Il Pensiero Di Freud Sulla Guerra

100 %
0 %
Information about Il Pensiero Di Freud Sulla Guerra

Published on April 14, 2008

Author: casagrandemorasaresera

Source: slideshare.net

Description

lavoro di gruppo Mora, Saresera, Casagrande

IL PENSIERO DI FREUD SULLA GUERRA ’

FREUD E IL DISAGIO DELLA CIVILTA’ Freud analizza il problema dell’uomo moderno il quale, nonostante viva in una società civilizzata, non è del tutto contento e per questo vive un disagio. Questo problema, sollevato da Freud, nasce dalla constatazione secondo cui la civiltà è costruita dagli uomini per proteggersi dai mali. Per Freud i tre mali principali che minacciano l’esistenza umana sono: i mali che provengono dalla natura esterna (terremoti, inondazioni), i mali che provengono dal nostro corpo (malattie) e i mali che provengono dagli altri uomini (possibili assassini).

Freud analizza il problema dell’uomo moderno il quale, nonostante viva in una società civilizzata, non è del tutto contento e per questo vive un disagio. Questo problema, sollevato da Freud, nasce dalla constatazione secondo cui la civiltà è costruita dagli uomini per proteggersi dai mali. Per Freud i tre mali principali che minacciano l’esistenza umana sono: i mali che provengono dalla natura esterna (terremoti, inondazioni), i mali che provengono dal nostro corpo (malattie) e i mali che provengono dagli altri uomini (possibili assassini).

Appunto per questo, Freud vede che la società organizzata nasce in primo luogo per proteggere gli individui che vi appartengono, i quali si coalizzano per proteggersi a vicenda. Freud interpreta così il disagio dell’uomo come derivante dalla società stessa, la quale, in cambio di protezione, chiede ai suoi cittadini un sacrificio pulsionale (ovvero la rinuncia a una serie di pulsioni) e allo stesso tempo impone una serie di comandi e diritti, che per Freud rappresentano una sorta di ‘super-io collettivo ’.

Appunto per questo, Freud vede che la società organizzata nasce in primo luogo per proteggere gli individui che vi appartengono, i quali si coalizzano per proteggersi a vicenda. Freud interpreta così il disagio dell’uomo come derivante dalla società stessa, la quale, in cambio di protezione, chiede ai suoi cittadini un sacrificio pulsionale (ovvero la rinuncia a una serie di pulsioni) e allo stesso tempo impone una serie di comandi e diritti, che per Freud rappresentano una sorta di ‘super-io collettivo ’.

Questa affermazione di Freud è basata su una concezione pessimistica poiché l’uomo è fondamentalmente egoista e questo atteggiamento produce in lui sofferenza e aggressività. Per Freud la società può sopravvivere solo se ogni individuo che vi appartiene sacrifica in parte le sue pulsioni. Riguardo alle pulsioni, Freud distingue tre fasi: 1 la prima fase riguarda la distinzione tra le ‘ pulsioni sessuali ’ (finalizzate all’atto sessuale e all’unione con un altro essere) e ‘ pulsioni dell’io ‘ (finalizzate a se stesso e all’autoconservazione). 2 nella seconda fase, Freud analizza la tematica del narcisismo, ovvero la proiezione della pulsione sessuale non più rivolta verso l’altro ma verso se stessi. 3 Nella terza fase, Freud distingue due tipi di pulsioni: la ‘ pulsione di vita ’ e la ‘pulsione di morte ’. La prima tende a conservare, la seconda tende ad annientare il prossimo e la vita in generale.

Questa affermazione di Freud è basata su una concezione pessimistica poiché l’uomo è fondamentalmente egoista e questo atteggiamento produce in lui sofferenza e aggressività. Per Freud la società può sopravvivere solo se ogni individuo che vi appartiene sacrifica in parte le sue pulsioni.

Riguardo alle pulsioni, Freud distingue tre fasi:

1 la prima fase riguarda la distinzione tra le ‘ pulsioni sessuali ’ (finalizzate all’atto sessuale e all’unione con un altro essere) e ‘ pulsioni dell’io ‘ (finalizzate a se stesso e all’autoconservazione).

2 nella seconda fase, Freud analizza la tematica del narcisismo, ovvero la proiezione della pulsione sessuale non più rivolta verso l’altro ma verso se stessi.

3 Nella terza fase, Freud distingue due tipi di pulsioni: la ‘ pulsione di vita ’ e la ‘pulsione di morte ’. La prima tende a conservare, la seconda tende ad annientare il prossimo e la vita in generale.

Add a comment

Related presentations

Related pages

Le riflessioni di Freud Sigmund sulla guerra

Il pensiero di Freud. L'analista ha sempre mostrato un forte disorientamento nei confronti della guerra e all'origine dei conflitti sta, secondo Freud, una ...
Read more

Freud: il fenomeno della guerra come delusione e ...

... a segnare il primo confronto di Freud con la guerra, ... di Freud dopo lo scoppio della guerra, ... della comunicazione e pensiero ...
Read more

Pensiero freudiano sulla guerra - digilander.libero.it

... ad affrontare il problema della guerra, qualunque guerra. A questo proposito, è sembrato opportuno far riferimento al pensiero di Freud sulla guerra.
Read more

Freud: Considerazioni attuali sulla guerra e la morte ...

Freud: Considerazioni attuali sulla guerra e la morte - Extended edition ... Eros e Thanatos, il centro del pensiero di Freud - Duration: 14:25.
Read more

La guerra e le riflessioni di Freud - Studenti.it

La guerra e le riflessioni di Freud ... quando l'evoluzione della storia europea e mondiale farà temere il riemergere della barbarie comparsa nella ...
Read more

Freud e la guerra - Terza Prova - Filosofia - Appunti ...

Spiega brevemente il pensiero di Freud sulla guerra ... Questo argomento è affrontato in due contesti ben precisi: la prima guerra mondiale e il carteggio ...
Read more

bibliografia di Sigmund Freud - psicoanalisi-freudiana.com

Considerazioni attuali sulla guerra ... "Abbiamo cercato di mettere a tacere il pensiero ... Mi piace molto la seguente riflessione di Freud: il modo ...
Read more

La psicoanalisi e la guerra - contextus.org

Gli scritti in cui Freud affronta il tema della guerra sono essenzialmente tre: ... vrosi di guerra lasciò il posto ad altre preoccupazioni11.
Read more

Freud e la Grande Guerra - 2016: Psicolinea compie 15 anni!

... sulla guerra e la morte, Freud paragona il ... di tutto il pensiero freudiano, che lo psicoanalista vedeva come una sorta di testamento..Freud ...
Read more