Il piacere di Leggere - dal testo di Aidan Chambers (Sonda Edizioni)

50 %
50 %
Information about Il piacere di Leggere - dal testo di Aidan Chambers (Sonda Edizioni)
Education

Published on June 16, 2013

Author: milenagaleoto

Source: slideshare.net

Description

Leggere non è solo decodificare i segni tracciati sulla carta: significa vivere infinite vite e storie, immergersi e riflettere sulle vicende virtuali dei personaggi per comprendere meglio noi stessi. Leggendo insieme ad altri e discutendo di quanto abbiamo letto, la comunicazione diviene poi un mezzo di conoscenza collettivo.
Come si guida al piacere della lettura nelle scuole italiane?
Ancora oggi si continua a proporre un solo libro di narrativa per tutta la classe, a cui si fanno seguire analisi, verifiche sulle comprensione del testo attraverso schede preconfezionate. Per Chambers il problema fondamentale è proprio quello della scelta, che va messa in relazione alle capacità del giovane lettore ma anche ai suoi interessi.
L’insegnante, come «facilitatore», deve pertanto conoscere bene il mondo del lettore, bambino o adolescente che sia, i suoi pensieri, comportamenti, desideri.
A questo deve aggiungere una conoscenza approfondita della letteratura contemporanea, per offrire quei testi in cui i ragazzi possano ritrovare se stessi e il loro mondo. Testi in cui potranno riconoscersi perché i protagonisti pensano, agiscono e si comportano come loro.
Leggere è importante? Secondo Aidan Chambers, che alla scrittura e alla critica letteraria ha dedicato tutta la sua attività, ogni bambino, imparando a leggere e a parlare dei libri che legge a scuola, potrà conservare sia l’amore per la lettura che la capacità di comunicare in modo appropriato ed efficace.
Partendo dunque da questo presupposto, l’autore propone il suo «approccio», più che un metodo sistematicamente definito che ogni insegnante può applicare adattandolo ai propri alunni, grazie alle informazioni pratiche per condurre un incontro a scuola, alle diverse tecniche e ai suggerimenti per guidare i bambini a esprimersi nel modo migliore.
Chambers si sofferma soprattutto sui diversi criteri di scelta delle letture, sulle domande e le frasi chiave per avviare e far procedere la lettura coinvolgendo anche i non lettori.
Arricchito da esperienze e approfondimenti a cura di Maria Pia Alignani e da un saggio introduttivo di Livio Sossi sugli elementi fondamentali della scrittura per ragazzi, questo manuale è indispensabile per gli insegnanti della scuola elementare e media, ma anche per gli studenti universitari di Scienze dell’educazione.
Una miniera di esperienze pratiche, approfondimenti e riferimenti bibliografici italiani e stranieri a cura di Maria Pia Alignani, e un saggio di Livio Sossi sulla scrittura per ragazzi e il valore del contributo di Chambers nel campo della letteratura.

Come imparare a leggere con ibambini e i ragazziAidan Chaimbers

Il Piacere di Leggere• Quanto il ragazzo è davvero libero di scegliere?• Qual è l’offerta editoriale?• Quanto influisce l’omologazione culturale?Anche la letteratura per ragazzi si colloca nel contesto complessivo dell’industriaculturale e nelle strategie di marketing. Così un ragazzo compra un libro e lo legge nonper fare una scoperta di se stesso e del mondo circostante ma per raggiungere unostatus che lo omologhi agli altri.L’OMOLOGAZIONE CULTURALE1) L’imposizione di un modello (vedi il mondo della Disney production ad esempio)2) La semplificazione della struttura linguistica nelle narrazioni, con il conseguenteimpoverimento lessicale.

Per superare L’omologazioneE’ necessario sostenereL’IDENTIFICAZIONEgrazie al contributo dell’adultoFACILITATOREI facilitatori (persone, insegnanti, bibliotecari, genitori, scrittori, editori cheaiutano i bambini a diventare lettori di letteratura) devono conoscere moltobene le esigenze dei bambini e dei ragazzi per poter scegliere una vastabibliografia che rispecchi ciascuno di loro, sostenendo così l’identificazionecon personaggi che legge, aiutandoli a scoprire “se stessi e il mondocircostante”.Per contrastare l’omologazione è necessario sostenere unaLETTERATURA SPECCHIO

“Nelle mie storie, non ci sono principesse, avventure e astronauti! Non cisono immagini fantastiche e, soprattutto, non frottole accattivanti! Voglioraccontare storie vere di persone reali, proprio come ci comportiamonella vita quotidiana. Racconto mini-comici-drammi in cui ogni bambino sipuò riconoscere. Ma, naturalmente anche nella quotidianità puòesserci qualcosa di irreale, inaspettato!Infatti, nel mezzo della giornata possiamo essere colti da: stupore, terrore, un’improvvisa crisi di risate edomande esistenziali. Noi adulti abbiamo quasi dimenticato questo genere di cose, preoccupati come siamo apagare laffitto, a portare cibo a casa e fare il nostro dovere: dimenticando che la vita è un enigmaincomparabile! Pieno di possibilità. Cose che non abbiamo mai pensato che fossimo in grado di fare! Propriomentre si combattono le guerre, s’inventano i computer e nascono bambini ... le stagioni dellanno seguono illoro ciclo perpetuo, più e più volte come hanno fatto per migliaia di anni passati ... LA REALTA’ E’ UNA FAVOLA.Ogni giorno è nuovo. I bambini capiscono perfettamente ciò che noi adulti abbiamo dimenticato. Così, voglioraccontare storie in modo che i bambini e gli adulti possano ricordarsi, ridere e stupirsi insieme.I bambini che hanno compreso la magia della realtà sono più ampiamente dotati e se un giorno questi bambinisaranno al potere o saranno semplicemente genitori, potremmo contare su un mondo migliore”Gunilla BergströmAlfons AbergCasa editrici: Il Gioco di Leggere

Risposta del lettore a un testoAidan ChambersLa comprensione del libro è condizionata dallaFenomenologia del LettorePensieriSentimentiEsperienze di vitaEmozioniEducazione

TELL MEInsegnare ai bambini ad essere lettori criticiQuesto agevolerà i bambini ad essere buoni comunicatori per il resto della loro vita.Non è un metodo ma un approccio che nasce dall’osservazione delle risposte dellettore. E’ semplicemente un atteggiamento per formulare e porre domande cheognuno di noi può adattare alla propria personalità e ai bisogni degli alunni.PREMESSA FONDAMENTALEL’AMBIENTEEsiste una stretta correlazione tra la ricchezza dell’ambiente in cui si legge e laricchezza del linguaggio con cui si parla dei libri. Se i bambini sono circondati da unappropriato numero di testi, oculatamente scelti, se ci sono quotidianamente letturead alta voce, se s’incoraggiano i bambini a leggere per proprio conto, durante lelezioni, con lo scambio informale di opinioni tra loro e gli insegnanti, questi bambinisaranno ben preparati ad impegnarsi in questo genere di comunicazione.

Il piccolo lettoreLa LetteraturaI sentimenti dominano ilsuo pensiero poiché lecapacità razionali nonsono ancora moltosviluppateDedicherà tutta la sua attenzione quando gli si presenta qualcosa diveramente significativo e quello che leggerà diventerà importante dalpunto di vista emotivo.La letteratura non è statacreata per scopi di utilitàma per esprimereemozioni e sentimenti

LETTURA ATTIVAAiutando i bambini a diventareScrittori(riscrivendo il testo)Attori(recitando il testo)Registi(interpretando il testo)Critici(commentando il testo)Dovrebbe essere il lavoro di chi insegna ai bambini a leggere

Da lettore passivo a lettore attivo“L’atto di leggere sta nel parlare di ciò cheabbiamo letto”.L’interpretazione, la discussione del testo giocano un ruoloimportante nella comprensione della lettura.Potreste mai immaginare un bambino diventare lettore senessuno gli parlasse mai dei libri tra i quali può scegliere?La conversazione diventa

SIGNIFICATO - interpretazioneDi cosa si parla quando ci si riferisce a un libro?Di cosa non si parla?Il significato che ognuno attribuisce alla storia fa emergere le emozioni. I bambini provano forti emozioni. Lepersone più preparate a decifrare questo linguaggio sono i genitori ma visto che le famiglie demandanomolte responsabilità alla scuola, spetta all’adulto facilitatore osservare con attenzione le espressioni dei piùpiccoli, collegate al disegno.Trama, personaggi,ambientazione dellastoria, stile di scrittura:elementi formaliSignificato, intesocome messaggio,valore, contenuto,logica:interpretazione

La lettura e i suoi elementi1) Decodificazione: Possiamo leggere solo quando sappiamodecodificare i segni sulla pagina, i gruppi di lettere chiamati:“parole” e “frasi”.2) Comprensione: Leggendo, impariamo a cercare la presenza ela ripetizione degli elementi comuni che ci fanno capire chetipo di storia abbiamo di fronte. Per i bambini le ripetizioniaiutano a comprendere il significato.ELEMENTI EXTRATESTUALIWorld-to-text: confrontiamo istintivamente il nostro mondo(persone, eventi, espressioni già sentite, esperienza) al testo.Text-to-text: paragoniamo un testo a un altro testo per cogliereelementi comuni.

PARLARE DEI LIBRI“Non sappiamo quello che pensiamo finché non ascoltiamoquello che diciamo.”Parlare ad alta voce può aiutarci a capire meglio i nostri pensieri, migliora la comprensione diquello che stiamo dicendo.Quando ci rivolgiamo agli altri mettiamo in moto un altro tipo di parola.Parlare assieme produce la COSTRUZIONE DEL SIGNIFICATO.Parlare insieme vuol dire CONOSCERE perché ascoltare le parole degli altri ci rende consapevoli diquello che non sapevamo di sapere.Secondo Jerome Bruner parlare di libri è alla base dello sviluppo cognitivo perché sorprende,pone dubbi di ciò che ritenevamo ovvio, aumenta la capacità di valutare non solorazionalmente ma anche attraverso l’intuito. E’ uno strumento di libertà, leggerezza,immaginazione.RECIPROCACONOSCENZA

I BAMBINI E LA CRITICA LETTERARIACRITICARicerca del significato- Interpretazione- Studio del linguaggio- Stili narrativi- Convenzioni culturali e sociali- Interazione tra lettore e testoLa critica è sempre autobiograficaNasce dall’esperienza personale del lettore

Ruolo del critico letterarioSecondo Wystan Hug Auden i compiti del critico sono:- Farmi conoscere autori o testi che non fanno ancora parte della mia esperienza.- Convincermi di aver sottovalutato un autore, o un testo perché non lo avevo letto attentamente.- Mostrarmi rapporti tra i testi di diverse epoche e culture con i quali, altrimenti non sarei mai venuto acontatto.- Offrire una lettura del testo in grado di aumentare la mia comprensione.- Illustrare e far scoprire il processo della creazione artistica.- Illustrare e far scoprire il rapporto tra arte e vita, scienza economia, etica, religione, etc.I bambini sono buoni critici- I bambini che hanno apprezzato un libro lo rendono familiare e lo fanno apprezzare con entusiasmo ad altricoetanei.- Attraverso le osservazioni sul campo si è notato come alcuni bambini abbiano convinto i loro coetanei diaver sottovalutato un testo. “il libro non mi piaceva e non lo avevo capito finché non ne abbiamo parlato:parlare mi ha fatto capire molto di più.”- Le osservazioni hanno rilevato come i bambini dai sette ai nove anni riescano a cooperare in una ricercasugli argomenti.- E’ acuto l’interesse dei bambini relativo alla realizzazione di un libro, su come è stato creato e realizzato(invitando gli autori a visitare le classi).- I bambini hanno una spiccata capacità di associare gli aspetti salienti della storia vicissitudini di vita reale, aquestioni che riguardano il mondo circostante.

Superare l’approccio sbagliato della scuolaNella nostra scuola molti bambini sanno che le loro risposte vengono scartatecome sbagliate, sciocche, inutili, infantili... imparano presto a tenere per sé ipropri pensieri. Una delle conseguenze è che i bambini cercano di indovinareil pensiero dellinsegnante, cioè riferiscono come proprie le risposte che gliadulti desiderano sentire, un modo anche per assicurarsi le lodi delladulto. Ilrisultato è che così i bambini imparano a non fidarsi delle loro opinioni,diventano abili nellesprimere pensieri non personali, vivendo unesperienzatuttaltro che educativa o umanamente positiva. Non dar valore a ciò che ibambini realmente pensano porta alla disaffezione per lo studio, imparanocioè a cercare le strategie per essere accettati più che il piacere di conosceree condividere.OGNI COSA E’ DEGNA DI ESSERE ESPRESSAI bambini devono sentirsi sicuri quando si esprimono, ascoltati, rispettati:devono sapere che qualsiasi pensiero è degno di essere espresso.

“DIMMI”No “perché” ma “dimmi” per agevolare una conversazione su un libro letto.Compito dell’insegnante è cercare una parola di apertura come l’espressione“dimmi” partendo da un punto di riflessione: una parola capace di suggerire ildesiderio di collaborazione, mostrando interesse all’ascolto. Per agevolare lacomprensione del significato che si raggiunge (si costruisce) in modo graduale.Ruolo dell’insegnante- Guidare alla comprensione del testo, facendo da mediatore.- Affermando l’ovvio perché dopo aver affermato l’ovvio possono germogliare nuove idee (iniziamodalla condivisione di ciò che ognuno di noi conosce: ogni cosa è degna di essere detta)- Non dovrebbe influenzare il gruppo (la maggior parte degli studenti vorrebbe compiacerel’insegnante, per questo l’insegnante non offre il proprio punto di vista fin quando la discussionenon entrerà nel vivo).- Spesso gli insegnanti adoperano l’indicativo e l’imperativo , usare il condizionare è ivece una buonastrategia per mantenere viva la conversazione.- Importanti sono le pause, il modo di gesticolare e di muoversi: aspetti che i bambini colgonoimmediatamente.- Profonda conoscenza del libro.

Scelta dei libriModelli narrativi:• Narrazione in prima persona• Narrazione in terza persona• Combinazione di narrazione in prima e terza persona• Storie scritte al passato remoto, passato prossimo e con combinazione dei tempi.• Lettere• Diari• Monologo interiore• Storie espresse solamente da dialoghi• Testi scritti per il teatro• Storie in cui le parole e illustrazioni sono utilizzate in modo integrale per raccontare la storia.• Storie raccontate unicamente tramite immagini• Fumetti• Storie di vita quotidiana e contemporanea• Storie Fantasy• Racconti Storici• Racconti ambientati in possibili futuri.

Diario delle lettureVisto che ogni nuova lettura dipende dalle precedenti, l’adulto facilitatoredeve conoscere quello che i bambini hanno già letto e ascoltato, per deciderecosa offrire come proposta successiva.Per il diario delle letture, è sufficiente segnare la data del prestitoaccompagnando il libro con una semplice scheda-questionario.- Ti è piaciuto il libro?- Quanto tempo ci hai messo a leggerlo?- Lo hai letto tutto?- Quale personaggio ti è piaciuto di più?Un sondaggio utile che aiuterà lo stesso insegnante a monitorare le reazionidei bambini per le future scelte di libri da leggere insieme.

Add a comment

Related presentations

Related pages

Chambers Aidan - Il piacere di leggere e come non ...

Il piacere di leggere e come non ucciderlo. Come imparare a leggere con i bambini e i ragazzi è un libro di Chambers Aidan pubblicato da Sonda ... testi ...
Read more

BRO: Il Piacere di Leggere - Seminario sulla lettura

IL PIACERE DI LEGGERE. ... Milena Galeoto introdurrà il saggio di Aidan Chambers ... edito in Italia da Sonda Edizioni, ...
Read more

|| Edizioni Sonda || Il piacere di leggere e come non ...

Il piacere di leggere e ... loro.Leggere è importante? Secondo Aidan Chambers, ... per ragazzi e il valore del contributo di Chambers nel ...
Read more

Il Piacere di Leggere e come non UcciderloCome imparare a ...

... Aidan Chambers editore: Sonda Edizioni. ... di Rick Jarow Un testo di psicologia del lavoro che è ... Aidan Chambers Il Piacere di Leggere e come ...
Read more

Nascita e dintorni: Il piacere di leggere e come non ucciderlo

Edizioni Sonda, pag.204, Euro 15,00 ... di Livio Sossi sull'importanza e il valore del contributo di Chambers nel campo ... Il piacere di leggere Chambers ...
Read more

Il Piacere Di Leggere E Come Non Ucciderlo - Chambers ...

... un libro di Chambers Aidan edito da Sonda: ... IL PIACERE DI LEGGERE E ... Sossi sull'importanza e il valore del contributo di Chambers nel ...
Read more

I libri di Chambers Aidan - Libreria IBS – Libri DVD Blu ...

Il piacere di leggere e come non ucciderlo. ... Chambers Aidan, 2011, Sonda a cura di ... ebook gratis e testi universitari con spedizione gratis sulle ...
Read more

edizioni sonda | Il blog di Simone Fornara

... è d’obbligo rimandare al suo saggio Il piacere di leggere ... di aggiornamento Dal piacere di leggere ... aidan chambers dfa dimmi edizioni sonda ...
Read more