. Si cede il proprio spazio verde e si riceve una cassa di prodotti una volta alla settimana.

3. URBAN FARMING Nourishmat, urban farming per principianti: orti “preconfezionati” da appoggiare semplicemente sul terreno.

4. ELASTIC ENVIRONMENT Alternativa alla miniaturizzazione degli edifici. Strutture malleabili con molteplici utilizzi. Lo spazio urbano ha troppo valore per limitarlo a una sola funzione d’uso. Ambienti pop-up.

4. ELASTIC ENVIRONMENT Un progetto che riutilizza gli uffici rimasti vuoti a causa della crisi economica e li riconverte in hotel temporanei. L’arredo di ogni pop-up hotel è progettato per essere contenuto in un bancale standard per facilitarne la spedizione. Dello studio di design Pink Cloud.

4. ELASTIC ENVIRONMENT Robalder Park a Roskilde, in Danimarca. Uno skate park che in caso di inondazione si trasforma in un sistema di drenaggio delle acque.

4. ELASTIC ENVIRONMENT Un billboard che produce acqua potabile dall’aria tramite un processo di osmosi inversa. Un progetto per la regione desertica di Lima, in Perù.

5. RECYCLING ARCHITECTURE Riconversione di edifici inutilizzati. Container architecture. Recupero di edifici storici.

5. RECYCLING ARCHITECTURE Minimizzare l’impatto degli edifici in aree incontaminate è oltremodo importante. Questo centro di ricerca costruito nel Nordest Antartica è stato realizzato utilizzando 134 container riciclati. Di Bof Architekten.

6. COMPORTAMENTI VIRTUOSI Prodotti e servizi che sviluppano il senso civico nei cittadini. Ricompensare i comportamenti corretti. Favorire una sana competizione.

6. COMPORTAMENTI VIRTUOSI Il designer indiano Nishant Jethi ha sviluppato un concept di cestino per ambiente esterno che invita la gente a gettare lì i rifiuti anziché a terra. Ogni volta che vi viene gettato qualcosa l’interno caleidoscopico “ricompensa” il passante con suggestivi pattern visivi.

6. COMPORTAMENTI VIRTUOSI In Messico il portale internet Terra ha ideato, in collaborazione con DDB, l'iniziativa Poo WiFi per convincere la gente a raccogliere le deiezioni dei propri amici a quattro zampe.

6. COMPORTAMENTI VIRTUOSI Opower, una app per Facebook che consente ai consumatori di confrontare il loro consumo energetico con quello degli altri utenti che si trovano nella stessa area geografica. Si instaura così una competizione virtuale che stimola ognuno a tagliare gli sprechi.

7. SMART CITIES Città interattive. Internet of Things esteso agli spazi urbani. Fusione tra online e offline.

7. SMART CITIES Enevo, un sensore da applicare ai cestini per i rifiuti che comunica agli operatori della nettezza urbana quando il contenitore è pieno, evitando svuotamenti inutili.

7. SMART CITIES Lifethings, a Seoul, una scultura che funge da “orecchio artificiale” per lamentele e consigli dei cittadini.

LIVING: DOVE ABITEREMO?

1. AMBIENTI FLESSIBILI 2. MOOD DESIGN 3. SMART HOME 4. ECO-SOLUTIONS 5. QUIET & CLEAN 6. HOME GARDENING LIVING: DOVE ABITEREMO?

1. AMBIENTI FLESSIBILI Flessibilità lavorativa, microimprenditorialità, homeworking. Miniaturizzazione degli edifici. Spazi che crescono e cambiano in accordo con le necessità di chi li abita. Pop-out design: prodotti e arredi che minimizzano il proprio impatto scomparendo. Mobili riconfigurabili, con componenti modulari e caratteristiche multifunzione per garantire maggiori prestazioni in minor spazio.

1. FLEXIBLE HOME Camille Wall Desk, armadietto a muro da cui scende una scrivania.

1. FLEXIBLE HOME Folditure, sedi e tavoli che si piegano e si ripongono agevolmente.

1. FLEXIBLE HOME Cubista, una piccola ottomana che cela cinque sedie estraibili in caso di ospiti.

1. FLEXIBLE HOME As if from nowhere: sedie e tavoli si “nascondono” dentro gli scaffali della libreria…

1. FLEXIBLE HOME Ulisse Desk: alla sera la scrivania scompare sotto il letto che scende dalla parete, e non c’è neppure bisogno di riordinare documenti e PC!

1. FLEXIBLE HOME TETRAN, una serie di moduli che possono essere utilizzati per costruire a piacimento tutti i mobili della propria abitazione. Blocchi e cuscini, disponibili in diverse dimensioni e colori, possono dare origine a una serie infinita di combinazioni e sono realizzati in materiali al 100% riciclati e riciclabili.

2. MOOD DESIGN La casa come ambiente in cui ritrovare equilibrio e in cui rigenerarsi. Cromoterapia: personalizzare l’ambiente a seconda dell’umore e dello stato d’animo.

2. MOOD DESIGN Illumiroom di Microsoft Research: proietta illusioni visive sui muri adiacenti lo schermo assicurando un’esperienza interattiva.

2. MOOD DESIGN Philips Hue, luci programmabili tramite iPhone e iPad, regolabili a distanza in intensità e colore. Diverse le varianti realizzate da sviluppatori indipendenti: per sincronizzare la luce alla musica o alle immagini proiettate dalla TV.

3. SMART HOME Internet of things: la casa come spazio interconnesso che comunica con se stesso e con i propri abitanti. Prodotti collegati alla Rete informano gli inquilini su prestazioni, condizioni e necessità della casa e degli oggetti che vi sono all’interno. Crescente diffusione di smartphone e tablet. Apparecchiature che monitorano i consumi.

3. SMART HOME Milkmaid: contenitore con sensori incorporati che avvisa quando il latte è scaduto o sta per finire.

3. SMART HOME Smart Things un software open source cloud based che consente di controllare via smartphone moltissimi aspetti della vita domestica rendendo “smart” ciò che ci circonda.

3. SMART HOME Nest Thermostat: un termostato che si programma da solo “apprendendo” le abitudini di chi vive in casa.

3. SMART HOME My Water è un display LCD che ci dice esattamente quanta acqua stiamo utilizzando (e sprecando).

4. ECO-SOLUTIONS Arredi ed elettrodomestici che diminuiscono il consumo di risorse. Ecosostenibilità senza impegno.

4. ECO-SOLUTIONS EcoVéa è un dispositivo per doccia che permette di risparmiare l’80% di acqua ed energia riciclando e purificando l’acqua che cade a terra.

4. ECO-SOLUTIONS Organic è un miscelatore che, combinando acqua e aria, diminuisce drasticamente il consumo idrico domestico.

4. ECO-SOLUTIONS Window socket si attacca ad ogni finestra e immagazzina energia solare trasferendola a una batteria interna.

5. QUIET & CLEAN Prodotti che riducono l’inquinamento atmosferico e acustico. La casa come luogo in cui rifugiarsi dai rumori del traffico cittadino. Sound design: progettare tenendo conto dei suoni di feedback di ogni oggetto. La concentrazione di alcuni inquinanti in casa è superiore di 2-5 volte rispetto a quella fuori casa.

5. QUIET & CLEAN Luceplan Pétale, una lampada a sospensione che assorbe i rumori grazie ai pannelli in tessuto isolante con cui è realizzata.

5. QUIET & CLEAN Feltbone blinds, una veneziana in feltro che crea un cuscinetto d’aria isolante tra le finestre o la parete e l’ambiente interno. Il costo è del 90% inferiore a quello dei pannelli isolanti.

5. QUIET & CLEAN Hexagon, pannelli fonoassorbenti modulari in lana di legno, un materiale ecofriendly costituito da listarelle di legno, acqua e cemento.

5. QUIET & CLEAN Greenhood è una cappa aspirante che elimina gli odori e al contempo purifica l’ambiente circostante da fumo e inquinanti. È possibile monitorare l’aria grazie a un sensore che vira da giallo a verde.

5. QUIET & CLEAN Fujitsu Lifebook model AH78 è un laptop che purifica l’aria circostante quando è acceso.

6. HOME GARDENING Giardinaggio domestico in un contesto di miniaturizzazione degli edifici. Soluzioni per il compact gardening. Dalle piante alimentari alla produzione di frutta, verdura ed erbe aromatiche.

6. HOME GARDENING Home Aquaponics Kit, un ecosistema in miniatura composto da un acquario e un orto di piantine aromatiche sovrastante. Le piante assumono nutrimento dai residui dell’acquario e al contempo puliscono l’acqua.

6. HOME GARDENING Koubachi Indoor Wi-Fi Plant Sensor misura umidità del terreno e dell’aria, temperatura e intensità della luce e informa il proprietario quando la pianta ha bisogno di cure.

WORK: COME LAVOREREMO?

1. FLEXIBLE OFFICE 2. FLUIDO E VIRTUALE 3. WORK & FITNESS 4. ROBOT 5. WOMENOMICS 6. MAKERS WORK: COME LAVOREREMO?

1. FLEXIBLE OFFICE Lavoro flessibile = uffici flessibili Ambienti trasformabili Abitare gli uffici come si abita la propria casa

1. FLEXIBLE OFFICE HIVE, una postazione di lavoro mobile che può essere spostata nel luogo più adatto. Un progetto di Dan Cuffaro.

1. FLEXIBLE OFFICE 1,6 S.M. of Life, una scrivania che si converte in letto per schiacciare un pisolino in pausa pranzo. Di Studio NL.

1. FLEXIBLE OFFICE Workbays , pannelli morbidi per ricavare isola di privacy in spazi lavorativi dove ci sono sempre meno armadi che assolvono a questa funzione. Di Ronan & Erwan Bouroullec per Vitra.

1. FLEXIBLE OFFICE Buzzitemp, una serie di uffici portatili da utilizzare in open space o luoghi condivisi. Di Alain Gilles.

2. FLUIDO E VIRTUALE Realtà virtuale come supporto alla condivisione di ambienti e progetti Miniaturizzazione Alternative digitali agli spostamenti fisici

2. FLUIDO E VIRTUALE Keyboard Projects di Ctx Technologies, un portachiavi che proietta una tastiera ovunque ci si trovi.

2. FLUIDO E VIRTUALE IllumiShare di Microsoft Research consente alle persone che si trovano fisicamente distanti di condividere oggetti fisici o digitali su qualsiasi superficie.

2. FLUIDO E VIRTUALE Global Chef, una tecnologia che permette a due persone fisicamente distanti di cucinare assieme grazie all’utilizzo degli ologrammi a laser. È un progetto presentato all’Electrolux Design Lab 2013.

3. WORK & FITNESS Design orientato alla salute Alternativa alla sedentarietà del lavoro d’ufficio Aumentare concentrazione e produttività

3. WORK & FITNESS I mobili per ufficio Focal costringono a stare in una posizione ibrida tra quella seduta e quella in piedi, con benefici per la salute.

3. WORK & FITNESS Trekdesk, scrivania con treadmill incorporato.

4. ROBOT Robot collaborativi che non lavorano isolati ma in collaborazione con gli operai Integrazione uomo/macchina per raggiungere il massimo della produttività Robot non solo in fabbrica ma anche in ufficio, a casa, a scuola Robot flessibili e semplici da programmare Robot meno veloci, meno forti, meno precisi

4. ROBOT Un braccio robotizzato flessibile e low cost – della danese Universal Robots – in grado di lavorare a fianco dei dipendenti e che può essere utilizzato in qualsiasi settore, specie in quelli che mal si prestano ai robot tradizionali (grandi, costosi, rigidi, rumorosi).

4. ROBOT Baxter di Rethink Robotics, un robot low cost per piccoli business che, essendo in grado di percepire la presenza umana, non deve essere isolato ma può operare anche in spazi ridotti.

4. ROBOT Care-O-bot® è un assistente robotico pensato per gli ambienti domestici e la cura degli anziani.

4. ROBOT Esoscheletri come its Human Universal Load Carrier (HULC) di Lockheed Martin rendono la simbiosi uomo-macchina una realtà sempre più vicina. Pensati per uso militare, medicale ma anche civile, possono aumentare la produttività del 30%.

4. ROBOT AIDA (Affective Intelligence Driving Assistant), una collaborazione tra Wolkswagen e il MIT, legge l’umore del guidatore e impara le abitudini e I comportamenti di chi è al volante.

5. WOMENOMICS Mancession: ¾ dei posti di lavoro persi durante la crisi sono maschili Crescita del fenomeno per cui sono le donne a mantenere la famiglia Ripensamento dei ruoli all’interno della famiglia Nuovi padri Maggiore presenza delle donne nella finanza e nel business Ridefinizione della mascolinità

5. WOMENOMICS Svolta negli USA: le donne mantengono 4 famiglie su 10. 50 anni fa la percentuale delle breadwinner si fermava all’11%. Negli Stati Uniti oggi le donne rappresentano il 47% della forza lavoro. In ben 10 dei 15 settori destinati a espandersi di più in futuro sono la maggioranza.

5. WOMENOMICS Molti stereotipi legati alla differenza di sesso si stanno modificando. In Svezia, uno dei Paesi più all’avanguardia quando si parla di parità fra i sessi, due aziende di giocattoli hanno introdotto modifiche nella propria comunicazione.

5. WOMENOMICS La distinzione fra giochi per maschi e giochi per femmine sta diventando meno netta.

5. WOMENOMICS Sempre più uomini intraprendono attività un tempo considerate esclusivamente femminili, come cucinare o lavorare a maglia.

5. WOMENOMICS Anche la cura della casa coinvolge sempre più uomini, per scelta o per necessità (es. perdita del lavoro e/o maggiori impegni fuori casa della compagna). Alcune aziende di prodotti per la casa stanno quindi indirizzando la propria comunicazione a un pubblico maschile.

5. WOMENOMICS Anche i papà a tempo pieno stanno diventando un fenomeno sempre più diffuso: negli USA nell’ultimo decennio la percentuale è raddoppiata.

5. WOMENOMICS E così alcuni brand di prodotti per l’infanzia – si veda Maclaren per il suo passeggino BMW Buggy - hanno iniziato a far riferimento ai papà come target della comunicazione.

5. WOMENOMICS Libri come “The End of Men o “The Female Century.” parlano di declino della figura maschile. In Messico il brand di olio per motori Roshfrans rassicura i propri consumatori: se la leadership è perduta in tutti gli ambiti, resta sempre l’automobile.

6. MAKERS Industrializzazione dello spirito do-ityourself Ascesa della stampa 3D consumer Software 3D più semplici e abbordabili Condivisione e opensource Diffusione delle piattaforme di crowdfunding

6. MAKERS Oggi il mercato delle stampanti 3D vale circa 1,7 miliardi di dollari e raggiungerà i 3,7 entro il 2015. Prima esclusivamente rivolto al mondo industriale, ora si sta aprendo a quello consumer con macchinari più semplici e prezzi abbordabili.

6. MAKERS 3D Systems, leader del settore, ha lanciato Cube, una stampante 3D consumer dal costo di circa 1.500 dollari. Ma il mercato degli hobbysti è monopolizzato da un’azienda di Brooklyn, MakerBot Industries, che ha venduto finora più di 10mila stampanti desktop 3D.

6. MAKERS Ci sono poi i servizi di stampa 3D on demand. Il più conosciuto è Shapeways: si caricano i file del progetto e si attende che Shapeways invii i manufatti direttamente a casa.

6. MAKERS Si prevede una netta accelerazione del fenomeno della stampa 3D nel 2014, quando scadranno una serie di brevetti che ora inibiscono la competizione sul mercato. Il risultato? Tracollo dei prezzi e invasione di prodotti cinesi.

6. MAKERS La stampa 3D consumer è certo un fenomeno in ascesa, ma sarà quella industriale a realizzare i grandi volumi. Essa non rimpiazzerà la produzione in serie, ma aziende come Airbus, Boeing, GE, Ford e Siemens la stanno già affiancando ai tradizionali processi.

CONSUMPTION: COME CONSUMEREMO?

1. RADICAL TRANSPARENCY 2. DOWN / UP CYCLING 3. ECO PACKAGING 4. ONLINE / OFFLINE 5. MASS CUSTOMIZATION CONSUMPTION: COME CONSUMEREMO?

1. RADICAL TRANSPARENCY Grazie alla Rete, maggiore disponibilità di informazioni su marchi e prodotti. Consumatori più consapevoli. Confrontare la sostenibilità dei prodotti così come si fa con i prezzi. Antidoto al greenwashing.

1. RADICAL TRANSPARENCY GoodGuide.com e HealthyStuff.org permettono ai consumatori di confrontare l’impatto ambientale e sulla salute di svariati prodotti e marchi.

1. RADICAL TRANSPARENCY Wear This, Not That di Fashioning Change aiuta i consumatori a ricreare look di brand famosi utilizzando prodotti green.

1. RADICAL TRANSPARENCY Honest by, l’etichetta di moda sostenibile lanciata dallo stilista belga Bruno Pieters, rende noto ai clienti tutti i costi di processo e produzione di ogni singolo capo che vende online.

2. DOWN / UP CYCLING Due approcci al riciclaggio. Downcycling: un materiale di scarto viene riciclato in un altro di qualità inferiore (ma non sempre). Upcycling: il prodotto finale ha valore o prestazioni pari o superiori al prodotto di partenza.

2. DOWN / UP CYCLING Es ltd produce una pelle ecofriendly utilizzando gli scarti della lavorazione del salmone.

2. DOWN / UP CYCLING La taiwanese Singtex ricicla i fondi del caffè per produrre il suo tessuto S.Café®.

2. DOWN / UP CYCLING La popolarità dell’upcycling decolla con la crisi economica del 2009. Ad esempio il numero di prodotti venduti su Etsy taggati con la parola “upcycled” passa da 7.900 nel gennaio 2010 a 30mila un anno dopo (+275%), per passare a 167mila nell’ottobre 2011 (+450%). Oggi sono oltre 287mila!

2. DOWN / UP CYCLING Lo stile patchwork caratteristico dell’upcycling è ormai diventato uno stilema di design. La collezione di pezzi d’arredo MADE IN PECKHAM di Hendzel + Hunt, realizzata con pezzi di legno e materiali di scarto raccolti per le strade del distretto londinese SE15.

2. DOWN / UP CYCLING Batucada, dello studio brasiliano Jahara, è una collezione di oggetti in alluminio riciclato e riciclabile.

2. DOWN / UP CYCLING Kerti Sofa è un sofa modulare realizzato interamente con materiali riciclati: vecchi assi del pavimento e camere d’aria da bicicletta bucate.

2. DOWN / UP CYCLING Il programma Reuse-A-Shoe lanciato da Nike nel 1990 ha ritirato e riciclato oltre 25 milioni di paia di scarpe

3. ECO PACKAGING Sostituire Ridurre Eliminare Reinventare

3. ECO PACKAGING Box Play for Kids: stickers per reinventare il pack di oggetti comuni.

3. ECO PACKAGING Incorporare il pack nel prodotto.

3. ECO PACKAGING Compleat elimina la necessità del tappo di plastica.

3. ECO PACKAGING Il pack, biodegradabile, contiene i semi della verdura così, quando gettato, fa nascere altre piante. Progetto dell’inglese Ben Huttly.

4. ONLINE / OFFLINE Integrazione fra vantaggi dell’online e aspetti non replicabili dell’offline. Strategie multicanale, il negozio non è più il luogo dove si fa acquisti per eccellenza. Windows shopping interattivo. Provare virtualmente il prodotto.

4. ONLINE / OFFLINE Esperimento di windows shopping nel distretto De 9 Straatjes di Amsterdam. I passanti scansionano il QR code dei prodotti esposti in vetrina e concludono l’acquisto online pagando con Paypal.

4. ONLINE / OFFLINE In Germania i negozi NEO di Adidas sono stati dotati di una vetrina virtuale che consente ai passanti di fare shopping con il proprio smartphone.

4. ONLINE / OFFLINE Il numero di dicembre di Esquire dava la possibilità di acquistare alcuni dei prodotti pubblicati tramite la app Netpage per iPhone.

4. ONLINE / OFFLINE Home plus, la divisione coreana di Tesco, ha lanciato una serie di negozi virtuali nelle zone di transito della metropolitana, permettendo ai passeggeri di fare la spesa mentre aspettano il treno.

4. ONLINE / OFFLINE VIP Fridge Magnet di Red Tomato Pizza: si ordina la pizza premendo un tasto.

4. ONLINE / OFFLINE Inamo St. James a Londra, ristorante fusion: i clienti possono visualizzare le proposte del menu su dei piatti virtuali.

4. ONLINE / OFFLINE Il tavolo interattivo Draqie presenta un vetro touchscreen che reagisce solo al tocco delle dita e non a piatti o bicchieri. Questo permette ai clienti di visionare il menu e ordinare ciò che più desiderano.

4. ONLINE / OFFLINE La app SnapShop Showroom dà la possibilità ai consumatori di scegliere mobili da diversi retailer e vedere come si collocano nella propria abitazione senza doverli spostare fisicamente .

4. ONLINE / OFFLINE Virtual Shoe Fitting Store di Goertz, un camerino virtuale che permette ai passanti di provare diversi modelli di calzature grazie alla realtà aumentata.

5. MASS CUSTOMIZATION Aumento esponenziale delle informazioni condivise online dai consumatori. Analisi dei dati sempre più sofisticata, veloce ed economica. Meno privacy in cambio di maggior personalizzazione da parte dei brand. Offerte geolocalizzate. Riconoscimento facciale e body scanning. Shopping experience personalizzata, interazione nel pdv.

5. MASS CUSTOMIZATION Coupon personalizzati Con il programma Just for U, la catena di supermercati Safeway offre sconti mirati in base agli acquisti registrati con la carta fedeltà.

5. MASS CUSTOMIZATION Con il suo “pregnancy prediction scores” Target indovina se una donna è incinta e invia buoni sconto in accordo con il mese di gravidanza.

5. MASS CUSTOMIZATION NM Service di Neiman Marcus, un’app per iPhone che aggiunge un elevato livello di personalizzazione all’esperienza d’acquisto nel punto vendita.

5. MASS CUSTOMIZATION Customer 360 di Burberry: a ogni cliente viene associato un profilo digitale con acquisti passati e preferenze di shopping a cui ogni commesso può accedere in qualsiasi negozio del brand.

5. MASS CUSTOMIZATION MeAlity, una tecnologia per lo shopping che scansiona il corpo del cliente per associare le sue misure reali con le proposte presenti in negozio. I risultati possono essere filtrati per brand, stile, negozio e prezzo.

5. MASS CUSTOMIZATION The Next Generation Meal Planning Solution di Intel e Kraft Foods, un display virtuale che aiuta i consumatori a decidere cosa mangiare per pranzo o cena.

5. MASS CUSTOMIZATION La Acure vending machine utilizza un software per il riconoscimento facciale in grado di suggerire al cliente quale bevanda acquistare in base al sesso, all’età, all’ora del giorno, alla stagione e alla temperatura.

5. MASS CUSTOMIZATION Uniql, un sistema di pagamento che utilizza un software per il riconoscimento facciale ed elimina la necessità di contante o carta di credito.

HEALTH: COME CI CUREREMO?

1. SELF MONITORING 2. SELF TRAINING 3. SELF DIETING HEALTH: COME CI CUREREMO?

1. SELF MONITORING Invecchiamento della popolazione. Diminuzione delle disponibilità pubbliche per la spesa sanitaria. Importanza della prevenzione, responsabilizzazione del paziente. Prodotti e servizi che facilitano il monitoraggio e l’autodiagnosi.

1. SELF MONITORING LifeWatch AG, un medical smartphone che monitora diversi parametri fisici, comunica con il proprio medico e ricorda quando assumere i farmaci.

1. SELF MONITORING Uno specchio che visualizza le pulsazioni della persona che gli sta di fronte. Di Ming-Zher Poh.

1. SELF MONITORING Totoleads, una toilette intelligente che analizza le urine, misura la pressione e rileva la percentuale di massa grassa comunicando i consigli dietetici per la giornata.

1. SELF MONITORING Proteus Helius, una pillola con sensore incorporato che ricorda quando prendere i farmaci.

2. SELF TRAINING Enfasi su stile di vita e mantenimento della forma fisica. Prodotti e servizi che aiutano a costruire un programma di allenamento personalizzato.

2. SELF TRAINING Nike + FuelBand, un bracciale interattivo che registra vari parametri relativi all’attività fisica per poi confrontarli con gli obiettivi di fitness programmati.

2. SELF TRAINING Audi Wörthersee, una e-bike con computer interno che si connette allo smartphone offrendo sfide e consigli su come migliorare le proprie performance.

2. SELF TRAINING La racchetta Play & Connect di Babolat fornisce informazioni in tempo reale sul gioco, aiutando a migliorare la propria tecnica e permettendo di condividere i propri risultati online.

3. SELF DIETING Circa il 60% dei cittadini europei in età adulta (20% bambini in età scolare) è sovrappeso o obeso. Importanza di una corretta alimentazione come strategia preventiva. Prodotti e servizi che aiutano a costruire un programma di alimentazione personalizzato.

3. SELF DIETING Hapifork, una forchetta che vibra quando chi la utilizza sta mangiando troppo rapidamente.

3. SELF DIETING Breezing misura il metabolismo attraverso l’analisi dell’espirato e invia tramite smartphone indicazioni dietetiche e comportamentali per perdere, mantenere o guadagnare peso.

3. SELF DIETING Turnyp, una app che consiglia le scelte di menu opportune da fare al ristorante in base al tipo di dieta che si sta seguendo.

3. SELF DIETING IGNITE è un personal health tracking system che traduce l’impatto di ogni nostra azione in aspettativa di vita.

Grazie per l’attenzione

Add a comment

Related presentations

Canvas Prints at Affordable Prices make you smile.Visit http://www.shopcanvasprint...

30 Días en Bici en Gijón organiza un recorrido por los comercios históricos de la ...

Con el fin de conocer mejor el rol que juega internet en el proceso de compra en E...

With three established projects across the country and seven more in the pipeline,...

Retailing is not a rocket science, neither it's walk-in-the-park. In this presenta...

What is research??

What is research??

April 2, 2014

Explanatory definitions of research in depth...

Related pages

trendwatching.com's Trend Briefing covering "7 Consumer ...

... turn to trendwatching.com for global consumer trend ... working on a story about trends ... industry you’re in, the MYCHIATRY trend should ...
Read more

Consumer Trends Report – Chapter 9: Consumer Spending ...

Consumer Trends Report – Chapter 9: Consumer ... New trends in the fast food industry's offerings ... further work on transportation trends by socio ...
Read more

Chapter 2 Trends in tobacco consumption

Chapter 2 Trends in tobacco consumption; ... Chapter 4 The health effects of secondhand smoke; ... Chapter 10 The tobacco industry in Australian society;
Read more

Consumer Trends - 1 - Food And Drink Europe Marketing of ...

... finds a consumer study ... the health halo around coconut oil and the risk to health if consumption becomes a ... Industry & Consumer Trends.
Read more

Market Research on Denmark - Global Consumer Market ...

... Consumer and Commercial Industries in Denmark, Consumer Trends and ... Denmark. Health and wellness trends, ... Denmark. Consumption of ...
Read more

Trends in consumer behaviour in South Africa.

Consumer trends in South Africa ... Other trends Growth in personal health products ... Trends in consumer behaviour in South Africa.
Read more

Consumption and the Consumer Society - Tufts University

Consumption and the Consumer Society ... living and working conditions for the first few generations of factory ... wage industries. But mass consumption, ...
Read more

Health & Environmental Implications of U.S. Meat ...

Meat Consumption: Trends and Health Implications. ... IFAP raises serious public health concerns for industry workers, ... Worker health: Workers in IFAP ...
Read more

The State of Consumption Today | Worldwatch Institute

The Rise and Spread of the Consumer Class ... diversity, and human health would be ... stress associated with working to support high consumption; ...
Read more