IMA e la sostenibilità dei fornitori

50 %
50 %
Information about IMA e la sostenibilità dei fornitori

Published on December 10, 2016

Author: MatteoMongiorgi

Source: slideshare.net

1. IMA GROUP S.P.A. VALORIZZAZIONE E SALVAGUARDIA DELLA CAPACITA’ PRODUTTIVA DEL TERRIRORIO Berti Enrico 802852 Ferrarello Davide 799837 Giuliodori Matteo 806207 Mongiorgi Matteo 799908 Passarini Riccardo 819097 Zavoli Francesca 799401

2. Un contesto che cambia L’Azienda non è più un organismo incentrato unicamente sul profitto, ma i nuovi scenari del contesto socio-economico le richiedono di essere socialmente responsabile verso tutti gli stakeholder Gestione della Complessità Innovazione Disintermediazione FlessibilitàNetwork

3. La Sostenibilità Sociale nei confronti dei Fornitori Attenzione alle richieste del Mercato Risorse economiche scarse Relazione Impresa- Fornitori GIOCO DI SQUADRA

4. Che tipo di relazione? Condivisione del Rischio Condivisione del know how Creazione di Valore per Aziende e Consumatori Legame solido, duraturo e stabile Condivisione del Successo

5. INTEGRATA SICURA CONNESSA FILIERA

6. Un caso aziendale: Fondata nel 1961, IMA è leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari, tè e caffè. Presenza capillare nei mercati globali ruolo strategico del territorio bolognese IMA ne supporta l’espansione.

7. il Magazzino dei Componenti Commerciali; la Supply Chain Finanziaria; il Progetto FiD; 3 progetti per la Sostenibilità Sociale rivolti ai fornitori: Nella catena della fornitura di IMA ogni singola azienda deve garantire alti livelli sia di qualità che di sostenibilità, con il fine di aumentare il valore aggiunto della propria offerta.

8. Magazzino Commerciale  Nasce nel 2009 con l’obiettivo di aumentare l’efficienza delle divisioni del gruppo sul fronte approvvigionamenti  A seguito degli aumentati volumi di movimentazione del magazzino, nel 2014, IMA effettua un importante investimento in un innovativo magazzino automatizzato https://www.youtube.com/wa tch?v=gYSWhIHCipE • Sistema di stoccaggio e di picking per singoli articoli e piccole confezioni che avviene mediante un sistema di controllo di robot on board; • Riduzione dei volumi delle scorte e recupero fino al 40 -60 % dello spazio; • Eliminazione della fase di stoccaggio e prelievo; Autostore

9. Coinvolgimento i fornitori: Il servizio viene esteso ai fornitori Bypassati alcuni livelli della catena di distribuzione Ulteriore riduzione dei costi per l’intera rete Focalizzazione sul proprio core business Per riassumere gli impatti sulla catena del valore sono: Ottimizzazione dei processi Riduzione dei costi Riduzione impatti ambientali

10. Sostegno finanziario ai fornitori Concetto chiave: Fornire liquidità ai fornitori in modo tale che essi possano concentrare i propri sforzi produttivi in investimenti tecnologici riguardanti il proprio core business FATTORE DI SUCCESSO DI IMA Capacità di ARTIGIANI E DI TERZISTI non replicabili e delocalizzabili «FANTERIA DEL PACKAGING»

11. Crisi economico – finanziaria 2009-... Credit Crunch Calo strutturale degli ordini Rischio di fallimento di imprese virtuose ma finanziariamente deboli Le imprese fornitrici di IMA sono in larga parte micro-imprese (per lo più 85% del totale) incapaci di reagire a:

12. Interventi di IMA  OBIETTIVO: SALVAGUARDARE ECCELLENZE PRODUTTIVE DEL TERRITORIO COME? ACCORDI CON ISTITUTI DI CREDITO CONCESSIONE DEL MERITO DI CREDITO PER SCONTO FATTURE INVESTIMENTI NEI CAPITALI SOCIALI DI CIRCA 12 FORNITORI CON QUOTA TRA IL 20- 30% SPINGERE LE PARTECIPATE A CREARE NEW-CO INGLOBANDO MICRO- IMPRESE IPERSPECIALIZZATE

13. BOLOGNA TODAY 18/11/2016

14. FiD: Fare Impresa in Dozza

15. I Partecipanti:  IMA S.p.A. (30%)  Marchesini Group (30%)  G.D S.p.A. (30%)  Fondazione Aldini Valeriani (10%) Gli Obiettivi:  Riscatto sociale dei detenuti  Fornire competenze professionali di eccellenza per un futuro nel mondo del lavoro  Utili da reinvestire nell’impresa o in progetti nel carcere

16. Cosa si fa?  Corso di 600 ore abilitante al lavoro  Assemblaggio di parti meccaniche e costruzione di componenti semplici  Sub-fornitura alle imprese partner  Detenuti selezionati  Tutors (operai in pensione) Chi lo fa?

17. Un progetto per il FUTURO Scelta dei detenuti Età Durata della penaRecidività Alcuni ex detenuti sono stati riallocati presso aziende che lavorano in sub-fornitura Adempimento delle promesse di continuità del percorso lavorativo

18. Una testimonianza  “Certi mi dicono ma non hai paura? Paura di chi?, rispondo io, ho più paura a girare per strada. Queste sono persone che non hanno alcun interesse a fare cose maldestre, capiscono perfettamente che questa è una chance che non possono perdere”. “Certe volte nei confronti di un carcerato si è prevenuti ma noi tutor all’inizio ci siamo detti: “Arriviamo lì e gli facciamo sentire che sono come noi, che questo è un modo per riscattare le loro esistenze, senza fargli pesare in nessun modo che hanno combinato un pasticcio”.

19. GRAZIE PER L’ATTENZIONE!

Add a comment