advertisement

Benito Mussolini – Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie (1911)

75 %
25 %
advertisement
Information about Benito Mussolini – Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie...
Books
oli

Published on March 6, 2014

Author: movimentoirredentistaitaliano

Source: slideshare.net

advertisement

QUADERNI DELLA VOCE RACCOLTI DA GIUSEPPE PREZZOLIMI BENITO MUSSOLINI L TRENTINO VEDUTO DA UN SOCIALISTA NOTE E NOTIZIE PUBBLICAZIONE DELLA CASA EDITRICE ITALIANA QUADERNO OTTAVO: 28 FEBBRAIO 1911 - FIRENZE

IL TRENTINO

BENITO MUSSOLINI IL TRENTINO VEDUTO DA UN SOCIALISTA NOTE E NOTIZIE LA RINASCITA DEL LIBRO CASA EDITRICE ITALIANA DI . [Oli A. QUATTRINI

VlB T; DIRITTI DI PROPRIETÀ 03 Gr Firenze, J9H - Stabil. Tipogr. ALDINO, Via de' Renai,

PREFAZIONE Moltissimi italiani del regno non fan comoda che esclusi coloro professione d' irredentismo (professione oggi abbastanza e forse anche sufficentemcnte dimere. Molti italiani, anche tino, quando parlano del Tren- colti, Non si distinguere sa dal Tiralo. Si crede che a Trento candidamente vi domanda Trieste. ticare terre ch'essi vorrebbero re- danno prova di una grande ignoranza stica, geografica. Non la e' è vaga- lucrosa) conoscono assai mente la reale situazione di quelle si Trento se è ad es. Trentino il parli tedesco. Qualcuno bagnata dal mare come da maravigliarsene. Si fa geografa appresa lingui- politica, presto a dimen- nelle scuole e gli italiani adulti viaggiano poco. I giornalisti poi che si occupano del Trentino lo fauno quasi sempre dopo un fugace soggiorno di ventiquattro o qua- rantotto ore, tempo ins affi e ente a conoscere un paese conoscere a e a farlo un pubblico lontano. L'autore delle pagine che seguono ha di mura lo nel Trentino quasi Suo oggi di tutto compito nella Vanno 1909. era sua informare il quello situazione di Ha osservato, notato, raccolto. descrivere linguistica, gran pubblico che ha il Trentino economica, idee false qual e politica- ignora

realtà ù si culla di beate illusioni che la pur troppo s»n tisce. Parte dello studio sulla nella tenti. Il Voce » del Lo si troverà « lotta 1910 gennaio linguistico ha ottenne lodi da compe- pargermanisie parve all'autore onde famigliari^are che e qui riprodotto in appendice. riassunto delle dottrine necessario linguistica venne pubblicati il suo il lettore particola)- col campo pargermanisme fazione Trentino. B. M. w

Pangermanismo Il Il la pangermanismo conscio spiegazione e manismo ruba tavia Renan prima simpatie per il lui « Europa latina : i crisi di mercati Inghilterra. è che Ma Gobineau. del Il il notevole Già Francia. del '70 » mondo del È e tut- pangermanismo « tedemedesimo siano sboc- e il Seillère le ha vero dottrinario suo Essai sur germanismo. Ernesto in troviamo accentuate pangermanesimo ariano è Il /' pan- del des inégalì'té pangermanismo è manifestazione dell'arianismo imperialista » e la razza che porta della l' suolo « rilevate. vangelo l'ariana è la superiori all' principali del sul il germanismo conquista precursori del i della diligentemente races è che coloniali dottrinari i dapprima ciati per la che fatto il sco » e non degli intellettuali giustificazione e l'apologia del panger- pratico le clientele teorico. civiltà. indo-ariana o « caotica » Due nel razze superiore suo grembo sono oggi dimorante le sul forme suolo nord di e la incrociata colla semita, brulicante al al sud. Quest'ultima e un' insidia continua, un pericolo per- manente per ficare 1' prima. la Il germanesimo deve quindi puri- Europa, riducendo in schiavitù e gradatamente eliminando la razza inferiore, la razza caotica o mediter-

8 ranea incapace di un tenore elevato di vita. Naturalmente tutto ciò che è stato fatto di nobile, di grande, di eroico — è opera della razza ariana prodotto dalla razza tutto quanto è vile è certo « caotica ». di questa razza ci dà le epoche prevalere Il accidentale — tenebrose della storia l'egemonia ariana, quelle luminose. colore della pelle è Il colore dell'anima. Così secondo Gobineau abbiamo una il La psicologia nera, una gialla, una bianca. psicologia nera è quella dei popoli mediterranei superstiti della corruzione imperiale e rinchiusi Sono si il numida frontiere dell'impero. romana la lunga pace il confusero mischiando e sangue siriaco e l'abissino, e quello delle Baleari, nel suolo della Francia e rappresentanti ultimi umane che Caracalla il delle antiche aristocratiche allargò Roma delle — cane a monarchiche — Roma al contatto È feriori. il diritto di cittadinanza a tutti ma è troppo questo la forme politiche — che segna l'inizio della decadenza corruzione delle stirpi dominatrici frequente e prolungato coi popoli in- un L'epoca motivo nietzschiano. post-cesarea, è rotta solo davanti ai quali Gobineau non ha avuto vita opera del s' non stirpi te- nella Padri della Chiesa dai inchina. Poi, buio germanismo il fitto, quale più soste nella sua marcia verso superiore e immune è da repubbli- nebrosa che prende inizio dal miscuglio delle Riforma, i Non dominati nel bacino sud-europeo. cambiamento di Roma schiatte sino all'epoca dei Cesari, divenne irresistibile con sudditi da alla fusero si Spagna. Questo miscuglio trattenuto e contenuto dai della già antiche nelle popoli che durante i le avrà in seguito, se dal contagio del brachicefalo alpino. sino d'allora forme saprà di tenersi

Dopo Lapouge, egualmente saccheggiato Lapouge mette i professore come paesi d' all' Università Europa una ; una le due razze Il am- in tutti conquistatori e di padroni per di diritto d'origine, gli ariani francese, Montpellier, di di altro pangermanisti. dai Gobineau, l'esistenza il un Gobineau, ecco francese il - 9 (Homo o europei o di vinti e di schiavi (i celti europaeus) e Le differenze fra alpini). due razze sono profondissime tanto dal punto di vista come da sico fi- quello morale. L' individuo appartenente alla con razza ariana è alto, capelli biondi, occhi chiari, carna- gione bianca, colla forma del cranio allungata. L'alpino è brachicefalo tura, (cranio base a larga-piatto) ha occhi e capelli bruni. Così morali non sono differenze audace, l'alpino è timido condo è cattolico ; ; il meno il è protestante, concetto di pino non ha che quello di famiglia; l'ariano d' idee, l'alpino è comandare, invece accumulatore l'alpino vevano, secondo il ste allo stato quasi tra. per se- è cercatore ; Lapouge, nelle montagne e nelle scimmiesco durante l'epoca fore- della pie- Gli ariani se ne servirono da bestie da soma. Poi nel corso dei secoli il miscuglio fra le due razze confuse la o quella minaccia seria- purità alpina minacciata civiltà i razza inferiore, la purità della razza bionda. Guai se questa brachicefala mente il il patria, l'al- l'ariano è nato per loro caratteri differenti, tanto che oggi la Le alpini autoctoni, vi- Gli servire. di sta- del volto. profonde. L'ariano è primo l'ariano ha è basso la tinta del caos perduta domani. L'avvenire della sarebbe irremediabilmente compromesso, Ond'ù che Lapouge, preoccupato delle crocio propone, per conservare conseguenze la di questo in- purezza della razza bion-

— con tenacia da, l'applicazione, cipi Il Egli propone selettivi. ficiale positiva e negativa zione degli individui 1' e coraggio, di radicali prin- impiego della selezione arti- favorendo positiva : con procreatori atti, riprodu- la eugenici » « cioè scelti, negativa distruggendo senza pietà gli elementi parassiti, tando ai dovunque ristabilendo la pena morte di e facili- degenerati, agli avariés et débauchés l'appagamento sfrenato del loro vizio perchè ciò gioverebbe rapidamente a eliminarli. Una città, dice Lapouge, e liquori gratis, diventerebbe subito alcoolizzati gli i quali libererebbero molesta presenza, dove la i si vendessero vino Mecca quanti di tutti luoghi sani dalla loro non rovinerebbero altri individui col loro esempio e uccisi dal vizio scomparirebbero in breve. Questi principi smo tedesco. dichiara « ritroveremo negli autori del pangermani- Riassumendo eletta » la il : Lapouge come ariana razza oggi Gobineau il rappresentata in gran parte dal germanismo, non contenuto però solo nei limiti nisti, dell' eletta). territori la impero tedesco anche 12 milioni La (Secondo razza inferiore è la branchicefala dell'antico seconda attuale. i pangerma- francesi appartengono alla razza di dispersa impero romano. La prima sui è fattrice, scom- negatrice di civiltà. Quest' ultima deve parire o essere ridotta ai servigi più umili e necessari, per non ostacolare mino. Per far la razza scomparire suo seno tutto quanto vi ariana nel suo la si ascendente cam- razza caotica e per trarre dal racchiude di germano, le classi dirigenti applicheranno la selezione artificiale. Questa, nel breve giro di poche generazioni mini eletti ci darà un'umanità di uo- che potranno realizzare quelle forme di convi- venza sociale oggi propugnate dalle diverse scuole sociali-

— — ti — Senza una purificazione delle razze ste. eliminazione della inferiore, non socialismo Dopo graduale colla mai sarà realizzabile il ! precursori francesi, i il pangermanista più con- Houston vinto, più entusiasta e più discusso è stato wart Chamberlain. Ste- suo libro Die Grnndìagen des neun- Il -ehnien Jahtbunderts, costituisce il vero vangelo del panger- manismo. Chamberlain nacque a Portsmouth 1855, passò nel la infanzia a Versailles e studiò quindi in Inghilterra, seguì corsi universitari nelle università tedesche i Svizzera. nella Chamberlain comincia botanico, poi non permettendogli salute di applicarsi alle esperienze di laboratorio, si tra- la muta in critico wagneriano, impe- finisce predicatore dell' non rialismo germanico con un'opera di grande mole, se proprio di profonda dottrina. non introduce ch'egli criterio Il ma è soltanto fisico, spirituale. spirituale, colore dei capelli, Il dei e la capacità per la distinguere anzi prevalentemente forma del viso, la non sono elementi crani, razze le in forma modo soluto necessari per distinguere l'ima dall'altra razza. pelli biondi, gli occhi chiari, la statura elevata, bianco valgono poco, se mancano nell'individuo « germane gli » dell'anima. essenziali e quelli sbagliarci e e occhio Darwin, degli di germani sicurezza renziatori, bisogna questi avere quello e qualità le ricercare e fissare per con di alpini. connotati speciale professionali. allevatori Gobineau ca- color connotati spirituali dunque sono dobbiamo confondere con prontezza I il asI LapOUge Qui si fa Per non trovare psichici diffe- innato colpo di F influenza sentire, di poiché

— italiche Chamberlain vuole la fabbricazione di una razza Méta non irraggiungibile quando si applichino i il eletta. manon deve però princìpi della selezione artificiale positiva e negativa, gari favorendo incrocio dei sangai, che l' Con né lungo, né troppo diverso. essere questo criterio puramente personale, Chamberlain trova che Davide, Go- Salomone erano germani, che Dante e forse lia mano, che « Basta, dice Chamberlain, una sola passeggiata di Berlino, nella convincersi che galleria il « germanismo busti dei della italiano » Lutero é È un » naufragio Rinascenza, per tempo è il è completo che Cham- ha subito dal 400. Per germano, Loyola il Museo al tipo dei grandi italiani di quel il totalmente scomparso.... berlain, era ger- Rinascenza era opera del germanesimo. tutta la latino-mediter- raneo; Napoleone, sempre per Chamberlain, é «il grande capitano del caos dei popoli », Goethe invece è tipo perfetto dell'ariano : l'uomo nella sua il Wellmann, Napoleone il discepolo di Chamberlain, e Goethe sono entrambi meravigliose produzioni manesimo. Comunque tara della Londra stesso Roma, a va tempo da una va verso la « civiltà. il Chi menzogna, caos dei popoli esiste ed è una viaggia, dalla nebbia minava in goffamente dice verso Chamberlain, il raffinata e da civiltà la miseria. sole, ma da nello un'alta coltura Non civiltà ; : imperiale romana, mentre avanti. il uno spettacolo di decaé un al mezzogiorno quelle popolazioni sono rié contempliamo che semplice arresto di sviluppo alla del ger- barbarie, la sporcizia, la brutalità, Y ignoranza, la denza quello maste dott. il proto- eccellenza. Per il Oggi, è vero, cominciano Nord, ma invece di mondo camad imitare assimilarsene la supe-

— — 13 riore coltura, finiscono per perdere le vestigia pittoresche loro della originalità passata. in basso nella scala colturale oggi Fra i meno europee « città germani e i della storia che di è così Melbourne. e un abisso » Atene sono Siviglia e New-York « caotici » c'è è possibile gettar ponti. Naturalmente » mediterraneo a Il sul quale non » epoche che segnano un tour nani tutte le sono dovute all'elemento germanico. La rina- scenza italiana o latina in genere è opera di elementi ger- mani. Raffaello era biondo, Michelangelo non volle imparare le tedesco. lingue mani. Difatti Le classiche (le lingue del caos). Giotto La rivoluzione tutti o quasi ». pravvento con quella negazione dell' Ma « germano germana. Là il « delle caste. l'equilibrio. c'è sigi 11 uni » Chambcrlain prepara comune con misticismo. mediterraneo il so- dell'uomo diritti » ciò Né ha divenuto ostile all'universalismo Oggi Europa grande Nell'Europa mediterra- La 1' futura un nuovo verbo religioso per La sua religione non ha ch'egli chiama la « monolatr, ere le anime punti di contatto col « unità euro- eletti. giudaica, incapace di far del ha troppo lunriprende germanico. già questa Europa di uomini nulla di Chamber- imperialismo che ha bisogno per affermarsi nea c'è disquilibrio e dissoluzione. pea avrà che razza caotici Dichiarazione dei una rigida divisione è la la era dei ger- erano germani. « scoppiavano, dice col furore proverbiale del gamente pazientato prodotto gli enciclopedisti rivolte poi dei contadini lain, di francese è un una idolatria della Chiesa pericoloso per uomini che tendono di alla ». ai rapimenti monoteismo Chamberlain Roma. Gli è sembra conquista del mon-

— i — 4 una religione do e hanno bisogno di invece un ritorno Vangelo, liberato al Roma. Una — religione cristista — origine Cristo ecco 1' profeta — non catori rivolge agli si che d' ira pose in gli mano tempio, è una dal dell'animo ma umili, ma rassegnazione, della la : ma- le preti i certo ; suo tempera- il per Chamberlain, è, guerrieri. ai Lo scoppio fruste per cacciare le il profeta della conquista il rivelazione di i mer- germana qualità un imperialista. suo vangelismo convenientemente rimodernato e pu- Il può rificato servire di base cristianesimo germanico di al Chamberlain. Preparatori della nuova religione sono Kant Schopenhauer. Ora e o di berlain, morte per fra plastica il stati suo trionfo è questione il germanesimo. una vigorosa rinascita e specificatamente duce di lui negazione palese del fariseismo usuraio degli Ebrei. Cristo è vita di ideale del Chamberlain. Per Cristo non era germanico. tutte che abbia qual punto Cristo è probabilmente un ariano mento da hanno ricoperto 1' schere contradittorie di cui Propone perfetta. di idealismo un tempo religiosa ad — — creatrice non noi germani, se noi non possediamo più di Cham- Se, dice « si la proforza necessaria per trarre dalle parole e dall'aspetto del Figlio dell' Uomo crocifisso, una religione completa, vi- vente, adattata al nostro carattere, alle nostre disposizioni, allo stato attuale della nostra immediatamante convincente, trice, presente, tuttavia così plasticamente coltura di : una religione così una bellezza così fascina- mobile, eternamente vera e nuova che noi dovremmo abbandonarci ad essa senza resistenza, come l'amata fra le braccia dell'a- mante, senza parole, senza esitazione, col cuore pieno di

H entusiasmo una religione perfettamente modellata : ma ben dotata, impadronirci facile alla noi di sino in fondo modo che mondo delle della l'animo alle mondo Natura col ecciterà più arti del Chamberlain, secondo mette, fortificarci sono dunque elementi essenChamberlain. — Per mezzo dell'Arte eccitarle ? di mancheremo a questo conquista del mondo. » Le germanico cristismo del ziali capaci noi se semi-estasi della renderci nobilitarci e di stessi, di anima, all' da caduta) compito, falliremo anche nella sensazioni sulla germanica particolare (che noi sappiamo nostra essenza questo rapidamente e d'oro comunicazione in dello Spirito. intuizioni mistiche dei In qual filo — E il quale profondamente più cristismo germanico ? La musica. Wagner è il cantore del nuovo Verbo. Senza Wagner, Chamberlain non avrebbe voluto vivere e certo non avrebbe potuto produrre. Per Chamberlain l'arte di Wagner è religiosa. dell' Inconoscibile genere, lettera è il ». È una « Senza la rivelazione istantanea e vivente musica dunque o l'Arte in Cristismo germanico di Chamberlain rimarrebbe morta. impossibile condurre al E senza l'aiuto vincere trionfo le in noi qualità questa di nuova religione avanzi gli del caos, germane che attendono per di essere risvegliate. Come tutte le opere paradossali anche quella del berlain è irta di contraddizioni. nella stessa pagina. Egli mente — colla stessa nico e indulgente. Per cologico <> Qualche volta flagella mani), il e carezza lì a volta a criterio del s' — Cham- incontrano indifferente- volta è tiran- riconoscimento psi- delle affinità elettive- ch'egli introduce nella sua cezione del g< esclusivismi che

— condannavano a vegetare civiltà non i mano fuori Chiunque ariani. — dunque ché facciano professione parte tutti della grande futura coloro che dietro gono pencoli i di mostra anche si sia prova Ger- il suo africani gli albero — purfar germanica. Ciò consoli civitas pangermanismo teorici del ai e fede germanica, potranno conquista della luminosa della dell'orbita si germano qualunque coi suoi atti, e genealogico. Tutti — 16 guerriera scor- ò della e guente schiavitù personale. Ludwig Woltmann ha ripreso il motivo di Chambcrpur non arrecandovi molte variazioni. Egli, del re visse troppo brevemente per darci il « sistema » completo qual'è nei gusti dei pensatori tedeschi. Mori annelain gato nel Terreno al principio del movimento. AncrTegli Marx è revisionista. influenza di Bernstein, di svecchiare Marx. la — politica per passare — Non della la Rinascenza ra^~a germanica ambiente e eli tradizione. furono tedeschi. loro I Alighieri ; Wilbert Wetzel ; ; Santi partecipa italiana è Anche per Wolt- una tappa intellettuale sottomessa a certe influente locali grandi I italiani e nomi tradiscono è Aigler è Sandt Tasso è Tasse ; al col abbandona riesce e ci co- grazie all'influenza di Nietzsche Così Donatello Bardi viene da Barth Jotte e Tenta, insieme sotto le bandiere dell' imperialismo. mann, Woltmann 1907. mincia socialista sotto 1' ; ; Bruno Vinci è è Buonarroti ; le origini Giotto è Braun Winke è ; ; ili dell'epoca latini germane. il tedesco Ghiberti è Vecellio è Bohnrodt. E gli spagnuoli Velasquez e Murili o furono Velalrisch e Moerl. La storpiatura di questi tificiosità nomi è così evidente nella sua ar- che non v'è bisogno di perder tempo a confutare.

Per puramente - 7 Woltmann Salière « il i un germanista nel senso fu un onanista, un profeta filosofico della parola, mistico dei destini della razza bionda dispersa globo sul non veramente un pangermanista nel senso atpolitico della parola ». Tanto poco pangermani- intiero e tuale e sta in quest'ultimo significato che prima di finire così tra- gicamente missione dubitava « della la vita — della razza tedesca. Io dubito diceva dello spirito tedesco e quella della la dell'anima più caratteristica della razza bionda — civilizzatrice che germanica forma la prussiana politica degna e la più ». Vero pangermanista senso nel della parola è l'austriaco L. e politico Reimer. Egli pericoloso come gran germanico d'adozione dei pangermanisti austriaci è dito spirituale degli Hohenzollern. timo del Gobineau, di mann. Per Reimer a differenza di Il Chambcrlain, Reimer di parte e sud- è figlio legit- Lapouge, Gobineau di Wolt- Cham- e di non è il semitismo o la latinità il nemico germanesimo, ma è il germano l'unico nemico del berlain, mano e sia l'egemonia del globo si essere e della loro origine. Per il ger- è disputata da quindici germaniche non sempre conscie secoli fra potenze del Reimer tanto del loro nella prima quanto nella seconda epopea napoleonica è l'anima germanica che sotto l'etichetta francese tenta realizzare il suo sogno: l'impero universale. La nazione che più racchiude in se di pirlo, elementi germanici, malgrado la la resistenza brachicefalo attuale e passiva il Reimer « ri considerato dal punto di com- dell'alpino D'accordo col chiavi. Woltmann anche operaio Prussia, è destinata a attiva il vista movimento antropolo-

— non gico è che lo sforzo riore o germanica verso la sto combatte si della È libertà. 89 classe germanismo certo se — tedesco : l'altro que- : razza e fra rivoluzionari i del- S. Just, Robespierre, Non mongoloidi. dei brachicefali la proletariato il potere e il rivoluzione. la Reimer stima che Il — come dell'oggi al non erano avrebbero fatto possibile operaia verso fra classe e classe appartengono Siéyès d'ascenzione della cotiche supe- un'altra faccia dell' imperialismo razza. I rivoluzionari l' - i8 non rinuncerà non rivoluzione operaia — all' in sarà — modo particolar il internazionalismo universale, pericolosa eredità dell'ideale cattolico che abbraccia anche le bianchi neri, dalla — così difendono dalla concorrenza dei si concorrenza dei brachicefali Proletari di tutti : — i Proletari germani Solo così sarà possibile élites che alpini. paesi unitevi la ! dei garantiti : è necessario sosti- di tutti paesi, unitevi i Il ! concetto delle Pareto ha introdotto nella sua sociologia per il la successione delle diverse nomico e politico delle classi al germanica del potere eco- società, quel concetto fa comparsa nell'antropologia pangermanista della o Al motto marxista — rivoluzione. spiegare élite ope- gli gialli germani dolicocefali devono essere i tuire questo proletariato arriverà al del la sua Reimer. La sommo grado piramide sociale, purché sappia scindersi dalla massa caotica e sappia vada liberandosi verità. e Come razze inferiori corruttrici delle superiori. rai Non compagni. ci respingerla. dell' Che il proletariato pare che gran parte vi abbiano Ma è socialisti tedeschi è tedesco internazionalismo vecchia maniera è un fatto che ben diverso l' dall' il Reimer internazionalismo dei internazionalismo dei

— socialisti latini, specie gli tutti francesi. I socialisti tedeschi, vogliono una Germania cittadini altri non solo guerrita, capace di vincere ma in Germania che in Germania tissimo castello il forte, ag- sciovinismo è malattia più Questa malattia ha in Francia. : esempio recen- Mayer bavarese nel Trentino per di Pergine. Mayer e la sua banda ma furono respinti a sassate, uno come nelle lotte industriali, delle esplosioni sintomatiche discesa del la conquistarvi in Lo anche in una guerra. diffusa — 19 il — castello di Pergine sito dei luoghi più panoramicamente deliziosi della Val- sugana, oggi comperato è tedesco, perchè dall' italiano Y hanno pangermanisti i vescovo di Trento — e media- uno dei membri più influenti Lega Nazionale che come tutti sanno ha lo scopo tore del contratto è stato della di serbare intatta 1' linguistica e territoriale italianità dei paesi italiani sottomessi all'Austria. Secondo v'essere la il Reimer programma conquista pacifica germanici, annettendo settentrionale, della alla Germania (la e prevalente. Germania coloniale) è è il territori dell' Italia nord dove l'elemento ger- Questo sogno di conquista europea venuta troppo tardi per crearsi un impero sogno che scalda che comitati pangermanisti gioventù i de- meno Francia orientale, dell'Austria tedesca e di tutte le piccole nazioni del manico pangermanismo dei o violenta dei paesi accademica hanno la reclutano gioventù tante già pubblicato tedesca. forze e tra I la abbondan- temente diffuso una carta geografica raffigurante Y Europa verso sco. il Le 1950. Tutto picce' il centro d'Europa è divenuto tede- nazioni che oggi inquadrano la sono scomparse inghiottite dall' impero. Germania U Italia ha ri-

— dotto suoi i confini non carta geografica a Udine. Trieste È Germania possedesse Trieste, mediabilmente minata razza bionda con preservarla da ibridismi che turbandone E mediterranea tali indicano anche essi ; la irri- e tedesco. fortilizio basta ai pangermanisti indicare ideali della vedrebbe Inghilterra egemonia ita- Se domani a Trieste. l' sua la Malta diventerebbe forse un Nò Assai mai diventare politicamente Germania che tende la Questa tedesca. è è un'anticipazione alla Wells. difficilmente Trieste potrà liana. — 20 i mezzi onde ne com- la purità, Reimer prende mete piani le Lapouge metodo della selezione artificiale tanto negativa quanto positiva. La civitas germanica avrebbe divisioni rìgidamente prometterebbero destini. i il — il come castali dal nelle società d'oriente. In alto ci sarebbe gruppo dei germani puri che dirigerebbero politicamente spiritualmente lerati alla — la società — in basso sterilità e alla al — mezzo in piedistallo morte. Il — i i semi-germani non-germani, brachicefalo alpino diritti e senza avvenire. germanica quale germanismo, il ci dott. i quadro soma, della società Reimer. Pangermanismo Il È una il tol- spinti vien prospettato dal Bellamy del pan- Il in tutti Tale e sarebbe adibito ai lavori più pesanti e malsani, vera bestia da senza il pratico. Deutscher Schulverein. potentissima associazione che ha ramificazioni paesi tanto europei quanto transoceanici. Lavora con una tenacia teutonica. In quattro anni ha raddoppiato il numero dei soci e dei gruppi ed ha portato a più di

— un milione — Da una ordinarie della società. entrate le 21 lazione presentata all'assemblea annuale di Berlino che re- risulta sovvenzioni in denaro pervenute in Austria nel 1908 le raggiunsero P importo marchi 92.000 pari a 108.000 di corone austriache, dei quali circa 50.000 vennero devoluti per sostenere Slesia, via, sud. il ministro si dell' contro associazione è movimento aggressivo degli il ita- gli Stato Hertig che vuole agguerrire di pan- il che slavi, estende dalla Russia sino all' Austria congiungendosi poi col- Y irredentismo sti contro guerra la Presidente Il Mora- czechi in Boemia, gli 42.000 per altri liani e gli slavi del germanismo contro lotta la gli italiano e coli' Alli ance fraucaise ì composta que- ultima, a detta del Ministro, unicamente da ebrei. L'ultimo congresso dell'associazione è stato Graz. Vi erano rappresentati con 140.000 soci gruppe) ; gli introiti ordinari nell'anno 1908 a corone 801.894 con un rone 170.000 in confronto del 1907 troito straordinario di contributi e sciti gestione 1908 tenne 1000 424 nuovi infantili. colla lire Lo e di co- un in- fondatori. Nell'anno la- di 1.115.673 e congresso adunanze. Dall'ultimo gruppi. aumento fu inoltre vi Schulverein incassò corone ha fondato Schulverein possiede attualmente 65 scolastici, edifìci lioni lo ; ascesero corone 300,000 proveniente da nuovi soci di tenuto a 1.800 gruppi locali (Orts- lini d'infanzia e sussidia 101 Questa società ha speso a tutto il 1007 12 asili mi- 907.21} corone per iscopi sociali. Qua! differenza Dante Alighieri che nel luglio aveva nostra 268.542 d'entrata, 230 comitati erogato in vent'anni Lo //;/ milione di e lire per scopi sociali Schulverein possiede in Val d'Adige gli asili ! infan-

— tili di Giacomo, Laives S. Bronzolo, mantiene due un struire e Cortina, sussidia tedesche classi tedesco asilo — 22 Rovere a la statistica ufficiale gli schi 5. Ha assegnato un sussidio alla locali è spesso per tedeschi accordano pensando a tutti se- tede- i direzione di questi gruppi di elementi italiani. alle facilitazioni materiali quegli madre sposti a rinnegare la loro e scuola dei Pochi presso gran parte composta Si spiega questo fatto i la Luna dove sono 878 italiani di quelli Laghetti, fa co- della condo Salorno. Nella zona bilingue ai italiani che che siano di- lingua. La Sud-Mark. Questa società pangermanista conta 165.000 soci colti in circa a 700 gruppi. Nel 1908 le sue entrate sommarono corone 433.408 (50.000 in più dell'anno precedente). Un rapporto di sull' attività questa associazione tradotto con molto senso d'opportunità Lega No* in italiano dalla programma, i mezzi e i risultati Anche la Sud-Mark ha per iscopo di estendere del pangermanismo. Il suo grido di battaglia è Rionale, ci dà il ottenuti. germani merciale, e confini i Levatevi : movete verso al Sud. Essa chiama emporio com- tedesco il porto di Trieste e consiglia : tedesco, non perdere di vista la tua mèta, l'Adriatico La Sud-Mark svolge mico. i rac- Compra la sua attività nel Popolo ! campo econo- dei poderi al confine linguistico, ne espelle contadini italiani e li sostituisce con famiglie tedesche. Nel 1908 ha speso all'uopo 40.000 corone comperando 5 poderi dell'estensione di 800 iugeri. Comperare gran parte di quella terra italica che un relatore della Sud-Mark chiama

- 23 tedeschi terra d'oro e trapiantarvi della società. Però, questo terna sui generis, - i processo non ha dato contadino tedesco o non programma il colom^ra^ione in- di finora grandi risultati. abitua si nuove culture o abituandosi alle ecco : nuova dimora alla Il e prendere co- finisce per stumi e lingua della popolazione che lo ospita. La Sud-Mark ha fatto, ma campagna onde ottenere che i l'Alto Adige, o 80.000 se vi delle grandi vallate di Come Trentino il coli' Italia. vede, questa società trascura si E però mettono Rom onde anche in guardia i i cattolici tede- cattolici sia tedeschi da una immigrazione di contadini protestanti. tratta della solidarietà professionale gue ne parlano una sola i cattolici tutti colori e pello col fine In recenti. le motto germanico) esso appello Al delle Tirolo alla s' due si lin- Volksbund. ai di politiche lanciarono un ap- Tirolesi da Kufsteiu (con- Beruer Chiuse (chiusa invitavano ami-ita- 1905, 68 tirolesi principio del gradazioni // italiani Quando origini di questa associazione prettamente sono i che ! Il Le scola- l'attività suoi progressi sono scarsi. Si sospetta che i essa aderisca al Los von liana abitanti gli quali le carat- comunicazioni che allacciano tutte le più spesso e rapidamente schi Nou nelle ufficiale austriaco Sud-Mark combatte stica. e di vanno attenuandosi) non vengano nel cencomputati fra gli italiani. La teristiche ladine simento aggiungono si Fiemme una intensa finora invano, cosidetti ladini (15.000 nel- tutti i tirolesi di Verona). fedeli alla

-i 4 Provincia all'Impero a costituire e Tiroler Volksbund allo il scopo di coltivare fino al sacrificio la devoniane alla pr come pure al retaggio nazionale eia foggie maniere, in leggi e diritti. e lingua in Il costumi, in e maggio 5 1905 si riunirono a Sterzing nell'albergo Stòltcr 130 rappresentanti quasi tutti tedeschi. Presiede Dante Può un poeta è dirsi il chi individui dott. il Rohmeder fondatore nome dui Rohmeder germanica d' origine : per maggio 1906, tro zona nella gruppi erano i quale Aliger. dell'Associazione. Parec- italiano aderirono. All' inizio del 1906 esistevano già 28 gruppi. Dopo un anno 6 il Durant saliti e cioè al 61 dei quali quat- a seconda riunione italiana unilingue. Nella a Bressanone si numeravano 1907 15 e 127 gruppi con un numero di soci variante fra 20 mila. I mezzi finanziari dell'associazione crebbero da annuale tenutasi del i 3000 corone a introitate alla line del 55000 corone incassate disti si estendono su l'Oriente, a gruppi — in Bruck, a anche la 1907. altri in divisi cresce numero L'Associazione a sorti a statistiche che attualmente Monaco, che abil Volk- 182 gruppi. Nel 1908 in gruppi 120. Basta confrontare que- dedurre che è fittizio. Difatti il i fino sono al- Boemia, nel Salisburghese, Norimberga. Dalle ultime soci erano 26.000 e Kufstein Germania, precisamente in sbund conta 20.000 soci nuisce gruppi dei volksbun- austriache provincie risulta ste cifre per I provincia da Hochlilzen biamo potuto esaminare i secondo semestre 1905 all'occidente, da altre 2 a Vienna, nella Stiria e a tutta Tannheim Luserna. Anche nel i l' il ingrossamento del Volksbund numero dei gruppi, ma dimi- dei soci. ha per scopo di opporsi all' italianità

sia linguistica che economica e politica del Trentino e di mezzo ostacolare con ogni lemento italiano nelle centinaia di discorsi la giusta idea che i e ladini ladine. Difatti ha diffuso nelle valli col fatto che fanno meglio altre società da pangermaniste individualmente rito e Lan% fatte in Livinallongo, dispiega il anche nel campo più Così d' accordo te- colle volksbundisti hanno favo- i di alberi offerte natale, sovvenzionato per mandati libri Volksbund difficile so- monumento a Caterina il la provvista di suppellettili scolastiche. scolastico tutta la sua attività e dai pacifici ai violenti collettivamente ladini benemeriti colpiti disgrafie, provveduto cietà di veterani, italiani. ladini unendosi coi i loro interesse. il nel- E non sono — per dimostrare dell'e- legge di articoli di giornali il Volksbund ha concentrato non ha trascurato alcun mezzo deschi si 1908 che V'Associamoli del ladine — avanzata irresistibile l' valli Volksbund l'Almanacco del con - 4S denari per scolastici e Ma non la sua dell'attività campo solo nel bensì attività, sociale. La Bo- deuschul-frage (questione del possesso fondiario) preoccupa il Volksbund che avrebbe deciso, per impedire l'avanzata ove occorra, una degli italiani in Valdadige, di assumere, parte nel pagamento delle imposte prediali con operazioni bund sta ipotecarie. scritto : Perchè e di fornire prestiti Neil' ultima relazione del Volkssi sperperano denari in scuole e fabbriche nei paesi trentini? Limitiamoci alla difesa del suolo nella Valdadige e sopratutto nei dintorni di Bolzano. Che- conta piantar scuole tedesche nei villaggi italiani del Trentino, quando C'è gli italiani in quelle avanzano continuamente domande un'aperta potenza e d'insuccesso. Eppure lungo l'Adige confessione l'associazione si (T ? im- muove.

Per mette in vendita far denari strate, francobolli per la Sono queste matite. il — iG zolfanelli, cartoline entrate straordinarie che alimentano patrimonio della società. Difatti trate annue, solo illu- cassa di resistenza, distintivi, pipe, 76.000 corone d'en- di 18.000 sono date dalle tasse La sociali. fondazione di gruppi piccoli o minimi che siano è inces- Recentissimamente un gruppo è stato sante. Trento, immune sino a ieri volksbundisti specie quelli italiani di violenti, aggressivi e le materia loro nome Volksbnnd comincia a suscitare sospetti e il famoso — Monaco troppo sono bavaresi e prussiani squilibrato il megalomane e che nelle riunioni tricolore germanico. prof. tra gli altri Edgard Mayer volksbundiste Il suoi cul- i — Volksbund si trentini nel loro Il sentimento di fra tutte le Questa società pangermanista dà la sua particolare gruppi ed ebbe nel 1907 Fu fondata feri nazionalità. Deutscher Allgemeiner Schulverein. specie al Deutscher Scìmlvcveiu, tino di ostenta associazioni pangermaniste è quella che più urta e i il diffidenze le delle alte sfere ufficiali austriache. Si nota che tori più accaniti I sono e di stirpe tribunali. Tuttavia ai i a danno molto spesso gesta cronache e lavoro alle fondato di contagio volksbundista. nel 1881. ma non azione. Essa un'entrata mano alle altre, fa sentire nel Tren- la conta di tuttavia 265.559 300 marchi.

27 La difesa italiana. La Lega Nazionale. Riccardo Pitteri il gli scopi e l'essenza sempre come salire, e noto letterato triestino così definisce della Lega Nazionale. La L. N. sempre salita, deve amici nell'affetto degli e nel rispetto di tutti, Steno negligenti o avversari, perocché essa, moderata respinge non non giusta, e usurpa, non combatte per un ; ombra addensa : morte ! aggredisce, per un diritto francherà grido il Essa non ; ma sulla luce della sua non ha nei suoi entusiasmi che tanti altri urlano conserva interesse, di ; serena, evviva, mentre ordinata a legge di virtù è con legge di gentile^a, perche nelle aiuole paterne serba, educa, diffonde i fiori soavi del dolce idioma, che negli itali giardini son nati, dalla primula selvatica di Ciullo al lauro immortale di Giosuè..,. Voi sentite in questa definizione il poeta. Esaminiamo senza immagini vaghe le origini di questa associazione, gli scopi che che ha, si propone, timi rapporti si che svolge, il carattere compone. In uno degli ul- l'attività elementi di cui gli Lega Nazionale della narrati gli esordi della (Zippel, 1909) sono medesima. Profittando legge della 1869, che coll'ordinanza esecutiva 1870 imponeva l'istruzione obbligatoria, ammettendo scolastica austriaca del del che questa dovesse fondare sulla lingua materna, si i pan- germanisti desiderosi d' impadronirsi delle scuole trentine, pensarono opera di dello cominciare Schulverein tedesche nei comuni 4 comuni dell'alta dalle isole od austriaco vennero oasi, onde per fondate scuole Trodena, Anterivo, Luserna, nei Aunania e fra Mocheni, dove la popòdi i

— lazione si lasciava ai Ma la legge del 1869 gran carico delle scuole quasi esclusivamente poteva considerare bilingue. il comuni, onde sto, — 28 i mole- suddetti per liberarsi dall'onere ben volentieri affidarono a quella società manteni- il non conoscevano l' importanza, sentendone soltanto il peso. Anche a S. Sebastiano di Folgaria sorse una scuola tedesca. Contemporaneamente almento l' della scuola di cui istituzione schi di queste scuole intraprese nei fogli tede- s' una violenta campagna giornalistica germa- diretta a nizzare o a permettere la « germanizzazione del Trentino ». La minaccia svegliò i troppo forse vampata d'entusiasmo scaldò Sotto l' impulso del mesi 6000 trentini vi la Rovereto Sartorelli di inscritti, raccolti in del litorale. gì' italiani 45 gruppi. Nel Imperiale Luogotenenza di Trento approvava della nuova associazione senti anche veniva a delegati di i Rovereto Grande entusiasmo pratico come la e 1 — primi solennemente società. la tempi e qualche risultato soppressione della scuola tedesca di San Sebastiano e l'apertura di una italiana a Luserna. il governo, società. Il pre- gruppi della regione adriatica inaugurata nei 1 statuti gli 28 novembre 1886 il 5 Una trentini. Pro-Patria ebbe vita. In pochi la erano associarono si pacifici animi da Salorno ad Ala. Augusto dott. e di altri preclari cittadini Ai trentini gli sempre sospettoso e decreto porta la data reazionario, io luglio Ma sciolse poi la Imme- 1890. diatamente un gruppo di cittadini di Trieste ricostituì l'Associazione col titolo di Lega Nazionale. bita dal Ministero dell' Interno, fu tollerata e permessa. cominciò col ma Nel Trentino riaprire la scuola di Fu dapprima proi- poi dopo molte vicende la Lega Nazionale Luserna dandole il nome

Pasquale Villari. Poi rivolse di sua attività la minacciato dai pangermanizzatori corone furono raccolte per fondare un mila Dieci Lega Nazionale in Fassa e sorse della Campiteli o d' infanzia asilo professionali in molte minori altre non Vàdena bilingue ai nord di Salorno struzione Venne poi Canazeo e scuole a un di a asilo serali località. che l'istituzione e Rovere stata Luna centro famoso della un schi e intolleranti è sorto è fatto a S. Michele, a gio della l'attività limitrofo funziona una derevoli. il Ma bilin- Lega Nazionale. Lo italiano. A (1909). anche in questa zona si villaglotta è Lavarone e Fol- di volksbundismo ha già stesso La A mane- Faedo scuola di cucito. più violenta e difficile nell'altopiano garia dove una di di volksbundisti asilo Grumo co- la scuola italiana a Piclòn. Al confine sud della zona gue più viva è e zona Nella possibile fu asilo 1901 a nel infatti centro ecclesiastico della valle ». « un istituito punto più al ladina valle di Fassa. la : progressi consi- fatto sorgono asili italiani (Folgaria, S. Sebastiano) scuole serali italiane (Carbonone, Mezomonte, Novcllari, Serrada) e scuole cucito. Nelle valli del professionali di Leno (Terragnolo e Vallarsa) pure si dispiega alacre l'attività della Lega Nazionale. ci sono due devono infantili asili sottrarre i figli l altri i d' impiegati e Così nel campo scolastico al ( Nella ai — io valle scuole diverse luoghi minacciati corre porto presentato e S. A Trento Marco che governo per poche dal ufiìciali. Nazionale sussidia Martino degli italiani all'asilo e alle scuole austro-tedesche mantenute tinaia S. : ripari la di serali. cen- Pergine la Anche in Lega Nazionale. stando all'ultimissimo rapdi Gorizia — jo maggio

- — 19 io la Sezione 864 bambini — — 11 79 ragazzi e ragazze 15 nella scuole - Trentina della Lega Nazionale man- tiene 9 scuole e 9 asili circa 30 4 scuole 4 sussidia provvede cui di di nelle scuole 85 con asili istruzione all' oltre popolari, scuola per analfabeti di S. Sebastiano, 54 nelle 232 nelle professionali diurne, 793 nelle serali, scuole di cucito. La Lega Nazionale ha provveduto molto saggiamente all'istituzione di biblioteche circolanti. Ne esistono ora 67 provviste di oltre 10.000 volumi, e 19 piccole biblioteche scolastiche, 7 per biblioteche vivono 25.000 italiani). Altre iniziative della Lega che ha comitati maschili e femminili riviste, circoli cattoli a di lettura, bimbi italiani Voralberg (qui nel adulti sono 1' invio di giornali e distribuzione la di vesti e gio- nella ricorrenza del Natale, la or- ganizzazione di conferenze, il sussidio a otto fra maestri e maestre frequentanti L'università estiva di Firenze. Il patrimonio della Sezione Tridentina della Lega Na- zionale è dato da private obblazioni di soci, dalla ven- dita di fiammiferi, dalla vendita dei propri francobolli (3 milioni nel primo anno) dalla vendita di cartoline illustrate, dal ricavato di feste sociali. Attualmente i comitati o gruppi della Sezione Triden- Lega Nazionale sono 78 con 11.046 entrate furono di corone 41.071 nel 1908 di tina della soci. Le corone 38.494 nel 1909. Il patrimonio netto che nel 1908 era di corone 130.430 salì nel 1909 a corone 145.550. La Lega Nazionale difende l' italianità linguistica, ma non fa assolutamente pericolo per il « nesso opera dell' politica. impero » . Non costituisce Alle cerimonie un della

— 3i - Lega Nazionale sventola qualche volta il vessillo giallo e nero dell' Austria. Ciò significa che la Lega Nazionale vuol È porsi al riparo delle leggi austriache. forse questa osten- tazione di sudditanza all'Austria una tattica accorta per evitare La Lega Nacampo scolastico. sospetti e le persecuzioni dell'Autorità. i zionale opera quasi esclusivamente nel Terreni non ne compra, neppure quando le riva del la^o di Il tratta di salvare si Ormai terre trentine dagli acquirenti tedeschi. vicino Castello di Pergine fu venduto Vescovo Trento di * ai volksbundisti dal e qual mediatore nel contratto funse un Consigliere della Lega Nazionale. Altri bero per dimostrare che fra certi citarsi non Nazionale e anche dei maggiori Tutto sommato poli di coerenza. Lega Nazionale della tutta la Caldonazzo è nelle mani dei volksbundisti. troppo sia si della Lega conoscono scru- sembra che ci legale » « casi potreb- soci e l'azione informata qualche volta a criteri opportunistici. Quali elementi compongono nobiltà è assente. Molti nobili la Lega Nazionale del Trentino furono feroci persecutori dei patriotti italiani neto — d'italianità. II sono 2 i più deli nemici di più Lombardo-Ve- nel un sanatorio, Nel Trentino i non di al vendere il cercato di scusarsi di- castello a Volksbund. sul serio la ogni manifestazione sia industriale, terriera Vescovo Celestino Endrìzzi ha poi nessuno ha preso * fieri La grande borghesia — chiarando ch'egli credeva trice di i La oggi occupano alte cariche nella burocrazia e nel- l'esercito e 1 ? Ma all' una società fonda- troppo tardiva giustificazione. più arrabbiati sequestromani sono appunto Procuratori di Stato che rispondono agli italianissimi quillini, Tessadri, Angelini. dei suoi fe- infuori L'unico nomi personaggio che a di i Tran- differenza

— — o commerciale 32 dà qualche — membro Lega Nazio- alla qualche sussidio e molte platoniche adesioni. nale, tadini sono austriacanti. Talvolta scendendo nelle late trentine offendono gli città, cantano inni gridano Viva l'Austria italiani, dato nei tempi passati qualche milite Oggi non più. Il vedremo meglio esaminando l'opera e teriale e morale all'Austria. indifferente. Il Il clero ha clero trentino, e lo programma il dei soggezione ma- non predica Non la aiuta, né danneggia grosso dell'associazione, anzi maggioranza, è formata dalle Il ! proletariato delle città trentini, aderisce alla Lega Nazionale. val- antiitaliani, dell' italianità sia lin- guistica che politica. diversi partiti politici con- I coscritti di certe i classi medie è stragrande la — : com- piccoli mercianti, agenti, maestri, artigiani, professionisti in genere. Istituzioni che sussidiano linguistica — l'opera della primarie o popolari. — ziamento in bilancio per l' campo dell' italianità Lega Nazionale sono Comune Il nel di le scuole Trento da uno stan- istruzione di 50.000 corone è giunto a 200.000 corone. Altri comuni hanno seguito l'e- sempio. Le numerose società Pro Cultura giovano a mantenere l' linguistica. italianità sono da un triennio il miglioramento degli ufficiali e società Pro-Cultura che federazione lavorano per delle condizioni intellettuali del Trentino. soldati, potò impiccagione di Oberdank un Le riunite in — assistere impassibile trentino, ispettore di polizia a Trieste. Ci angosciante alla durata ben sette minuti — fu proprio sono state e ci sono naturalmente delle eccezioni. La famiglia stessa del Tranquillini ha tradizioni garibaldine. Ma è certo che l'Austria conta italiani molti, troppi funzionari devotissimi ratore ! all' Impero anche e all' tra gli Impe-

— La principale Conta oggi ha sede a Trento e fu fondata nel 1900. 600 circa soci ed ha un'entrata rone 6000 delle quali 3000 da vengono le 300 operai maschi e femmine. un'ampia ed elegante sala di lettura sito in Via Belenzani dispone diani e di ben 1 1 5 una trentina di La riviste. derna iniziata nel 1907 conta Circolo Cultura Filologico vive rivista, è di economico, Trento persone. il corsi po- Gabinetto di un palazzo Il di in di giornali quoti- Mo- 400 volumi. Anche il non ingloriosa. La Pro- già vita pubblicazione bimestrale Trentino sotto l'aspetto storico, sociale. Il è frequentato da Ad i Biblioteca di Cultura una splendida intasa ad illustrare terario, di di co- anno una frequenza polari che raggiunsero dopo qualche media annua dal Municipio e Nel 1906 fondò istituzioni cittadine. altre — 33 iniziativa della una media settimanale Pro-Cultura tobre all'aprile numerose conferenze — iezioni ed esperimenti let- gabinetto della Pro-Cultura tengono si — talvolta frequentate da molto di 800 dall'ot- con propubblico. Quest'anno ne vennero tenute 22 con una frequenza complessiva di 4820 persone. La Pro-Cultura organizza anche monumenti della città e del contado, delle delle visite ai gite d'istruzione. mesi Di quest'ultime, 12 ebbero luogo della scorsa La Pro-Cultura abbastanza estate e vi parteciparono di nei tre 950 persone. Rovereto ha una biblioteca popolare fornita e consultata. Nel volumi 1909 furono romanzi dati a no- prestito il. 321 velle. Gabinetto di lettura annesso alla Biblioteca conta 40 nua 15 Il fra dei quali 9187 di giornali e riviste ed ha una frequenza e media an- 6540 persone. Nello scorso inverno furono tenute conferenze frequentate da 2330 persone. Le Società di

— - 34 Pro-Cultura ài Mezolombardo, di Cles, non dispongono zioni e molti mezzi, di che conferenze ma Società Pro-Cultura di cui l'azione Così dicasi del Trentino. ebdomadari. Fra ed riviste le esplica si Vita Trentina, governo Il Rionale. giornali e quotidiani dei mentano special menzione Pro-Cultura, la tollera l'esistenza e l'attività della sogno Il nella burocrazia della austriaca Lega lingua, nei costumi, ma nazionali Lega Nazionale cratico. la I e a porre i oggi più vivi fare nel Onde fatto a Gorizia. es. soliti si limita a tollerare Dante giornali, ci si batte per le insegne dei negozi, anche sulle denominazione guerra che non : Tambosi, ma è. confini, le arriva valichi di come vite le fervore della lotta il e delle umane, Alpi battaglia e il cime. Questa ma è continua, guerre fra eserciti piccola rivalità di trentini la grande, che vuol varcare dei fa strage esasperante, passionata schi irredentista sussi- e stato di conflitto. Si polemizza sui eccelse guglie delle Dolomiti il la Fra queste società v'ò quindi Alighieri. permanente cagione dice un inciampi d'ordine buro- Lega Nazionale come un'associazione la di Trentino, ciò che pangermanisti però non disarmano e dipingono diata dalla per nella questo sogno cade di fronte antagonismi tempo. L'Austria non potrebbe ha per un sarebbe impero tedesco, esclusivamente tedesco, nel comando, insopprimibili la Mii S. il anche linguistica ita- l'unità Tridentum, V Archivio dell'Alto Adige, la le- sono abbastanza frequentate. Le zona bilingue servono a conservare liana Riva, di Lavis di organizzano però setolare tra romanesimo che e il non ; tirolesi e, tede- germanismo difende, gli aviti

~ 35 * * * Quali saranno Chi sarà massima vinto il alla fine questa di risultati i Quale lingua ? giobertiana, quale nazione scomparirci Per rispondere guerra secondo quindi, e ? la ? angosciose domande, bisogna a queste dal presente figgere gli occhi nel futuro. Niente però tirate profetiche gli trarremo invece una conclusione probabile da- : attuali elementi di Non siamo nò Non siamo troppo fatto. troppo ottimisti, ne troppo pessimisti. ottimisti, perchè, se veramente intedescare questa dannata e pur pessimisti e cioè trale il Trentino il non assurda crediamo che governo, conserverà pessimisti che vedono della penetrazione avvenga per gli Ora Trentino non il linguistica. nel Trentino. Slavi tedesca si — dalle Alpi al Litorale trova la nazionalità nella e lo slavo. Il temibili Trentino e solo Trieste è dal punto di vista linguistico il Trentino tutti — i alle si mura bito lo slavo di — nord; Trieste Trento il muore è il : vi tedesco tedeschi. dai dal isolata appoggia a territorio italiano e punti, eccettuato difendersi da pericolosi minacciato è ita- situazione tra- gica di Trieste. Questa città deve anzitutto due nemici egualmente I successi credono che lo stesso slava a Trieste schiaccerebbero e sopprimerebbero liana. tolta Trentino, rimanendo neusua italianità la da una parte e tedeschi dall'altra — ipotesi Ma — noi non siamo innegabili e incessanti penetrazione la il volesse l'Austria riuscirebbe. ci mare, confina da Trieste è cinta dagli slavi 1' di lesa italiano e e protetta comincia su- nord da al

- - 36 trenta e più chilometri di zona unilingue e, dopo, da tutta una vastissima zona bilingue che manda propaggini sino — Trieste, grande città — austro-ungarica sue estreme le falde del Brennero. alle unico porto della ha suscitato gli monarchia appetiti delle limitrofe popolazioni barbare che conquistando Trieste conquistare il benessere e ricchezza. la è divenuta quindi a Trieste lotta Trento piccola tica. non può città La economica di artigiani e competizioni feroci le dì e lotta poli- commercianti di suscitare le cupidigie delle orde possibili quindi pensano lotta linguistica Im- teutoniche. economiche po- e che travagliano e dividono Trieste. litiche Ma linguistica l'italianità tività della dalla massa gono al nord del Sono sopprimono i (igni dall'at- inconsciamente riservata 1 lavoratrice. e Trentino più che contadini italiani che si spin- residuo tedesco. Trento che all'epoca del Concilio aveva una fortissima colonia di artigiani e mereiai tedeschi, oggi impiegati governativi. 1 Non deve però civiltà nel Trentino al Tridentnm, fascicolo della nuova chiesa un omaggio stato come vanno atìermando di S. II, 1908) ammette che d'Ahmagur o istanze che contro i i ». i e e l'i- panger- (estratto dalla la di in ri- struttura gotica IV possa essere allora prevalente e omogenea conferenza Pietro ordinata da Giovanni all'elemento tedesco della città, che si accoglieva ai piedi del castello « Porta sua declinare del medio-evo » vista ufficiali 1500 fosse più tedesca che italiana. Certo, Giuseppe Zippcl nella sia oggi. che tedesca era più numerosa ed a quell'epoca, la colonia non il non ha L'elemento tedesco retrocede credersi, manisti, che Trento verso quel che 1 in quella parte vicinatila Dai documenti dell'epoca e cioè « dai della gravami tedeschi abitatori di Trento presentavano al vescovo Consoli, nello intento di ottenere riforme dello Statuto favo-

- — 37 taliano avanza. Nelle vallate ladine il zazione continua irresistibile, anche minacciate. dovendo preoccupare. Nelle mibili pur germanisti « mancanza Un legge si dell' 1906 dice che questa di infatti il germanismo ineguale, lotta se approssimativamente I Vescovo che in realtà della popolazione». il Ora fio- mate- e germanica nell'amministrazione le doglianze dei tedeschi » è proporzioni delle due stirpi tedeschi dichiaravano « di essere quasi la quarta parte della popolazione » al moralmente non accorrono nel complesso della popolazione. » del Schulverein Tir oh deve soggiacere in nel e le risposte dei Consoli alle possibile stabilire di insegnamento 60 milioni economicamente i revoli all'affermarsi della nazionalità Comune desolanti » risultati Deutscher Allgemeiner renti dell'impero tedesco del « te- pan- relazioni dei di maestri, di interruzione nell' rapporto tedesche sono oasi le pangermanismo non sono progressi del I processo d'italianiz- i addimostravano consoli tedeschi « formavano la dodicesima parte i Zippel il ammette che i tedeschi formassero quinto della popolazione. Ecco in qual modo rispondevano restieri e nuovi abitatori statuti, le leggi, simo le i tende in qualche camberebbero per questo O merebbero: mura una di costumi, le Comune Consoli del pretendessero città alle ri- ingiustizia sarebbe, qualora fodi mutarne gli consuetudini; e se noi trentini portas- città di le i Somma chieste della colonia tedesca: « Alemagna. è pur certo che antiche usanze e a buon diritto rispettate le leggi e i costumi nostri li e' non inti- uscite da queste ». Trento era dunque anche profondamente allora divenne in seguito, per un forte immigazione affermando i pangermanisti, lì d'allora assimilato o eliminato e precisamente ted< desca a Trento, è proprio una quantità ttégligeàble. nigione, si tratta di tomila italiani ! poche centinaia di , lo come vanno 'elemento che . il ne italiana, di veneti, la Esclusa è colonia tela guar- tedeschi, di contro a ventot-

- 3 smare ridivieni e in suo soccorso onde riconquistare la dioncilc tutta tedesca secondo Uhland fu compreso Verona culla un giorno di italiano rappresentato terreno. I tedeschi che ture agricole popolo dal non sono si . bastano. L'elemento guadagna lavoratore adatti nostre alle devono sgombrare. L'unità gica e linguistica italiana Lo eroi tedeschi ma non soccorsi non mancano, I Garda lago di e il etnica rinsalda. studio della lotta linguistica nel Trentino ci condotto a formulare questa previsione In una ~ona : gue, è la che ha bilin- economicamen: lingua parlata dalla parte della popolazione quella cul- psicolo- prenderà il alla sopr< lingua parlata dalla popolazione passi, La Vi sono molti politica nel Trentino. che italiani uno stato delle popolazioni italiane (una credono di ferenti del nel trovarvi giogo austriaco Veneto prima — zione italiana stria è nemica in del '66. élite i Poiché « Trentino nel uguale a quello delle stesse però) sof- Lombardia prima sono soggetti dell'Italia, giungendo d'animo i trentini — del '59, popola- all'Austria, e poiché l'Au- regnicoli » ingenui di sopra credono all'esistenza di un irredentismo, di un cui mo- vimento cioè antiaustriaco tendente a separare violentemente il Trentino dal cosidetto nesso dell'Impero per ricongiungerlo all'Italia. Non so, se irredentisti nel senso

~ — 39 dove tradizionale della parola, ci siano a Trieste, Oberdauk crificio di ma cato, è certo che sono, o se Trento a sono non ci sa- il è troppo recente per essere dimenti- non irredentisti addimostrano apertamente si ne ce tali, né del resto potrebbero costituire, data l'esiguità del loro numero, un'associazione tisti non esistono Comune) o non — librato qual'è della notte. il — grifo il Che o piani rocamboliei i i stemmi Ma Tirolo luogo, Neppure durante getto di cuor tutti agitino un le pe- com- trentino, è ma nostro il il — quasi — pangermaniste sul squi- un fantoccio Dante o dell'irredentismo uno studio uno di compiuto nel austriaci fogli tedeschi del babau il coccarde di lungo contatto coi trentini, basta per sfatare irredentiste. voglia sempre all'elemento giovane per sussidiati dalle associazioni prensibile. si contro sassaiuole le a pie della statua a sugli riodicamente che non Colpi, o l'impiccagione di Hofer uova fracide meno qualche timida ostentazione limitate però dir infantile raffigurante Irredentismo e irreden- Forst (grifo del resto permesso e autorizzato della birreria dal qualsiasi. Trentino a irredentismo far passare per tricolori nel sufficiente leggende risorgimento, vi furono movimenti irredentisti nei Trentino. Gli agitatori della nazionalità lenti politica d'allora causidici, che pellegrinarono erano più che altro vaparlamenti nei d'Europa, a Francoforte, a Vienna, a Krenisier, chiedendo prima l'annessione del Trentino al Veneto e poi l'indipendenza nistrativa del paese, facendo soverchie l'origine un sol romana uomo dei trentini che abbia fatti d'arme, che nel 48 e tentato e del una hwni Trentino, resistenza dopo ebbero luogo di ma ammi- storia sul- non ebbe armata, [pochi nel 'Trentino,

— sono dovuti o Cos scrive Cesare Se non moti irredentistici fiamme, se in a Trento popolò assurdo sarebbe oggi cercare Tutti sono rassegnati non trentino giogo austriaco. al ma rivoluzionario, è quandi) Gariliberatrici, dell'irredentismo. traccie le quando seri, camicie rosse trìonfatrìci e di Il temperamento conservatore. vene della borghesia trentina che dovrebbe dare come dentisti la borghesia italiana diede un sangue che non ha Né vi sono la lebbre serie di i avvenimenti tali temperamento medioevo su cui si e sino le moderno cupidigie gnata dai dominatori del popolo trentino « di una storia senza — strappa vescovo tiranno il al suo governo non ebbe rustica » rilievi le zea che si Francia. uno e la terra terra la ago- Sud, e spezza nel gli il ac- grigia la 1407 Rodolfo solleva trentini e i franchigie quasi repubblicane, è di breve durata. nel Trentino Il : — La « guerra l'ampiezza di quella gui- data dal Bokelson in Germania, ne epteries di è e da quelli del capitano del popolo liberale attuale Trentino è il altrui, rivoluzione sola Belenzano ma Trentino subisce » gli avvenimenti che cadono intorno. Una monotonia Nord battaglie. del frazioni del popolo. Nel politico a all'evo appuntano irre- gli da imprimere un loro colore, una loro anima alla politica speciale Nelle patriota, corre grandi delle moderna nella storia antica e avvenimenti o alti Trentino non ars il arse perche spalmato di pece clericale baldi lo insur- ; ne acuto conoscitore della sua terra. Battisti, l'Europa era garibaldini ai n'ebbero, né se mancarono dunque tutta italiano o all'esercito rezioni dei trentini non — 4o la ferocia periodo della dominazione delle jac- madruz- chiude colla morte di Emanuele nel 1648 non

ha quella fervidezza La sua l'Austria. avve- Trentino non può vivere il perchè non vita politica intensa na* le L'epoca che segue non ha nimenti degni di nota. Oggi dividono politica. I confini lo che distingue vita politica di scenti signorie italiane. una - 4i una ha dall'Italia, la nazionalità lingua dal- vita politica quindi è chiusa, superficiale all'assurdo, pau- sino al pettegolezzo, contradittoria fino rosa e malignante, è propria politica vita la di tutti i paesi déracinés, per usare l'espressione efficace di Maurizio Barrès. Tale dono politica, tali la campo il : il Sono partiti. i clericale, tre che si conten- liberale-nazionale, il so- il cialista. partito liberale-nazionale. Il Sino fu il al 1900 e anche oggi, ma in proporzioni ridotte, dominatore nei comuni, nelle diete, nel par- partito lamento. Esso vorrebbe essere l'erede di partito irredentista che nel '66, ma trattasi compone? L'elemento insomma strello ». nella degenere non la Parve forte un tempo. un Ma assai. Chi lo borghesia bempen- clericale e composizione sua simulacro agitò nel Trentino nel '48 e moderato, sante, la piccola borghesia lì si un erede di quel di la non socialista. partito riforma « del pipi- Ba

Add a comment

Related presentations

Related pages

Il Trentino, veduto da un socialista: note e notizie ...

... veduto da un socialista: note e notizie (Italian ... Il Trentino, veduto da un ... Benito Mussolini ...
Read more

Benito Mussolini – Il Trentino visto da un socialista ...

Benito Mussolini - Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie (1911)
Read more

p.1-2. IL Trentino, Veduto da Un Socialista: Note e Notizie

IL Trentino, Veduto da Un Socialista: Note e ... (Original work published 1911) MLA: Mussolini, Benito. IL Trentino, Veduto da Un Socialista: Note e ...
Read more

Il Trentino, veduto da un socialista : note e notizie ...

... veduto da un socialista : note e notizie. [Benito Mussolini] ... Trentino, veduto da un socialista. ... " Il Trentino, veduto da un socialista : ...
Read more

Benito Mussolini – Il Trentino visto da un socialista ...

... Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie (1911) ... visto da un socialista. Note e notizie ... BENITO MUSSOLINI IL TRENTINO VEDUTO DA UN ...
Read more

Il Trentino, veduto da un socialista; note e notizie ...

Search the history of over 462 billion pages on the Internet. search Search the Wayback Machine. Featured texts All Texts latest This Just In ...
Read more

Il Trentino, veduto da un socialista : Note e notizie ...

... veduto da un socialista : Note e notizie. [Benito Mussolini] ... Benito Mussolini. ... Add tags for "Il Trentino, veduto da un socialista : ...
Read more

Trentino | BIBLIOTECA IRREDENTISTA | Pagina 2

... Profilo di Benito Mussolini ... Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie ... Il Trentino visto da un socialista. Note e notizie (1911)
Read more

Il Trentino visto da un socialista - PergineVox - Il ...

... Il Trentino visto da un socialista ... Il Trentino visto da un socialista. Autore: Benito Mussolini. ... e nella quale sono invece note isole e ...
Read more