advertisement

Chirurgia Anziano E Pediatrico

25 %
75 %
advertisement
Information about Chirurgia Anziano E Pediatrico

Published on January 17, 2009

Author: andreamd1963

Source: slideshare.net

advertisement

Paziente chirurgico “anziano” Aspettanza di vita media in Italia 75-82 aa. cardiopatici in vita m. respiratorie m. metaboliche rischio m. neoplastiche rischio traumi domestici complicanze acute m. chirurgiche

Aspettanza di vita media in Italia 75-82 aa.

cardiopatici in vita

m. respiratorie

m. metaboliche

rischio m. neoplastiche

rischio traumi domestici

complicanze acute m. chirurgiche

PROBLEMI Sociali globali di assistenza ospedaliera di assistenza domiciliare costi/benefici valore “Etico” Paziente chirurgico “anziano”

PROBLEMI

Sociali globali

di assistenza ospedaliera

di assistenza domiciliare

costi/benefici

valore “Etico”

Invecchiamento e funzioni d’organo Modalità di ossigenazione e di consumo tissutale di 02 Risposte emodinamiche periferiche e centrali (cardiache) Risposte funzionali dei parenchimi nobili (rene+++) Paziente chirurgico “anziano”

Modalità di ossigenazione e di consumo

tissutale di 02

Risposte emodinamiche periferiche e

centrali (cardiache)

Risposte funzionali dei parenchimi nobili

(rene+++)

Termoregolazione Risposte ipertermiche Risposte ipotermiche (malnutrizione) Guarigione delle ferite Ritardi di riparazione tissutale Rischio di deiescenze Rischio d’infezione Paziente chirurgico “anziano”

Risposte ipertermiche

Risposte ipotermiche (malnutrizione)

Ritardi di riparazione tissutale

Rischio di deiescenze

Rischio d’infezione

Risposte immunitarie ridotte Cambiamenti nelle risposte umorali e mediate dai G.B. Risposte ridotte ad antigeni esogeni Risposte aumentate ad antigeni autologhi Le capacità dei G.B. polimorfonucleati diminuiscono con l’età Paziente chirurgico “anziano”

Cambiamenti nelle risposte umorali e

mediate dai G.B.

Risposte ridotte ad antigeni esogeni

Risposte aumentate ad antigeni autologhi

Le capacità dei G.B. polimorfonucleati

diminuiscono con l’età

Mortalità e Morbilità ridotte nell’ultimo decennio Relazione con l’entità dell’intervento Relazione con le condizioni pre - intra - post - operatorie Mortalità e morbilità più alte nelle Emergenze/Urgenze Paziente chirurgico “anziano”

Mortalità e Morbilità ridotte nell’ultimo

decennio

Relazione con l’entità dell’intervento

Relazione con le condizioni

pre - intra - post - operatorie

Mortalità e morbilità più alte nelle

Emergenze/Urgenze

Trattamento pre- operatorio del paziente anziano Trattare e migliorare lo stato psicologico, medico, pre - operatoriamente; migliorare il risultato e ridurre la possibilità di complicanze Nella valutazione iniziale, considerare farmaci, altre diagnosi, attività fisica abituale, grado di indipendenza, stato mentale Valutare il paziente per alterazioni causate da: - Presenza di disordini multipli - Relativa inattività - Confusione - Difficoltà nelle relazioni medico-paziente - Alta soglia del dolore - Alterata prevalenza e storia dei disordini naturali Porre particolare attenzione alle alterazioni delle funzioni cardiovascolari, polmonari, e renali correlate all’età Preparare psicologicamente il paziente rassicurandolo Assistere il paziente e la sua famiglia nella pianificazione alla convalescenza Paziente chirurgico “anziano”

Trattamento intra- operatorio del paziente anziano Il trattamento intra-operatorio nel paziente anziano, concerne il tipo di posizione, anestesia ed il rischio di ipotermia Posizione: Limitare la possibilità di motilità del paziente, in particolare limitare l’iperestensione del collo e della testa Prestare attenzione alla particolare fragilità della pelle dell’anziano Anestesia: i paziente anziani sono ad alto rischio per instabilità emodinamica, sfavorevole rapporto tra richiesta e supporto di 0 2 al miocardio, problemi respiratori postoperatori ed alterazioni dello stato mentale Considerare la possibilità di anestesia epidurale, locale, subaracnoidale Ipotermia: controllare la temperatura della stanza Minimizzare l’esposizione della superficie corporea Riscaldare i fluidi i.v. e i gas ventilatori Usare dispositivi per riscaldare attivamente. Paziente chirurgico “anziano”

Trattamento post- operatorio del paziente anziano Fornire appropriate cure per la respirazione, monitorizzare accuratamente lo stato cardiovascolare, e incoraggiare una precoce ripresa dell’attività fisica Stabilire un programma per migliorare la capacità del paziente a svolgere le attività quotidiane. Massimizzare e mantenere le conoscenze acquisite attraverso valutazione e simulazione continua Insegnare allo staff a fornire ai pazienti linee - guida comportamentali. Aiutare il paziente a ottenere e mantenere la continenza Massimizzare la mobilità Paziente chirurgico “anziano”

Un esempio estremo Analisi di ricovero ospedaliero in paziente in pazienti ultra novantenni (medici e chirurgici) Tipo di Diagnosi Divisioni Ortopedica 15% Cardiovascolare 15% Gastrointestinale 14% Respiratoria 13% Dermatologica 9% Ematologica 6% Neurologica 4% Oftalmologica 4% Metabolica 3% Psichiatrica 3% Altre 15% Paziente chirurgico “anziano”

Casi chirurgici 42% (in Urgenza 69% ) (Day Surgery 29%) (Mortalità 5%) Casi medici 40% (mortalità 12%) Altre Specialità 18% Paziente chirurgico “anziano”

Valutazione del rischio Programmazione della convalescenza Impegno nel Follow-up (paziente, famiglia, medico) Paziente chirurgico “anziano”

Paziente chirurgico “età pediatrica” Neonato Preadolescente Adolescente Neonato: malattie congenite chirurgiche Preadolescente: alcuni tumori (t. di Wilms), m. infiammatorie, appendicite Adolescente: idem, trauma, (prima causa di morte tra 1 e 15 aa.) (trauma post-bellico: mine)

Neonato

Preadolescente

Adolescente

Neonato: malattie congenite chirurgiche

Preadolescente: alcuni tumori (t. di Wilms), m.

infiammatorie, appendicite

Adolescente: idem, trauma, (prima causa di

morte tra 1 e 15 aa.) (trauma post-bellico: mine)

Condizione fisiologica neonatale Condizione fisiologica “di crescita” Paziente chirurgico “età pediatrica”

Valutazione dello stato di shock Paziente chirurgico “età pediatrica” Limiti superiori di frequenza cardiaca e ritmo respiratorio e limiti inferiori di pressione sistolica Frequenza Pressione Frequenza cardiaca sistolica respiratoria Neonato 160 80 40 Preadolescente 140 90 30 Adolescente 120 100 20

Limiti superiori di frequenza cardiaca e ritmo respiratorio e limiti inferiori di pressione sistolica

Frequenza Pressione Frequenza

cardiaca sistolica respiratoria

Neonato 160 80 40

Preadolescente 140 90 30

Adolescente 120 100 20

Trauma Score Pediatrico Punteggio di categoria Componente +2 +1 -1 Peso >20 Kg 10-20 Kg <10 Kg Vie aeree Normali Mantenibili Non mantenibili Pressione sistolica > 90 mmHg 50-90 mm Hg < 50 mm Hg SNL Cosciente Non cosciente Coma/ decerebrato Scheletro Nessuno Frattura chiusa Frattura aperta/multipla Cutaneo Nessuno Minore Maggiore/penetrante Trauma Center specializzati Paziente chirurgico “età pediatrica”

Trauma Score Pediatrico

Punteggio di categoria

Componente +2 +1 -1

Peso >20 Kg 10-20 Kg <10 Kg

Vie aeree Normali Mantenibili Non mantenibili

Pressione

sistolica > 90 mmHg 50-90 mm Hg < 50 mm Hg

SNL Cosciente Non cosciente Coma/ decerebrato

Scheletro Nessuno Frattura chiusa Frattura aperta/multipla

Cutaneo Nessuno Minore Maggiore/penetrante

CHIRURGIA PEDIATRICA Condizioni fisiologiche del neonato (a termine, non a termine) Metabolismo “Idrico” - l’acqua rappresenta 70-80% del corpo - graduale decremento del contenuto globale ed extracellulare - concomitante incremento nel comparto intracellulare - caratteristiche escretive e di concentrazione nella clearance renale neonatale Paziente chirurgico “età pediatrica”

Clearance renale neonatale - neonato 2-4 cc/Kg/ ora - bambino 1-2 cc/Kg/ora - adulto 0,5-1 cc/Kg/ora Equilibrio Idroelettrolitico Richiesta di liquidi Prematuro 120 -150 cc/Kg/24 h Neonato 100 cc /Kg/24 h Bambino>10 Kg 1000 cc /Kg/24 h Paziente chirurgico “età pediatrica”

Risposta metabolica e di difesa organi “immaturi” (funzione epatica) labilità del sistema glicogenetico termoregolazione labile ridotta difesa immunitaria Paziente chirurgico “età pediatrica”

organi “immaturi” (funzione epatica)

labilità del sistema glicogenetico

termoregolazione labile

ridotta difesa immunitaria

Risposta alla chirurgia risposta endocrina e metabolica caratterizzata da metabolismo catabolico aumentate catecolamine, cortisolo ed endorfine, glucagone ed insulina fattori collegati all’aumento del catabolismo durante la chirurgia: grado di maturazione neuroendocrina, durata e tipo dell'intervento, perdita di sangue, estensione del trauma chirurgico, condizioni associate (ipotermia, prematurità) **** “delicatezza” dell’anestesia Paziente chirurgico “età pediatrica”

risposta endocrina e metabolica caratterizzata da

metabolismo catabolico

aumentate catecolamine, cortisolo ed endorfine,

glucagone ed insulina

fattori collegati all’aumento del catabolismo durante

la chirurgia: grado di maturazione neuroendocrina,

durata e tipo dell'intervento, perdita di sangue,

estensione del trauma chirurgico, condizioni

associate (ipotermia, prematurità)

**** “delicatezza” dell’anestesia

Alcuni schemi di comportamento Neonato con distensione addominale, mancata espulsione del meconio, o vomito biliare Esame Obiettivo Addominale ed esplorazione Rettale Rx Addome Doppia Bolla Evidente Diagnosi di Atresia Duodenale Qualche ansa distesa con livelli idro-aerei Trasferire il neonato in ICU con SNG o tubo orogastrico e liquidi I.V. Clisma con Bario Reperto: Microcolon Reperto: colon normale o piccolo dilatato Altri Reperti Diagnosi di atresia intestinale Diagnosi di malattia di Hirschsprung Diagnosi di malrotazione, ileo da meconio, enterocolite necrotizzante, ano imperforato Preparare per intervento chirurgico Paziente chirurgico “età pediatrica”

Alcuni schemi di comportamento Neonato con difficoltà respiratorie Passaggio del tubo nasogastrico difficile Eccessiva salivazione Normale salivazione Passaggio del tubo nasogastrico facile Rx torace, Ecocardiografia, ed altre indagini La punta del SNG è in torace, addome disteso, con gas nell’ileo Aree cistiche a livello del lobo sinistro inferiore del polmone Anse intestinali in torace Diagnosi di Atresia Esofagea con fistola tracheoesofagea Diagnosi Ernia diaframmatica Diagnosi malattia cistica del polmone Preparare per intervento chirurgico Paziente chirurgico “età pediatrica”

Alcuni schemi di comportamento Paziente tra 5 e 14 anni presenza dolore addominale, febbre, e leucocitosi Stabilire la diagnosi preoperatoria. La diagnosi più verosimile è: - Appendicite - MIC Meno probabili: - Ulcera perforata - Pancreatite - Diverticolo di Meckel - Intussuscezione - Malattia infiammatoria pelvica - Rottura di cisti ovarica Le cure postoperatorie includono supporto generale, somministrazione d fluidi, e di antibiotici Attenzione alle complicanze: - infezione della ferita - Fistola enterocutanea - Ascesso intra-addominale - Malnutrizione Paziente chirurgico “età pediatrica”

Alcuni schemi di comportamento Appendicite: la più comune causa di laparotomia in urgenza per tutte le età Alta percentuale di laparotomie negative Decremento delle complicanze Etiologia: Ostruzione per coprolita, iperplasia linfatica, tumore carcinoide, ecc. Diagnosi: Dolore classicamente con insorgenza in zona periombelicale, in poche ore alla fossa iliaca destra. Attenzione alle variazioni anatomiche dell’appendice. Vomito di solito dopo il dolore. Alterazioni dell’alvo Esame Obiettivo: Blumberg Mc-Burney Diagnostica: Ecografia Test di laboratorio Paziente chirurgico “età pediatrica”

Appendicite Trattamento: Appendicectomia “Open” “ “ “ Laparoscopica” Complicanze: In decremento: ascessi addominali, ostruzione intestinale, sepsi, infezione della ferita Considerazioni: Un errore diagnostico dal 10 al 15% può essere accettabile, quando si considera il rischio di un’appendicite e le sue complicanze. Un'attenta valutazione del quadro clinico, coadiuvato ma non basato sugli esami di laboratorio, possono far diminuire la chirurgia non necessaria Alcuni schemi di comportamento Paziente chirurgico “età pediatrica”

Add a comment

Related pages

Chirurgia Anziano E Pediatrico - Business

Chirurgia Chirurgia sinusurilor maxilare Chirurgia sinusurilor faciale Cura radicala a sinusului maxilar - Procedeul Caldwell Luc Introducere Sinuzita ...
Read more

Chirurgia - Documents - Discover, share, present ...

Chirurgia Anziano E Pediatrico chirurgia tractului digestiv chirurgia tractului digestiv View more Subscribe to our Newsletter for latest news. Newletter ...
Read more

MyMeeting Organizzazione congressi medici, Organizzazione ...

la chirurgia nell'anziano e nuove tecnologie in chirurgia vertebrale pietro primo versari, ... infermiere pediatrico e assistente sanitario ...
Read more

I.A.S.I. - Pronto Anziano - tel. 049.821.7000: De ...

I volontari di IASI-Pronto Anziano sono sensibili alle strutture che riguardano gli anziani. ... Chirurgia Plastica a indirizzo Pediatrico.
Read more

Policlinico Universitario Campus Bio-Medico | Ortopedia e ...

Chirurgia vertebrale in collaborazione con le Unità ... (scoliosi del giovane e dell'anziano ... Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ...
Read more

Convegno: Ortopedia e Traumatologia nell'Anziano

ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA NELL'ANZIANO ... Medici di chirurgia toracica, Dermatologi, ... il Centro Inalatorio Pediatrico e il Centro di Igiene della ...
Read more

MyMeeting Organizzazione congressi medici, Organizzazione ...

Accreditamento ECM previsto per la categorie INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO, ... LA CHIRURGIA NELL'ANZIANO E NUOVE TECNOLOGIE IN CHIRURGIA VERTEBRALE
Read more

Chirurgia della spalla e del gomito | ISTITUTO ORTOPEDICO ...

La Struttura Complessa di Chirurgia della spalla e del gomito è costituita da 11 posti letto in 4 camere (3 con tre letti, ed una da 2) con bagno in camera.
Read more

CARDIOQ-ODM - Sistema di Monitoraggio della Funzione ...

CARDIOQ-ODM - Sistema di Monitoraggio della Funzione Cardiaca e dello Stato dei Fluidi - Pediatrico e Adulto. Monitoraggio e Gestione Mirata dei Fluidi con ...
Read more