Cessazione dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non domestici

50 %
50 %
Information about Cessazione dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti...
News & Politics

Published on March 5, 2014

Author: aeegnet

Source: slideshare.net

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Direzione Consumatori e Utenti Seminario online - organizzazioni PMI 5 marzo 2014 Questa presentazione non è un documento ufficiale dell’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 1

Il Servizio di tutela gas (ST) • Il Servizio di tutela (ST) è la fornitura di gas naturale alle condizioni e ai prezzi di riferimento stabiliti dall'Autorità ai sensi della legge 125/07 – TIVG (delibera ARG/gas 64/09, allegato A) • Tutti i venditori devono offrire il ST ai clienti che ne hanno diritto, unitamente alle altre offerte commerciali • Fino a giugno 2013 avevano diritto al ST: – utenze domestiche e condomini con uso domestico e consumi fino a 200.000 Smc/anno – utenze relative ad attività di servizio pubblico – utenze per usi diversi con consumo fino a 50.000 Smc/anno Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 2

Effetti del d.l. 69/13 • Decreto legge 21 giugno 2013 n. 69 (decreto "del fare"): l'obbligo di offrire il ST riguarda i soli clienti domestici – i clienti non domestici con consumi fino a 50.000 Smc/anno e le utenze di servizio pubblico non hanno più il diritto di ottenere dai venditori la fornitura al prezzo di tutela • L'Autorità è intervenuta con propri provvedimenti per l'attuazione di quanto previsto dal d.l. 69/13 – Deliberazione 28 giugno 2013, 280/2013/R/gas – Deliberazione 17 ottobre 2013, 457/2013/R/gas Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 3

Gli interventi dell'Autorità • Modifiche al TIVG – ambito soggettivo di applicazione; fissazione dei prezzi di riferimento • Integrazioni alla disciplina in materia di recesso e di variazione unilaterale del contratto – riconoscimento al venditore della facoltà di sciogliere o proporre modifiche ai contratti ST in essere • Informazione dei clienti finali – comunicazioni obbligatorie in merito alle nuove previsioni normative e alle loro conseguenze Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 4

La cessazione del ST • Il venditore può: – recedere dal contratto, ed eventualmente formulare al cliente una nuova proposta contrattuale – proporre al cliente una variazione delle condizioni di fornitura • Il cliente può in ogni caso cambiare contratto (switch); inoltre: – in caso di recesso del venditore, può stipulare il nuovo contratto eventualmente proposto dal venditore (non vale il silenzio-assenso) – in caso di variazione unilaterale vale il silenzio-assenso: se il cliente non cambia contratto, il venditore applicherà le variazioni proposte Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 5

Scioglimento del contratto in essere - 1 • Recesso unilaterale da contratti ST – è confermato il diritto di recesso del cliente, già previsto dalla del. 144/07 > con preavviso non superiore a 1 mese, se il cliente non è mai passato al mercato libero > con preavviso non superiore a 3 mesi, negli altri casi – è riconosciuto anche al venditore il diritto di recedere, con preavviso non inferiore a 6 mesi (equivalente al termine già previsto dalla del. 144/07 per i contratti di mercato libero) Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 6

Scioglimento del contratto in essere - 2 • Il recesso comporta lo scioglimento sia del contratto di vendita sia dei contratti per i servizi di rete ad esso collegati – il cliente deve attivare un nuovo contratto – il cliente che si trova senza un fornitore ha comunque diritto alla fornitura di ultima istanza (FUI) o di default (FD) regolati dal TIVG • Se il venditore esercita il diritto di recesso – può proporre al cliente un nuovo contratto, nel rispetto del Codice di condotta commerciale (del. ARG/com 104/10) – se entro il termine del recesso (almeno 6 mesi) il cliente non stipula un nuovo contratto di mercato libero, saranno attivati i servizi di ultima istanza previsti dal TIVG Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 7

Informazioni obbligatorie - 1 • Se il venditore esercita il diritto di recesso, contestualmente al preavviso comunica al cliente: – che non ha più diritto ad ottenere il ST – che deve pertanto stipulare un nuovo contratto di mercato libero, e che per farlo può a sua volta recedere (con preavviso non superiore a 3 mesi) dal contratto in essere – che se non attiva un nuovo contratto, con il perfezionamento del recesso saranno attivati i servizi di ultima istanza – il numero di contatto dell'impresa e dello Sportello per il consumatore di energia, per ricevere ulteriori informazioni • Se offre un nuovo contratto, il venditore deve anche – formulare la proposta e trasmettere tutta la documentazione precontrattuale prescritta dal Codice di condotta commerciale Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 8

Modifiche al contratto in essere • Variazione unilaterale delle condizioni di fornitura – è riconosciuta al venditore la facoltà di proporre variazioni unilaterali alle condizioni di fornitura, con le modalità e i termini previsti dal Codice di condotta commerciale (del. ARG/com 104/10, art. 13: preavviso non inferiore a 3 mesi) • Se il venditore propone una variazione unilaterale – il cliente può recedere e stipulare un nuovo contratto nel mercato libero (se non stipula un nuovo contratto, accederà ai servizi di ultima istanza previsti dal TIVG) – se il cliente non recede, vale il principio del silenzio-assenso e trascorso il termine di preavviso saranno applicate le variazioni unilaterali proposte dal venditore Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 9

Informazioni obbligatorie - 2 • Se il venditore propone una variazione unilaterale, contestualmente al preavviso comunica al cliente: – che non ha più diritto ad ottenere il ST – tutte le informazioni previste dal Codice di condotta commerciale in caso di proposta di variazione unilaterale > testo completo e decorrenza delle variazioni proposte e illustrazione dei loro contenuti ed effetti > modalità e termini (non superiori a 3 mesi) entro i quali il cliente che non intende accettare le variazioni proposte può recedere dal contratto – che se il cliente recede ma non attiva un nuovo contratto, con il perfezionamento del recesso saranno attivati i servizi di ultima istanza – il numero di contatto dell'impresa e dello Sportello, a cui può rivolgersi per ricevere ulteriori informazioni Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 10

Informazioni obbligatorie - 3 • Se il venditore non ha comunicato entro il 31 dicembre 2013 il preavviso di recesso o la proposta di variazione unilaterale, entro il 31 marzo 2014 deve comunque: – comunicare al cliente che non ha più diritto ad ottenere il ST – confermare le condizioni economiche applicate per il contratto in essere – informare il cliente che ha diritto di recedere dal contratto con preavviso non superiore a 3 mesi – informare che il venditore potrà recedere con preavviso di almeno 6 mesi o proporre variazioni unilaterali secondo quanto previsto dal Codice di condotta commerciale – indicare il numero di contatto dell'impresa e dello Sportello, a cui può rivolgersi per ricevere ulteriori informazioni Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico 11

Add a comment

Related presentations

Related pages

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali ...

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici ... La cessazione del ST ... accederà ai servizi di ultima istanza previsti dal ...
Read more

Condizioni economiche di fornitura del gas naturale per il ...

Le modalità di cessazione dell'applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non domestici sono state definite dall'Autorità con le ...
Read more

Modalità attuative del DL 21 giugno 2013, n. 69, in tema ...

dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali ... in tema di cessazione dell’applicazione ... clienti non domestici (attività di ...
Read more

Informazioni Tutela Gas - SGR Servizi: luce e gas nella ...

... ha ristretto ai soli clienti domestici l ... Le modalità di cessazione dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non ...
Read more

CESSAZIONE SERVIZIO TUTELA GAS | Innova Energia

CESSAZIONE SERVIZIO TUTELA GAS. ... dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non domestici (Deliberazione 280/2013/R/gas) ...
Read more

Servizio di Tutela Gas - [Milano] Energia e... - A2A Energia

... di cessazione dell’applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non domestici”), in ragione della conferma del venir meno della ...
Read more

Cessazione dell'applicazione del servizio di tutela - AGSM ...

Cessazione dell’applicazione del servizio di ... applicazione del servizio di tutela del gas, prevedendone la restrizione ai soli “clienti domestici” ...
Read more

GAS NATURALE: Comunicazione relativa alla cessazione del ...

... i clienti finali domestici: chi usa il gas in locali ... CESSAZIONE DEL SERVIZIO DI TUTELA ai sensi ... Rivolta a tutti i Clienti NON DOMESTICI ...
Read more

Cessazione del servizio di tutela gas per i clienti non ...

... cessazione del servizio di tutela gas ... al servizio di tutela, previsto ai sensi dell’articolo 4, del TIVG, i clienti finali non domestici ...
Read more