Frazer

50 %
50 %
Information about Frazer

Published on March 13, 2008

Author: casagrandemorasaresera

Source: slideshare.net

Description

frazer il ramo d'oro

SIR JAMES GEORGE FRAZER

Scrisse Il ramo d'oro , un libro con cui presentò le teorie da lui sviluppate sulla magia, pensata come l'inizio di un complicato percorso che la vede svilupparsi prima nella religione e poi nella scienza. L'opera fu pubblicata per la prima volta nel 1890 in due volumi, venne terminata dall'auotore nel 1911-15. Frazer fu incoriosito da questa tematica grazie alla lettura di un'antica leggenda nella quale si narra del famoso ramo d'oro, che Enea colse grazie al suggerimento della Sibilla prima di entrare nel regno dell'Ade. Sibilla voleva "re del bosco" colui il quale si fosse dimostrato capace di uccidere il sacerdote del santuario di Diana a Nemi e di strappare un ramo dall'albero che si trovava nel recinto. Sir James George Frazer naque nel 1854, muorì nel 1941 ed è stato un antropologo scozzese che incentrò il suo lavoro sulla studio della storia delle religioni.

Scrisse Il ramo d'oro , un libro con cui presentò le teorie da lui sviluppate sulla magia, pensata come l'inizio di un complicato percorso che la vede svilupparsi prima nella religione e poi nella scienza. L'opera fu pubblicata per la prima volta nel 1890 in due volumi, venne terminata dall'auotore nel 1911-15. Frazer fu incoriosito da questa tematica grazie alla lettura di un'antica leggenda nella quale si narra del famoso ramo d'oro, che Enea colse grazie al suggerimento della Sibilla prima di entrare nel regno dell'Ade. Sibilla voleva "re del bosco" colui il quale si fosse dimostrato capace di uccidere il sacerdote del santuario di Diana a Nemi e di strappare un ramo dall'albero che si trovava nel recinto.

Frazer definì la magia come un fenomeno di simpatia tra le cose, che crea legami per omeopatia (tipologia di medicina basata sull'uso escusivo di prodotti naturali), similitudine (come nel caso dei riti vodoo) o contagio (due cose in contatto fra di loro continuano ad influenzrsi reciprocamente l'una sull'altra anche dopo essere state separate).

Frazer definì la magia come un fenomeno di simpatia tra le cose, che crea legami per omeopatia (tipologia di medicina basata sull'uso escusivo di prodotti naturali), similitudine (come nel caso dei riti vodoo) o contagio (due cose in contatto fra di loro continuano ad influenzrsi reciprocamente l'una sull'altra anche dopo essere state separate).

L'antropologo sviluppò anche una ricerca sul tema del dio morente , tema riscontrato da Frazer all'interno di numerose religioni, che vede la divinità coinvolta in una vicenda in cui perderà la vita, per poi riacquistarla nuovamente in un momento successivo.

L'antropologo sviluppò anche una ricerca sul tema del dio morente , tema riscontrato da Frazer all'interno di numerose religioni, che vede la divinità coinvolta in una vicenda in cui perderà la vita, per poi riacquistarla nuovamente in un momento successivo.

Il tema centrale da cui si sviluppa Il ramo d'oro è la vicenda del rex nemorensis , sacerdote di Diana nel tempio di Ariccia, sopravvivenza di un antico culto all'interno del contesto storico dell' antica Roma. Egli agisce sulla natura e sulla fertilità per i suoi poteri simpatici (propri della magia simpatica di sopra) e ha un ruolo sociale fondamentale per la comunità che vi circola attorno. Per difenderne l'integrità fisica essa ha stabilito un sistema di tabù finalizzato a proteggerlo, mentre l'integrità spirituale viene garantita dal trasferimento simbolico in un'anima esterna (il ramo d'oro). Al sopraggiungere della decadenza fisica del re mago, non più adatto al suo ruolo sociale, la successione viene determinata dall'uccisione rituale del rex nemorensis da parte di uno sfidante, che lo deve uccidere in duello dopo aver spezzato il ramo del boschetto di Diana.

Il tema centrale da cui si sviluppa Il ramo d'oro è la vicenda del rex nemorensis , sacerdote di Diana nel tempio di Ariccia, sopravvivenza di un antico culto all'interno del contesto storico dell' antica Roma. Egli agisce sulla natura e sulla fertilità per i suoi poteri simpatici (propri della magia simpatica di sopra) e ha un ruolo sociale fondamentale per la comunità che vi circola attorno. Per difenderne l'integrità fisica essa ha stabilito un sistema di tabù finalizzato a proteggerlo, mentre l'integrità spirituale viene garantita dal trasferimento simbolico in un'anima esterna (il ramo d'oro). Al sopraggiungere della decadenza fisica del re mago, non più adatto al suo ruolo sociale, la successione viene determinata dall'uccisione rituale del rex nemorensis da parte di uno sfidante, che lo deve uccidere in duello dopo aver spezzato il ramo del boschetto di Diana.

Add a comment