advertisement

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori

50 %
50 %
advertisement
Information about Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della...
Health & Medicine

Published on February 21, 2014

Author: baudispallaonline

Source: slideshare.net

Description

Il sistema sharc-ft permette di creare un construtto stabile massimizzando la copertura del foot-print e la pressione di contatto tra tendine e trochite.
L'impianto sharc-ft può essere considerato una piattaforma su cui caricare medialmente fino a 4 suture e consente una variabilità e flessibilità di modelli riparativi.
E' in grado di replicare la classica riparazione trans-ossea evitando l'unica possibilità di fallimento che è il cedimento dei tunnel per azione dei fili ad alta resistenza e consente alle suture di lavorare verticalmente e in tutti i range di articolarità.
advertisement

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori: principi biomeccanici e outcome clinico P. BAUDI G CAMPOCHIARO G.LEO STRUTTURA COMPLESSA DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA UNIVERSITA’ DI MODENA E REGGIO EMILIA DIRET. : PROF.F.CATANI

PERCHE’….. …I SISTEMI DI RIPARAZIONE DI CUFFIA CON ANCORE SI SONO EVOLUTI DALLA SINGLE ROW MEDIALE A SISTEMI CHE MIMANO LA SUTURA TRANSOSSEA ( DOUBLE ROW E SUTURE BRIDGE) E ORA AL TRANSOSSEO ?

COMMERCIALI BIOMECCANICI CLINICI

DAL PUNTO DI VISTA BIOMECCANICO LA RIPARAZIONE TRANSOSSEA HA MOSTRATO MOLTI VANTAGGI E ALCUNI LIMITI … •COPERTURA DEL FOOT –PRINT •PRESSIONE E STABILITA’ ALL’INTERFACCIA OSSOTENDINE •DISTRIBUZIONE DELLO STRESS, •RESISTENZA ALLA FATICA AD ALTO CARICO •TENUTA DEI TUNNEL OSSEI

COPERTURA FOOT-PRINT • APRELEVA 2002 : IN LESIONE DI 2 CM CONFRONTO TRA 2 SUT. SEMPLICI T.O , 2 SUT. A MATERASS. T.O , 2 ANCORE CON SUT. SINGOLE , 2 ANCORE CON SUT. A MATERASS. 20% DI FOOT-PRINT IN PIU’ NELLE T.O MEIER 2006 : IN LESIONE DI 2 CM CONFRONTO TRA 2 SUT. SEMPLICI T.O E 2 ANCORE E SUT SEMPLICI 25% DI FOOT-PRINT IN PIU’ NELLA T.O. TUOHETI 2005 : IN LESIONE DI 2 CM CONFRONTO TRA 2 SUT. MASON-ALLEN E 2 ANCORE CON SUT. SEMPLICI 31% DI FOOT-PRINT IN PIU’ NELLA T.O.

MOBILITA’ DELL’INTERFACCIA TENDINE – OSSO • AHMAD C.S. A.J.S.M. IL MOVIMENTO RELATIVO TRA TENDINE E OSSO E’ SIGNIFICATAMENTE INFERIORE NELLA RIPARAZIONE T.O . RISPETTO A RIPARAZIONE CON ANCORE • TOCCI JSES 2008 LESIONI AMPIE TESTATE CON 2 E 3 MASON-ALLEN VERSUS 2 E 3 ANCORE A BASSO CARICO PER 4000 CICLI E AD ALTO CARICO PER 2000 CICLI NON DIFFERENZE SIGNIFICATIVE A BASSO CARICO MA AD ALTO CARICO VI E’ MAGGIOR FORMAZIONE DI GAP TRA TENDINE E OSSO NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE

PRESSIONE ALL’INTERFACCIA TENDINE-OSSO • TUOHETI A.J.S.M. LA PRESSIONE MEDIA E’ 18-20% PIU’ ALTA NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE PRESENTA DEI PICCHI ALTI A LIVELLO DELLE ANCORE E BASSI NELLE AREE COMPRESE TRA LE SUTURE OMOGENEA SU VALORI INTERMEDI NELLA RIPARAZIONE T.O.

CARICO MASSIMO DI ROTTURA CRAFT JSES 1996 2 SUT. A MATERASSAIO T.O TESTATE CON VELOCITA DI CARICO DI 35 MM / SEC .( RAPIDO ) VERSUS 2 ANCORE CON SUT. A MATERASSAIO 228 N. VS 180-250 A SECONDO DELLE ANCORE BURKHEAD CLIN ORTHOP REL RESEARCH 2007 3 SUT. A MATERASSAIO T.O VERSUS 3 ANCORE TESTATE A 6 MM/MIN ( lento ) NON DIFFERENZE SIGNIFICATIVE NON VI SONO DIFFERENZE SIGNIFICATIVE NEL CARICO MASSIMO DI ROTTURA SIA A CICLI LENTI CHE RAPIDI

RESISTENZA ALLA FATICA ( 75 N. PER 50 CICLI POI 100 N. PER 50 CICLI POI AUMENTO DI 25 N. FINO A FALLIMENTO ) PIETSCHMAN RIPARAZIONE CON 3 ANCORE VERSUS DOPPIA SUTURA TRANS-OSSEA IN OSSO BUONO ED OSTEOPENICO RISULTATI NESSUNA SIGNIFICATIVA DIFFERENZA NELL’OSSO BUONO TRA RIPARAZIONE CON 3 ANCORE E T. O SEMPRE SUPERIORE A 190-200 N. NELL’OSSO OSTEOPENICO RIDUZIONE A 120-150 N. , MEDIAMENTE PIU BASSO PER LE SUTURE T.O E IN PARTICOLARE COME MODALITA’ DI FALLIMENTO 100% CEDIMENTO DEI TUNNEL PER LE SUTURE T.O. 70% PULL-OUT ANCORE NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE

MODALITA’ DI FALLIMENTO • BURKHART : NEL T.O. 40% DI FALLIMENTO DEI TUNNEL , NELLLA RIPARAZIONE CON ANCORE E SUT. SEMPLICI 90% DI FALLIMENTO AL TENDINE • MEIER : NEL T.O CON SUT. SEMPLICI 75% DI FALLIMENTO DEI TUNNEL , NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE MET. E SUT. SEMPLICI 55% CEDIMENTO SUTURA, 45% AL TENDINE • GORADIA : 78% DI FALLIMENTO DEI TUNNEL NEL T.O. E 75% DI FALLIMENTO AL TENDINE NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE • WALTRIP : NEL T.O CON MASON-ALLEN 100% FALLIMENTO DEL TUNNEL , NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE RIASSORBIBILI E SUT SE4MPLICI 100% FALLIMENTO PER PULL-OUT ANCORE ! IN CONCLUSIONE NELLA RIPARAZIONE T.O. IL FALLIMENTO AVVIENE PROPRIO AI TUNNEL NELLA RIPARAZIONE CON ANCORE IL FALLIMENTO AVVIENE AL TENDINE

IN SINTESI • I SISTEMI DI RIPARAZIONE CON ANCORE SI SONO EVOLUTI DALLA SINGLE ROW MEDIALE A SISTEMI CHE MIMANO LA SUTURA TRANSOSSEA ( TOE) • LA RIPARAZIONE TRANS-OSSEA EVIDENZIA VANTAGGI NELLA PRESSIONE E STABILITA’ ALL’INTERFACCIA OSSOTENDINE , NELLA DISTRIBUZIONE DELLO STRESS, NELLA RESISTENZA ALLA FATICA AD ALTO CARICO , NELLA COPERTURA DE FOOT –PRINT MA TROVA IL SUO LATO DEBOLE PROPRIO NELLA MODALITA’ DI FALLIMENTO AL TUNNEL OSSEO AD ALTI CARICHI S.T IN OSSO OSTEOPENICO

SUTURA CON ANCORE SUTURA TRANSOSSEA Area di contatto tendine/osso Distribuzione dello stress di carico Gap all’interfaccia tendine-osso Apporto ematico Presenza di hardware sul foot-print Rischio pull-out e migrazione del device n.v. Tenuta in scarso bone stock tendine Fallimento tunnel

LE ‘EVIDENZE ‘ BIOMECCANICHE SULLA SUPERIORITA’ DEL T.O.E . E DEL T.O. HANNO DEI LIMITI EVIDENTI : NON CONSIDERANO ‘ FATTORI BIOLOGICI ‘ IN VIVO •LA COMPROMISSIONE DELLA VASCOLARIZZAZIONE DOVUTA ALLE SUTURE MEDIALI O ALLA ESAGERATA PRESSIONE DELLE SUTURE • L’ELASTICITA’ RESIDUA DEL TENDINE • LA LUNGHEZZA RESIDUA DEL TENDINE CHE IN VIVO NON E’ MAI SOVRAPPONIBILE A QUELLA ORIGINARIA NELLE T.O.E. NON CONSIDERANO RISCHI RELATIVI AGLI IMPIANTI MULTIPLI •RISCHIO DI FRATTURE DEL TROCHITE • DIFFICOLTA IN CASO DI REVISIONE PER L’ABBONDANZA DI MATERIALE IMPIANTATO • INCREMENTO DEI COSTI DI IMPIANTO ( MINIMO 4 ANCORE PER T.O.E. )

DAL PUNTO DI VISTA CLINICO SARIDAKIS P JBJS 2010 •REVIEW DEI 6 ARTICOLI SIGNIFICATIVI SR VS DR •SEPARANDO ALL’ INTERNO DEI 6 ARTICOLI LE LESIONI INFERIORI O SUPERIORI AI 3 CM , IN QUEST’ULTIME SI OSSERVA MIGLIORE SCORE CLINICO , MINOR PERCENTUALE DI RI-ROTTURA E MAGGIOR RECUPERO DI FORZA NEL GRUPPO D.R. MA .. •A COSTO DEL RADDOPPIO DELLE ANCORE ( 1-4 vs 2-7 ) DINES JS AAOS 2010 •RISULTATI CLINICI E INTEGRITA’ DELLA RIPARAZIONE SIMILI NELLE PICCOLE E MEDIE LESIONI •SUPERIORI NELLE LESIONI AMPIE OLTRE 3 CM NEI PAZIENTI TRATTATI CON T.O.E.

PAULY S ET ALL KSSTA 2010 •INDICAZIONI ALLA TECNICA T.O.E. O T.O NELLE LESIONI AMPIE OLTRE 3 CM O IN PRESENZA DI SLAMINAMENTO DEL SOTTOSPINOSO DUQUIN T R ET ALL AJSM 2010 •REVIEW DI 23 LAVORI( 1532 CASI ) ALLA RICERCA DELLA RELAZIONE TRA % DI RI ROTTURA E AMPIEZZA LESIONE ORIGINARIA NELLE RIPARAZIONI TOE - SR •VI E’ DIFFERENZA SIGNIFICATIVA DI % RI-IROTTURA LESIONI 1-3 CM LESIONI OLTRE 3 CM 7% VS 17% 41% VS 69%

QUALE PUO’ ESSERE LA RIPARAZIONE ARTROSCOPICA TRANS –OSSEA IDEALE ? • • • • • • • • • RISPETTARE O MIGLIORARE I CARICHI DI ROTTURA E LA RESITENZA ALLA FATICA DELLA RIPARAZIONE CON ANCORE RIDURRE IL GAP ALL’INTERFACCIA TENDINE-OSSO AUMENTARE APPORTO EMATICO ATTRAVERSO I TUNNEL E/O TRINCEA AUMENTARE L’ AREA DI CONTATTO TENDINE – OSSO RIDURRE STRESS ALL’INTERFACCIA TENDINE – OSSO ASSENZA DI HARDWARE SUL FOOT PRINT RISOLVERE IL PROBLEMA DEL CEDIMENTO DEI TUNNEL OSSEI SISTEMA VERSATILE CHE CONSENTA RIPARAZIONI anche in osso osteopenico , cisti sub condrali e in casi di pull-out intraoperatorio di ancore e nelle revisioni Sistema easy riproducibile dalla maggioranza degli artroscopisti

PROGETTO SHARC-FT July 2010 Sharc-FT first discussion Februar y 2011 ISO 13485 and CE mark April 2011 December 2012 First implant FDA clearance today

Elementi fondamentali progetto sharc-ft • • • SUTURE ISOLATE DALL’OSSO e LAVORANO VERTICALMENTE • PONTE TRANSOSSEO MINIMO DI 15 MM • ASSENZA DI HARDWARE SUL FOOT-PRINT CHE PUO’ ESSERE AMPIAMENTE CRUENTATO • IMPIANTO DELL’ HARDWARE SULLA CORTICALE TROCHITICA 1,5 - 2 CM DAL FOOT-PRINT CONSTRUTTO INDIPENDENTE DALLA QUALITA ‘ DELL’OSSO

• High static and dynamic performance (gap formation is very low compared to currently used techniques) Sharc Anchor Average values (bovine bone): -sharc-ft: 171N -Anchor: 89N The static pull out performance is very high

• High static and dynamic performance (gap formation is very low compared to currently used techniques) Force Gap reduction in a dynamic set up compared to double row techniques (massive lesion).

RESULTS

• High static and dynamic performance (gap formation is very low compared to currently used techniques) Closed anchors vs 4 anchors Sharc-ft samples Anchors 5.0mm samples Mean (N) STD Dev. (N) Mean (N) STD Dev. (N) 315.8 11.5 215.5 16.0 FDA TEST REQUEST

• Construct independent by bone quality Loading condition: 500 cycles 10N-100N 0,2Hz

• Larger coverage of the foot print area and better pressure distribution SR TOE DR SHARC GEOMETRICAL AND MECHANICAL COMPARISON OF DIFFERENT REPAIR TECNIQUES OF CUFF REPAIR BY USE OF A 3D FINITE ELEMENT MODEL MANTOVANI M. BAUDI P. VERDANO MA. BERTONE C . CATANI F. SUBMITTED TO COMPUTATIONAL BIOMECHANICS

UNIVERSITY OF MODENA UNIVERSITY OF PARMA ITALY SHARC-FT ROTATOR CUFF REPAIR FOR A NEW TRANSOSSEOUS SUTURE TECHNIQUE: 12 MONTHS OF FOLLOW UP Paolo Baudi Michele Verdano Gabriele Campochiaro Andrea Pellegrini Fabio Catani Francesco Ceccarelli With the support of Sharc Italian Board: G. Porcellini, D. Petriccioli, R. Rotini, E. Gervasi

34 PZ A 18 MESI … • Settembre 2010 – Giugno 2013: 98 devices impiantati (45 M – 53 F) • Età media: 63,6 anni (41 – 77) • Tipo di lesione: 1-3 cm, SVSP + STSP • 30 pazienti hanno raggiunto follow up medio di 24 mesi (20 – 26 mesi) • Valutazione clinica: Constant-Murley score pre-op e a 3,6,12 e 24 mesi • Valutazione imaging • Rx post-operatorio e a 1 anno • RM a 6 mesi • Tecnica chirurgica: • 1 Sharc-FT® caricato con 3 fili mediali • utilizzo Compasso® • configurazione suture SR o SB

RISULTATI Constant score Media pre-operatorio 3 mesi 6 mesi 12 mesi 24 mesi 24.5 63.1 83.2 86.9 87.0 Min Max 16 44 47 48 56 68 82 90 90 90 • Rx a 1 anno: • RM a 6 mesi:  no mobilizzazioni device  no mobilizzazioni device  no non-attecchimenti (healing)  no ri-rotture (retear) COMPLICANZE a 24 m 2 capsuliti adesive 1 fallimento clinico In attesa di accertamento per sospetta re-tear RM

Livello evidenza I 2 protocolli RCT Studi clinici comparativi multicentrici prospettici randomizzati controllati a singolo cieco tra tecniche chirurgiche artroscopiche per la riparazione della cuffia dei rotatori. SFT – SR – 01 Sharc-ft vs Single Row SFT – SB – 02 Sharc-ft vs Suture Bridge APPROVATI DAL COMITATO ETICO – POLICLINICO UNIVERSITARIO DI MODENA e DALLA DIREZIONE SANITARIA

2 SOFTWARE A DISPOSIZIONE DEL SISTEMA TRANSOSSEO SHARC-FT® COMPASSO Assemblaggio compasso Distanziale a 15 o 20 mm Foro laterale Foro mediale Passaggio shuttle Impianto a battuta Scelta configurazione

TAYLOR STICHER

VERSATILITA’ E DUTTILITA’ DEL SISTEMA FRATTURA TROCHITE

FRATTURA TROCHINE

SOTTOSCAPOLARE OPEN

IN CONCLUSIONE IL SISTEMA SHARC-FT PERMETTE DI CREARE UN CONSTRUTTO STABILI MASSIMIZZANDO LA COPERTURA DEL FOOT-PRINT E LA PRESSIONE DI CONTATTO TRA TENDINE E TROCHITE L’IMPIANTO SHARC PU’ ESSERE CONSIDERATO UNA PIATTAFORMA SU CUI CARICARE MEDIALMENTE FINO A 4 SUTURE E CONSENTE UNA VARIABILITA’ E FLESSIBILITA’ DI MODELLI RIPARATIVI E’ IN GRADO DI REPLICARE LA CLASSICA RIPARAZIONE TRANS-OSSEA EVITANDO L’UNICA POSSIBILITA’ DI FALLIMENTO CHE E’ IL CEDIMENTO DEI TUNNEL PER AZIONE DEI FILI AD ALTA RESISTENZA E CONSENTE ALLE SUTURE DI LAVORARE VERTICALMENTE E IN TUTTI I RANGE DI ARTICOLARITA’

IL SISTEMA SHARC-FT E’ PARTICOLARMENTE INDICATO PER LESIONI OLTRE 2 CM , DEBOLEZZA OSSEA , FALLIMENTO DI ANCORE INTRA-OPERATORIE O REVISIONI CON IMPIANTI MULTIPLI PUO’ ESSERE UTILE NELLE FRATTURE TUBEROSITA’ E NELLE RIPARAZIONI OPEN DEL SOTTOSCAPOLARE NELLA MAGGIORANZA DEI CASI 1 IMPIANTO E’ SUFFICIENTE E IN GRADO DI RIPRODURRE UNA RIPARAZIONE T.O.E DA 3-4 ANCORE , QUINDI PUO’ RAPPRESENTARE UN VANTAGGIO ECONOMICO

Add a comment

Related presentations

Related pages

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella ...

Download Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori
Read more

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella ...

Home » Area Chirurgica » Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori: principi biomeccanici e outcome ...
Read more

Spallaonline.it - Area Chirurgica

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori: ... artroscopia per la riparazione della cuffia dei rotatori, ...
Read more

NCS Lab - Medical Devices Factory - Chirurgia Spalla ...

13.30 Lettura “il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffi a dei rotatori: ... transosseo, l’evoluzione della ...
Read more

IL DATABASE DEI PRODOTTI FITOSANITARI SUL PORTALE DEL ...

Il ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella riparazione della cuffia dei rotatori
Read more

La riabilitazione dopo l’intervento di ricostruzione ...

La lesione della cuffia dei rotatori rappresenta una ... favorevoli nella riparazione di ... il ritorno alle competizioni al sesto ...
Read more

Rottura Sovraspinoso spalla trattata con tecnica miniopen ...

Rottura Sovraspinoso spalla trattata con tecnica miniopen-cuffia rotatori Fabio Conteduca. Subscribe ... Riparazione della cuffia dei rotatori .
Read more

Evento Patrocinato SIOT CHIRURGIA SPALLA MILANO

LA PATOLOGIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI ... 11.45 Riparazione della cuffi a dei rotatori con ... ritorno al transosseo, nuove potenzialità nella ...
Read more